Il migliore panettone artigianale a Roma lo fa Marcucci

Mi sono molto divertito a leggere la storia del pandoro del cavoletto e le peripezie dello stampo in silicone. Così saltando di pagina in pagina nel pozzo colorato di Sigrid sono approdato al panettone di Cristalli di Zucchero. Al commento 221 apprendo che Valentina si è sciroppata 600 km per venire da Palermo fino a Roma e assaggiare il cornetto magnificato. Una delusione! Cristalli di Zucchero è una schifezza e il romano de Roma Le Franc Buveur butta giù il carico da 20. Sembra che il cambio gestione/pasticciere abbia dato il colpo mortale. Ora è in auge Loison. “Ma scusa, il panettone che mangi ogni Natale allora non ti piace?”, commenta mia moglie.

Ma certo che mi piace. Al netto dei cesti e delle confezioni più o meno industriali che negli anni scorsi costituivano lo “zuppone” di edoardiana memoria (ora niente più latte… e zupponi) il panettone artigianale della mia pasticceria di fiducia è buono. Come del resto le torte e i dolci. E poichè il 30 è il compleanno di mio figlio Claudio, oltre alla torta (rigorosamente al cioccolato) dovrebbe arrivare anche un altro panettone per il Capodanno (sempre che ne siano rimasti).

Il sacchetto dorato sulla credenza mi avverte dell’arrivo. Non lo “assaggio” subito come da copione per poter fare qualche foto. Ed ora non c’è tempo. Arriva così a gustare prima la torta di compleanno ad uso e consumo degli amici che festeggiano il compleanno a ridosso del Veglione. “Quest’anno per la torta di suo figlio abbiamo inserito la novità della copertura alla Sacher con tanto di marmellata”, mi spiega Stefano Marcucci, titolare dell’omonima pasticceria di Ponte Milvio. Una novità eclatante per questa quattordicesima torta (sempre targata Marcucci) che negli anni è sempre rigorosamente stata confezionata con pan di spagna e strati plurimi di crema di cioccolato e zuccherini di cioccolato come da indicazioni del festeggiato che in questo è un tantinello conservatore :-) Sono meravigliato della novità.

panettone-torta

Che dire del panettone? Buono. Lo consiglierei, non dico a una persona di Palermo ma almeno ai residenti di Roma Nord. Marcucci si sta affacciando alla terza generazione di pasticcieri e io spero che la semplicità con cui si presenta, “Specialità Napoletane e Siciliane”, continui nel tempo. Ma sulle specialità di Marcucci ritornerò. Prezzi? Il panettone basso che vedete costa 16 €, la torta 35 €. E in più di 15 anni non ricordo uno sconto. Ma nemmeno sulla qualità!

F.lli Marcucci P.le di Ponte Milvio, 26 angolo Via Cassia Antica 2 – Roma. Tel. +39 06 3333501 (e se andate non cercate l’insegna Marcucci, ma quelle più rétro Dolciumi e Gelateria)



8 commenti su “Il migliore panettone artigianale a Roma lo fa Marcucci

  1. Il panettone è milanese… come si fa ad acquistarlo a ROMA???
    Un insulto, praticamente. Quindi lo si compra RIGOROSAMENTE al Sant Ambroeus di corso Matteotti, subito dietro Montenapo. Troppo caro? Accontentatevi delle 3 Marie…

  2. Ammesso che il panettone sia un dolce di Milano, penso sia sbagliato sostenere, senza averlo assaggiato, che uno fatto altrove non sia altrettanto buono ! Ad esempio in Piemonte esistono pasticcerie che producono panettoni artigianali che sono certo non hanno nulla da invidiare ai migliori milanesi ! Le migliori pasticcerie milanesi avranno la ricetta classica, ma non solo quella ! Un cuoco non può andare in Emilia, imparare a fare i tortellini e poi ripetere la ricetta a Milano, Roma o Palermo ? Non sono vini in cui influisce il terreno nel quale si coltiva la vite ! Penso si tratti di selezionare le materie prime e seguire un metodo di lavorazione !

  3. ha risposto a effeessegi: Il panettone È il dolce di Milano. Ed io son piemontese… Lei assaggi quello del Sant Ambroeus. Poi se ne riparla. È un pò come dire che anche ad Alba sanno fare gli struffoli…

  4. Non penso che un bravo pasticcere piemontese o romano possa improvvisarsi nella realizzazione del panettone con la pretesa di superare quello del SantAmbroeus. Forse sbaglio, ma penso che un dolce possa essere eccelso anche se preparato in un luogo diverso da quello nel quale è nato. Non pretendo di avere in mano la verità. Non ho assaggiato quello di Milano, Lei quello della mia pasticceria di fiducia.

  5. L’ho mangiato questo weekend ed è davvero buonissimo, sarà pure romano di nascita, ma la consistenza e il sapore sono davvero ottimi in tutto simili a quello milanese, davvero niente a che invidiare ai nostri, detto da milanese quale sono!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WP-SpamFree by Pole Position Marketing