La ricetta della moqueca di peixe ti fa sentire sulle spiagge di Bahia

Voglia di spiaggia e di ombrellone? Prova a trasportare i sapori dei mari più esotici a casa con la moqueca di peixe che sa di oceano, di palme e di lime. E quale località più di Bahia in Brasile può farti desiderare una vacanza ora e subito all’ombra di un palmeto? Altrimenti conserva la ricetta che ti propongo per un picnic sotto l’ombrellone.

La moqueca di peixe è uno dei piatti classici della cucina brasiliana. Come in tutto il Sudamerica, la cucina è fortemente influenzata non solo dagli indios della zona ma anche dai conquistadores e da altre migrazioni. Il Brasile è l’unico paese del Sudamerica conquistato dai Portoghesi, le altre erano colonie sotto il dominio spagnolo. L’influenza che ne deriva è notevole.

Esiste un’altra componente importante in Brasile ed è la presenza di Africani deportati per lavorare nei campi di zucchero e di caffè e servire le famiglie. Questi Africani non lasceranno mai più il Brasile, a differenza dell’Argentina dove nel 1813 sono stati liberati e riportati nel continente di origine.
Gastronomia, usi e costumi, riti ed abitudini africani si mescolano alle culture Europee: tantissimi tedeschi, italiani, spagnoli ed orientali.

La moqueca si può definire come una zuppa o uno stufato di pesce che si mangia in tutta Brasile ma è caratteristica di Bahia, una delle città brasiliane più “africane” anche se a Rio Grande do Sul si attribuiscono la nascita del piatto.

Ebbene, io la moqueca l’ho mangiata per tanti anni sia a Bahia, sia a Florianopolis, Porto Alegre e Camboriù e devo dire che quella bahiana l’ho trovata migliore, con maggiore personalità. Ma non mi tirate i sassi, è solo una opinione ;)

Come in tutte le ricette della tradizione, la varietà di esecuzione cambia ed ogni interprete ha il suo segreto. Ad esempio, io aggiungo aglio anche se di solito non c’è e non taglio la cipolla e i peperoni a rondelle sottili perché mi piacciono tagliati più piccoli. Idem per la dimensione dei pesci.

In questa moqueca ho messo insieme sia il pesce bianco che i gamberoni perché a me piace così e, anche se tante ricette indicano il pesce spada, secondo me in una cottura di questo tipo rimane un po’ duro. Per la moqueca preferisco il pesce bianco.
L’olio utilizzato per questa preparazione è l’olio di Palma chiamato Dendê. Se per caso non lo trovate, potete usare un olio extra vergine di oliva.

Si serve di solito accompagnato con riso bollito bianco e una buona caipirinha, oppure con una fresca e onnipresente birra brasiliana.

Moqueca de peixe e camarao

Ingredienti per 5-6 persone

500 g di filetti di pesce bianco, (io ho usato filetti di nasello)
18 gamberoni puliti da interiora e sgusciati, 5 o 6 tagliati piccoli, gli altri interi)
il succo di 2 lime (tenere la buccia pulita di 1/2 lime per la cottura)
1 cipolla grande dorata tritata
1 peperone rosso tagliato a cubetti piccoli
1 peperone verde tagliato a cubetti piccoli
2 peperoncini verdi piccanti tritati e privi dei semi
2 spicchi d’aglio schiacciati
2 cucchiai di coriandolo tritato
200 ml di latte di cocco
olio di Dendê (olio di Palma), se non lo trovate utilizzate extravergine q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Preparazione

Pulisci i gamberoni. Taglia a pezzettoni i filetti di pesce, sala e pepa e fai marinare il pesce e i gamberoni nel succo di lime per una ventina di minuti.

In una padella di coccio, versa l’olio, gli spicchi d’aglio schiacciati e i peperoncini verdi tritati, rosola  in modo d’insaporire l’olio. Aggiungi la cipolla tritata  continuando a rosolare e poi i peperoni tagliati a cubetti. Lascia rosolare ancora a fuoco basso una decina di minuti.

Versa il latte di cocco e mescola bene, alza un po’ la fiamma ed aggiungi il pesce con il succo della marinatura e due pezzettini di buccia di lime. Fai cuocere a fuoco medio per 15 – 20 min sino a che noti che la salsa di cocco si addensa un po’.

Il pesce a questo punto sarà ben cotto e sarà molto morbido per la presenza del grasso del latte di cocco. Aggiusta di sale e pepe e aggiungi il coriandolo, mescola delicatamente, lascia riposare coperto 4-5 minuti.

Servi accompagnato da riso bollito bianco oppure nero amazzonico (che io non ho trovato).

[Link: Aroma di Casa. Immagini: Vanity Fairelicrisko]



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WP-SpamFree by Pole Position Marketing