Guida Gambero Rosso 2014. I Ristoranti d’Italia con voti, premi e forchette

Molto guardinga la Guida Gambero Rosso 2014 ai Ristoranti d’Italia: nessuna fuga di notizie se non qualche timido segnale che abbiamo provato a raccogliere in un’anticipazione di cui attendiamo conferme con questa diretta dalla Città del Gusto. Quali saranno le nuove 3 Forchette e chi sale chi scende oltre ai premi che saranno assegnati sono le domande di rito. Pronti, quindi, con il mouse per fare refresh della pagina e seguire gli sviluppi.

Con qualche minuto di ritardo parte la presentazione della Guida Gambero Rosso 2014 ai ristoranti d’Italia. Oltre le Tre forchette è il momento di scoprire una ristorazione che punta sulla qualità e su prezzi sempre più contenuti.

Mentre partono i ringraziamenti, ecco le Tre Forchette 2014

Ristorante Località 2014 2013 Variazione
Osteria Francescana Modena 95 95 =
Vissani Baschi (TR) 95 95 =
Don Alfonso 1890 Sant’Agata sui Due Golfi (NA) 94 94 =
La Pergola de l’Hotel Rome Cavalieri Roma 94 95 -1
Villa Crespi Orta San Giulio (NO) 94 94 =
Piazza Duomo Alba (CN) 93 93 =
La Torre del Saracino Vico Equense (NA) 93 93 =
Le Calandre Rubano (PD) 92 93 -1
Laite Sappada (BL) 92 92 =
Lorenzo Forte dei Marmi (LU) 92 91 +1
La Madia Licata (AG) 92 91 +1
Dal Pescatore Santini Canneto sull’Oglio (MN) 92 93 -1
Reale Castel di Sangro (AQ) 92 93 -1
St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina San Cassiano (BZ) 92 92 =
Devero Ristorante del Devero Hotel Cavenago di Brianza (MB) 91 87 +4
La Madonnina del Pescatore Senigallia (AN) 91 91 =
Il Pellicano Porto Ercole (GR) 91 91 =
Ilario Vinciguerrra Restaurant Gallarate (VA) 91 91 =
Da Vittorio Brusaporto (BG) 91 90 +1
Antica Osteria da Cera Campagna Lupia (VE) 90 87 +3
Il Povero Diavolo Torriana (RN) 90 90 =
S’Apposentu a Casa Puddu Siddi (VS) 90 87 +3
Trussardi alla Scala Milano 90 /

Alba Esteve Ruiz

Il primo premio della giornata è per Alba Esteve Ruiz di Marzapane (Roma). Chef Emergente dell’anno

Il wifi- è un oggetto sconosciuto alla Città del Gusto. La linea cellulare prende a tratti. Quindi, abbiate pazienza. Saremo slow.

Il premio speciale al ristorante con sommelier attento al mondo della birra va a Matteo Zappile del Pagliaccio di Roma.

La migliore carta dei vini con Metodo Classico Italiano è andato al ristorante In Venice (Livorno).

Giuseppe Di Martino, del Pastificio dei Campi appena arrivato dalla fiera di Monaco, premia come migliore proposta di primo piatto di pasta Il Mosaico del Terme Manzi di Ischia.

Il miglior servizio in sala va al Caffè Arti e Mestieri di Reggio Emilia.

Premi Qualità Prezzo a

  • Il Papavero (Eboli – Salerno)
  • La Torre (Spilimbergo – PN)
  • Due Spade (Cernusco sul Naviglio – MI)
  • Il Tiglio (Montemonaco – AP)
  • ‘I Bunet (Bergolo – CN)
  • L’Osteria del Vignaiolo (La MOrra – CN)
  • La Strega (Palagianello – TA)
  • Locanda dei Buoni e dei Cattivi (Cagliari)

Il Baladin Roma prende i Tre Boccali. E anche a Casa Baladin a Piozzo. La strada da seguire per il Baladin Milano stroncato da Visintin?

Il premio speciale Eurofood e Gambero Rosso è andato al ristorante la Filanda Manciano (GR).

I migliori ristoranti delle regioni

(avviate la galleria a partire dalla regione che preferite)

Perdono quindi le tre forchette

  1. Uliassi – Senigallia (AN)
  2. Oasis Sapori Antichi – Vallesaccarda (AV)

 

Guadagnano le tre forchette:

  1. Devero Ristorante del Devero Hotel Cavenago di Brianza (MB)
  2. Antica Osteria da Cera – Campagna Lupia (VE)
  3. S’Apposentu a Casa Puddu – Siddi (VS)
  4. Trussardi alla Scala – Milano

 Gli Emergenti

Pashà 88 Conversano (BA)
Lunasia del Green Park Resort 87 Tirrenia (PI)
Metamorfosi 86 Roma
Aminta 85 Genazzano (RM)
La Femme Meridiana 84    San Bartolomeo al Mare (IM)
Gaudio 84 Barbariga (BS)
Signum 84 Salina (ME)
Il Cappero del Therasia Resort 84 Vulcano (ME)
Kresios 83 Telese Terme (BN)
El Coq 82 Marano Vicentino (VI)
Le Giare 81 Montiano (FC)
Veritas 81 Napoli
Umami 81 Andria (BT)
Angelo Sabatelli 81 Monopoli (BA)
Ad Gallias 80 Bard (AO)
Le Tre Lune 80 Calenzano (PO

Le migliori Due Forchette

Da Caino Montemarano (GR) 89
Combal.Zero Rivoli (TO) 89
Miramonti L’Altro Concesio (BS) 89
Mistral del Grand Hotel Villa Serbelloni Bellagio(CO) 89
Il Pagliaccio Roma 89
Enoteca Pinchiorri Firenze 89
La Trota Rivodutri (RI) 89
Ambasciata Quistello (MN) 88
Agli Amici Trattoria dal 1887 Udine 88
Antica Corona Reale Cervere (CN) 88
Arnolfo Colle di Val d’Elsa (SI) 88
The Cesar dell’Hotel La Posta Vecchia Ladispoli(RM) 88
Le Colline Ciociare Acuto (FR) 88
Cracco Milano 88
Il Desco Verona 88
Duomo Ragusa 88
Taverna Estia Brusciano (NA) 88
Il Faro di Capo d’Orso Maiori (SA) 88
Al Gambero Calvisano (BS) 88
Già Sotto l’Arco Carovigno (BR) 88
Giardino San Lorenzo in Campo (PU) 88
Oliver Glowig all’Aldrovandi Villa Borghese Roma  88
Guido Serralunga d’Alba (CN) 88
Guido da Costigliole Santo Stefano Belbo (CN) 88
Il Mosaico del Terme Manzi Hotel Ischia (NA) 88
Oasis Sapori Antichi Vallesaccarda (AV) 88
L’Olivo del Capri Palace Capri (NA) 88
Pashà Conversano (BA) 88
La Peca Lonigo (VI) 88
Pinocchio Borgomanero (NO) 88
La Primula San Quirino (PN) 88
Quattro Passi Massa Lubrense (NA) 88
Romano Viareggio (LU) 88
Zur Rose Appiano/Eppan (BZ) 88
La Stua de Michil dell’Hotel La Perla Corvara in Badia/Corvara (BZ) 88
Symposium 4 Stagioni Cartoceto (PU) 88
La Tenda Rossa San Casciano in Val di Pesa(FI) 88
Uliassi Senigallia (AN) 88
Villa Maiella Guardiagrele (CH) 88

 I Tre Gamberi

Angiolina Pisciotta (SA)
Antichi Sapori Andria (BT)
Armando al Pantheon Roma
Ai Cacciatori Cavasso Nuovo (PN)
Consorzio Torino
Caffè La Crepa Isola Dovarese (CR)
Locanda Al Gambero Rosso Bagno di Romagna (FC)
La Locanda delle Grazie Curtatone (MN)
La Locandiera Bernalda (MT)
La Madia Brione (BS)
Osteria del Treno Milano
Pretzhof Val di Vizze/Pfitsch (BZ)
Tischi Toschi Taormina  (ME)
Vecchia Marina Roseto degli Abruzzi (TE)
Osteria della Villetta dal 1900 Palazzolo sull’Oglio (BS)

Le Tre Bottiglie

La Baita Faenza (RA)
Casa Bleve Roma
Le Case della Saracca Monforte d’Alba (CN)
Damini Macelleria & AffiniArzignano (VI)
Del Gatto Anzio (RM)
Al Donizetti Bergamo
Lanzani Brescia
Enoteca MarcucciPietrasanta (LU)
Ombre RossePreganziol (TV)
Oste della Mal’ora Terni
Picone Palermo
Roscioli Roma

Ed ora inizieranno le analisi. E ovviamente le critiche.



20 commenti su “Guida Gambero Rosso 2014. I Ristoranti d’Italia con voti, premi e forchette

  1. Che dire, una guida che in Friuli Venezia Giulia lo stesso punteggio a Da Nando ed all’Osteria Altran NON PUO’ essere COMPRATA! E’ ridicolo o almeno totalmente inattendibile ( considerazioni diverse e ben più pesanti non me le permetto, mi limito a pensarle ed a parlarne con amici). Altri alberi abbattuti per nulla, la carta è un bene prezioso!!

  2. Salve ,

    Condivido il Pensiero dell’amico che mi precede …….. Vedere Uliassi a 88 e’ uno scandalo:
    Sappiamo benissimo che oggi basta avere una minima incomprensione con qualche funzionario o responsabile che anni di duro lavoro finiscano nella ………
    Lasciamo Stare
    Dedicato alla persone che ha permesso questo !!!
    Siccome da anni Il Sg. Mauro Uliassi rappresenta il meglio della Gastronomia ITALIANA e quelli come me che ogni 2 mesi parte da Napoli solo ed esclusivamente x gustare le sue primizie sa benissimo che questo punteggio e’ figlio di altro !!!!!!!

  3. Era tutto il giorno che aspettavo con impazienza di leggere le anticipazioni sulle tre forchette 2014 e devo dire che le sorprese non sono mancate.Mi complimento innanzitutto con l’amico cannavacciuolo per la riconferma strameritata,ma sono delusissimo dal trattamento ricevuto dalle marche,dopo averli provati di recente.A)la madonnina del pescatore continua con i suoi 91/100 che peraltro non sono pochi ma,per la continua ricerca di moreno cedroni a stupirci andrebbe sicuramente premiato e B)uliassi 88?è una vergogna.

  4. Se non cambiassero qualche punteggio in maniera eclatante nessuno le comprerebbe (i pochi che ancora lo fanno) e nessuno ne parlerebbe. Immagino il lavoro di cesello di Perrotta, uno che non esce mai dal suo orticello e di ristoranti etnici non capisce una mazza e mezza

  5. Sono pugliese e’ non sono nella maniera piu’ ASSOLUTA daccordo per quanto riguarda la mia regione!!
    Il tutto lascia da pensare……..
    Uno e’ lo chef top da noi e’ sta’ a Monopoli.
    Lo sanno tutti ormai…….persino i suoi colleghi!!

  6. Per fortuna non sono solo: mi sembra che il “disastro” di questa guida si confermi da se. Ho guardato ristoranti che conosco: rist.Durnwald (Alto Adige), purtroppo Erich è scomparso da più di un anno e la recensione ne parla come se fosse ancora qui, rist. Aldiquà ( Emilia Romagna) ha cambiato gestione da 1 anno, altro che gruppo di amici. E ho guardato poco: come si può essere credibili! Se fossi nel direttore un pochino mi vergognerei , nemmeno una telefonata per verificare l’esistenza o meno dell’attività, cosa ne sapranno di quello che si mangia…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.