The Blonde Salad incorona regina del cake design Giusy Verni

Chiara Ferragni con il suo blog The Blonde Salad ha messo a segno un altro colpo che farà parlare il mondo del food dopo quello del fashion. Per i suoi 25 anni ha messo su una bella festa casalinga e, ovvio, ha pubblicato il reportage della serata a beneficio dei suoi lettori.

La foto più importante della serata è lì ad aprire il post. Il momento in cui si spengono le candeline. E Chiara Ferragni da consumata protagonista del fashion system non poteva non (far) preparare per la sua festa una torta di cake design. Che per il solo fatto di essere apparsa sulla sua terrazza e sul suo seguitissimo blog è diventata di fatto la più gastrofiga delle torte mai realizzate sul globo terracqueo.

La fortunata cake designer è Giusy Verni da Sannicandro di Bari che organizza corsi e prepara le sue torte nella cittadina pugliese. Da oggi, siamo sicuri, diventerà la più celebre delle cake designer di cui l’Italia può disporre. Buon lavoro :-)

Come ci ricorda Chiara Ferragni, per la torta Giusy si è ispirata “all’abito di MSGM che ho sfoggiato a Coachella)”

Per la mise en place segnatevi questo altro nome, o voi chef, maitre e osti in cerca di tovagliati e affini: Busatti. Garantisce Chiara Ferragni e The Blonde Salad, of course.



33 commenti su “The Blonde Salad incorona regina del cake design Giusy Verni

  1. “E Chiara Ferragni da consumata protagonista del fashion system non poteva non preparare per la sua festa una torta di cake design”

    PREPARARE deve avere un significato veramente bizzarro nella tua testa.
    Così la parola BENEFICIO.

    Non conosco il tuo blog, ho trovato il link a questo articolo e l’ho seguito, sicuramente anche il resto avrà lo stesso spessore di un rutto alla Nutella-
    Non mi addentro ma sono sicura che anche tu faccia parte della schiera di persone che usano Ciara Ferrandi per elemosinare visite.
    Fare un post sul nulla prendendo spunto da un blog pieno di nulla credo sia la cosa più bassa che si possa fare.
    Detto questo, continua così e contribuirai anche tu all’estinzione dell’intelligenza sul pianeta.

    • Far preparare (e non era una metonimia). Mi piacerebbe vedere il tuo sito che sarà piacevole come una scurreggia lieve al mattino, suppongo, considerata la similitudine adottata.

      • Ahimé non ho un sito ma appena possibile lo aprirò.
        Adesso ho il nome perfetto: GASTROFIGA, ovvero la metafisica dei tubi (cit.) dal cavo orofaringeo al canale cervicale.

        • Pensavo dal cavo orofaringeo alle tube di Falloppio con un minimo di raccordi. Altrimenti sarebbe la metafisica del tubo :roll:

      • Guardiano lascia perdere una/o che spara a zero solo cazzate senza sapere dove sta scrivendo…. E menomale che si fa paladina/o di intellgenza sul pianeta nella giusta modalità cioè senza informarsi. Complimenti Ohibò è facile scadere così nel pecoreccio senza avere il coraggio di firmarsi .

        • Non sono una persona intelligente, ma ci mancherebbe, e infatti chiedo:
          il valore di Giusy sarebbe quello di aver prodotto una torta finita ADDIRITTURA sulla terrazza di Ciara Terrandi?
          Se sì auguro allora a Giusy, professionista capace, di vendere tante tante tante torte a persone “altrettanto famose” così da poter godere della loro luce riflessa ed essere menzionata marginalmente in moltissimi altri articoli che parlano di fashion system, terrazze, Coachella e gastrofighe.

          • se sei Ohibò che finalmente si firma, ti ringrazio… il trollismo è davvero sgradevole. Cmq il Guardiano di solito prende in giro e sottolinea queste situazioni con umorismo… non per niente il suo nome… Se non hai colto… ci spiace

      • …se bisbiglio educatamente (esalando l’ultimo respiro): “Voglio morire insieme alla lingua italiana!”, il messaggio arriva più chiaro?

        “mondo del food”
        “protagonista del fashion system”
        “torta di cake design”
        “mise en place”
        e ovviamente “gastrofiga”

        Educatamente allibita, porgo i miei più cordiali saluti.

  2. a me queste torte fan spavento… Mi danno un idea di chimico che la metà ne basta per desiderare di essere sottoposta a una terapia anti-radiazioni. Ma scusate, stiamo entrando nell’era dell’autoproduzione, del ritorno alle cose semplici, del biologico e del buon mangiare sano (e preferibilmente a chilometri zero) e c’è chi ancora propina queste torte? Ci sono praticamente tutti i colori della tavolozza di paint! Forse manca giusto il verde oliva scuro.

  3. giusy ma ce n’era veramente bisogno d’abbassarsi a far fare marketta ad una persona così discutibile? ma la bravura, il merito e la sana pubblicità del proprio lavoro, fanno così schifo? credo che non ne avessi veramente bisogno, sei brava e spero almeno ti abbia pagata e non come sempre, che prende tutto gratis e tanti saluti. p.s. non so se conosci la sfortuna che notoriamente porta la ferragni, ma fossi in te mi prenderei un bel amuleto

  4. “Che per il solo fatto di essere apparsa sulla sua terrazza e sul suo seguitissimo blog è diventata di fatto la più gastrofiga delle torte mai realizzate sul globo terracqueo.”

    Il pusher del giardinetto ha ripreso a spacciare ketamina?

  5. Che dire….meno male che hai scelto ”Il Guardiano del Gusto” come nome….peccato non del (Buon) gusto!!

    ah comunque splendido post che descrive appieno l’onore di essere stati incoronati da Chiara Ferragni. PS. chi è?!?!

  6. proprio oggi è in atto una feroce polemica sui followers tarocchi, su twitter e su facebook. ovviamente chi è nell’ambiente della terribile informatica web sapeva queste cose da tempo. gli unici a non saperlo ed a cadere dalle nuvole sono gli Stimatissimi della TBS crew. Mesi fa affermarono di non sapere di questa pratica bieca, sotto gli occhi di tutti.

    Beata gioventù.

    loro usano i loro milioni, che dico milioni? MILIARDI di dolcissimi followers, tutti REGOLARMENTE comp… ehm volevo dire: conquistati, proprio per vendere il loro prodotto, l’ineffabile Ferragni Chiara, writer preziosa dall’italiano perfeccio, ehm volevo dire perfetto, dizione impeccabile, simpatia contagiosa e inglese oxfordiano. studentessa cum laude, alta 1,77 a f 1.4.

    Potrebbe dico POTREBBE essere quello che noi informatici chiamiamo “fake”; Ciara potrebbe dico POTREBBE aver spacciato dati falsi per incassare le prebende a quattro zeri che, dicono, incassa con le sue comparsate.

    Dispiace ci siate caduti anche voi, la chef è senza dubbio molto brava. Oh, pardòn, la cake designer, non voglio offendere nessuno.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WP-SpamFree by Pole Position Marketing