Allerta maltempo. Benvenuta neve sui campi riarsi

Santa neve. Comunque andrà, nelle città poco attrezzate a ricevere i candidi fiocchi, la nevicata in arrivo anche a bassa quota è destinata a produrre i suoi effetti benefici sull’agricoltura.

E ce n’era proprio bisogno dopo un avvio di anno all’insegna della siccità con l’80% in meno di precipitazioni nei primi venti giorni di gennaio e dopo un 2011 alquanto asciutto. ”La neve e la pioggia sono importantissime per ripristinare le scorte idriche sulle montagne, nei terreni e negli invasi che sono su livelli minimi”, spiega Coldiretti.

Montagne vestite d’autunno, laghi e fiumi sull’asciutto andante, terreni secchi e difficili da arare, zone dell’Italia (la Romagna) vicine al razionamento dell’acqua. Ecco qualche buona ragione per augurarsi che la neve cada abbondante e arrivi presto anche al centro-sud. Attesa breve, a dir la verità, visto che in molte zone del centro-nord le temperature cominceranno a precipitare già domani per raggiungere rigori mai visti da decenni a questa parte. E preparare l’arrivo della neve, attesa abbondante anche in pianura e in collina.

Non sarà un gran vivere sulle strade di ogni ordine e grado (è ancora vivo il ricordo della nevicata di un anno fa quando migliaia di viaggiatori sono rimasti bloccati lungo la rete autostradale) e l’allerta peserà come un macigno su territori già provati da disastri recenti ma piacerà senza dubbio agli agricoltori e alla terra.

[Foto: coldiretti.it Foto: conipiediperterra.com]



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WP-SpamFree by Pole Position Marketing