Fotografia culinaria. Parigi premia gli scatti migliori

Si è concluso il Festival Internazionale della Fotografia Culinaria, ospitato a Parigi al Village Bercy e all’Espace Mobalpa. E mentre i riflettori si spengono sulla seconda edizione di un evento centrato quest’anno sul tema dei vegetali e delle buone pratiche di coltivazione (padrino d’eccezione Alain Passard del ristorante vegetariano L’Arpège di Parigi, un titolo rubato ad una filastrocca medievale: “Sono sceso in giardino…”), restano i cinque scatti dei vincitori della competizione fotografica. Tre delle cinque foto premiate compaiono nella selezione fotografica di Scattidigusto (quando si dice il…gusto!). Uno è stato votato, sempre dalle pagine del sito, dalla lettrice Marialba Italia. Ecco i cinque scatti premiati.

FIPC-tavormina_paulette_lemon

E’ andato a Paulette Tavormina e alle sue nature morte il Grand Prix du Festival, conferito da una giuria di giornalisti, fotografi e personalità della gastronomia presieduta da Edouard Cointreau, presidente del Gourmand World Cookbook Awards, il premio annuale dedicato alle pubblicazioni sul cibo e sul vino.

“Sono sempre stata affascinata dalla magia degli oggetti, dalla maestà e delicatezza della natura e dall’universo delle delizie culinarie”, ha dichiarato la fotografa newyorkese con un passato da stilista in riviste di cucina, accessorista cinematografica e una predilezione particolare per la pittura del Seicento. Tra i suoi riferimenti ci sono anche, accanto ai pittori barocchi Francisco de Zurbaran e Adriaen Coorte, i colori della pittrice italiana Giovanna Garzoni, autrice nel Seicento di nature morte. Le sue fotografie rimarranno esposte alla mostra Paris Photo dal 18 al 21 novembre al Carrousel du Louvre.

FIPC-gauter_guillaume_Gauter_1

Guillaume Gauter è il vincitore del più patinato dei premi del FIFC, il Grand Prix de la Photographie du Patrimoine Gastronomique. Una scelta fatta da una giuria di giornalisti e parlamentari, presieduta dalla senatrice Catherine Dumas, del Club parlementaire de la Table Française e dal direttore del Journal du Parlement Olivier Tilière.

Specializzato in nature morte, personaggi e reportage, Gauter ha studiato alla prestigiosa scuola di arti visive des Gobelins, a Parigi e lavora a Rennes, in Bretagna, dal 1996. Si definisce epicureo e nella sua passione per la fotografia culinaria c’è sicuramente lo zampino della sua regione, vivace e dinamica piazza agroalimentare francese. Lavora per società di packaging e per l’editoria specializzata.

FIPC-coimbra_sergio_img2

Il Prix du Public è andato invece a Sergio Coimbra, votato da una giuria di internatuti e visitatori del Festival (e dalla lettrice Marialba Italia). Brasiliano di San Paolo, appassionato di fotografia da sempre. Proprio per dedicarsi allo scatto culinario dieci anni fa Sergio ha lasciato il mondo degli affari. Sprezzante delle regole e degli artifici dell’ottava arte, il suo modello è il grande fotografo francese di cucina Jean-Louis Bloch-Lainé.

guelpa_emilie_griottes

Emilie Guelpa è la vincitrice del Prix des Blogueurs Culinaire che premia il migliore degli scatti di ricette a base di verdure, cereali, fiori, frutta e spezie preparate da gourmet della Rete in una competizione lanciata dal sito www.750g.com.

FIPC-schmuck_benjamin_img1

Il Prix des Jeunes Talents è andato infine alla coppia allievo-chef e allievo-fotografo Benjamin Schmuck & Julie-Anne Mante della scuola di cucina Grégoire-Ferrandi e della scuola des Gobelins. Il premio è stato attribuito da una giuria composta da professionisti del settore della fotografie e della gastronomia.



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WP-SpamFree by Pole Position Marketing