Parma. 15 osterie e locali dall’inarrivabile rapporto qualità prezzo

cotechino

Parma: vi abbiamo già dato 10 buoni motivi per andare al Cibus 2014.

Ma la ragione migliore per andare a Parma è unire l’utile al dilettevole. Cioè mangiare bene e al migliore prezzo possibile.

Siccome l’appetito vien mangiando, per non farvi cogliere alla sprovvista all’uscita della fiera (o nel fine settimana che saggiamente ci attaccherete), ecco la classifica di 15 indirizzi tra osterie, trattorie, pasticcerie in città e nelle immediate vicinanze.

La mappa dei migliori indirizzi di Parma

prosciutto

Li ho ordinati guardando al rapporto qualità prezzo che soprattutto per voi che solcherete i padiglioni della Fiera di Parma sarà un metro di giudizio imprescindibile.

Pronti? Si va a mangiare.

#15. Ai Due Platani

ai due platani

Chiariamo subito che rapporto qualità prezzo non significa i più economici in assoluto. E questo non è un indirizzo propriamente low cost ma da anni è ai primi posti nelle preferenze dei parmigiani per l’altissimo rapporto felicità/prezzo. Menu di tradizione ma con tante interpretazioni moderne, carta dei vini eccellente, i Due Platani è considerata una delle migliori cucine di Parma, particolarmente apprezzata per i tortelli di zucca, il foie gras, il baccalà e lo zabaione caldo servito con la torta sbrisolona.

Prezzo medio: 35 €.

Ai Due Platani. Strada Budellungo, 104/a. Coloreto (Parma). Tel. +39 0521 645626

#14. Cocchi

bolliti

Il suo carrello dei bolliti è leggendario da generazioni: se volete togliervi la voglia, l’indirizzo è uno solo. Ma Cocchi non è solo carne: gli anolini, il savarin di riso, la punta ripiena e tante altre ricette della tradizione parmense qui sono rappresentate nella loro forma migliore, senza fantasie di modernità o creatività fuori posto. Servizio impeccabile per un’esperienza senza tempo.

Prezzo cena: 40 €.

Ristorante Cocchi. Via Gramsci 16/A, 43126 Parma, Tel. +39.0521.981990

#13. Croce di Malta

croce di malta

Elegante, delicato e molto accogliente, Croce di Malta propone nella sua nuova gestione una cucina dal gusto semplice e stagionale, valorizzata dalla ricercatezza degli ingredienti e raffinata nelle composizioni. Ricette tradizionali e non, interpretate con grande intelligenza e cura, come la sfoglia ai carciofi, gli spaghetti pane burro e acciughe, il baccalà in umido con le cipolle e le polpettine al sugo.

Prezzo cena: sui 35 €.

Ristorante Croce di Malta. Borgo Palmia 8. Parma. Tel. +39 0521208681

#12. La Porta di Felino

porta di felino

Non fatevi ingannare dal nome, questa elegante trattoria a conduzione meravigliosamente familiare non si trova (più) a Felino ma dall’altro lato della città, a pochi minuti dalla zona Fiera (e poi non dite che non vi penso!). Tortelli di zucca pluripremiati, pasta fatta in casa e secondi eccellenti come la punta di vitello ripiena, la “vecchia” e il coniglio ripieno, cantina curata e anche una piccola bottega da cui acquistare salumi e bottiglie.

Prezzo: 35 €.

La Porta di Felino. Via Provinciale, 103. Viarolo di Trecasali (Parma). Tel. +39 0521 836839

#11. La Raquette

la raquette

Locale di nuovissima apertura (ma di gestione conosciuta e stimata), La Raquette ha dalla sua una location speciale: si appoggia alle antiche mura della Cittadella, all’interno di un circolo tennistico con vista sui campi da gioco, praticamente in centro città. Il menu è quasi interamente dedicato al pesce, con piatti eleganti ma senza fronzoli: tagliata di tonno con marmellata di cipolle rosse, catalana, zuppetta di pescato e un fritto di baccalà da perderci la testa.

Mangiate e bevete felici con circa 35 €.

La Raquette circolo tennis. Via Racagni, 13. Parma. Tel. +39 0521 252164

#10. Sa Marjoga

sa marjoga

Questa piccola trattoria in centro offre cucina sarda – più precisamente carlofortina – a una clientela ormai molto affezionata. Tonno e polpo eccezionali, bottarga da far girare la testa, taglieri di salumi e formaggi sardi, cullurgiones, porceddu (su prenotazione) e seadas fatti come si deve e accompagnati da ottimi vini della regione.

A pranzo, menu fisso a 15 € con proposte più local. Prezzo medio di una cena: 30 €.

Sa Marjoga. Borgo Garimberti, 27. Parma. Tel. +39 0521 235545

#9. Osteria dello Zingaro

cavallo

Osteria piccola e accogliente nel cuore della città, accanto alla chiesa di S. Giovanni e a 50 metri dal Duomo. Dopo salumi e primi all’altezza della tradizione, il suo piatto forte è il cavallo, servito in uno spettacolare tris con roast beef, tartara con verdurine e pesto che alcuni estimatori non esitano e definire “da nobel”.

Prezzo cena: 20 €.

Osteria dello Zingaro. Borgo Del Correggio, 5. Parma. Tel. +39 0521 207483

#8. Osteria del Mare, già Losteria

sarde

Ha cambiato indirizzo ma non proposta questo locale che era a Collecchio. Offre alla sera un menu fisso di pesce, abbondante, creativo e di ottima qualità. Miniburger di tonno con maionese alla soia, sgombro cotto a bassa temperatura con finocchi confit, mazzancolle gratinate in camicia di zucchine e lardo di patanegra e gnocchi con vongole e muggine sono alcuni dei piatti che si possono trovare nel menu, che cambia spesso e a seconda della disponibilità delle materie prime.

Prezzo: 35 € vino incluso.

Losteria. via San Prospero 13, 43044 Collecchio (Parma). Tel. +39 0521 802958

Osteria del Mare. Piazza San Quintino. 43022 Montechiarugolo (Parma). Tel. +39 0521 686356

#7. Da Vigion

trattoria da vigion 3

Si trova decisamente fuori città, ma merita una menzione. In questa piccola trattoria di collina a gestione familiare preparano, a detta di molti, i migliori tortelli d’erbetta. E senza girarci troppo intorno: il menu è ridotto al minimo, incentrato sulla stagionalità, e generalmente i piatti proposti sono non più di quattro o cinque. A cui si aggiungono, va senza dirlo, gli strepitosi salumi della zona (per arrivarci attraverserete Langhirano dove nasce il Prosciutto di Parma).

Tortelli, culaccia e lambrusco: 15 €.

Trattoria Da Vigion. Loc. Le Ghiare, 13 – 43020 Ghiare di Corniglio (Parma). Tel. +39 0521888113

#6. Ciacco

gelato ciacco parma

Sottotitolo: gelato senz’altro. Ed è così in questa gelateria aperta da poco in città. Gelato puro, preparato con ingredienti di altissima qualità, senza aggiunte nascoste, e presentato in gusti tradizionali e originali. Nomi e ricette sono spettacolari: “Lei, lui e l’altro”, una crema al mascarpone con pinoli tostati e variegata con composta di prugne allo zenzero. “Incontro Toscano” con ricotta, pasta frolla e una composta di fichi e mandorle. “Vieni con me in Pakistan”, una crema di latte con t-masala variegata con salsa di mango al cardamomo. E poi The Matcha, Cannolo Siciliano, Sacher sino ad arrivare ai gusti più classici.

Coni e coppette da 1,50 € in su.

Ciacco. Viale Mentana, 91/A. Parma.Tel. +39 0521570208

#5. I Due Gatti

chisolino

Una piccola pizzeria take away di recente apertura, che lavora con materie prime selezionate e offre tre specialità: la pizza tonda, sottile e croccante, lo spicchio alto e soffice e il “chisolino“, una focaccia fatta con l’impasto della pizza e farcita con ogni prelibatezza. L’impasto è preparato con farine macinate a pietra e lievito madre per garantirebuona digeribilità. Da provare la Slow Pizza con fiordilatte, crema di parmigiano porcini e mariola dei F.lli Salini (presidio Slow Food). Ogni mese viene fatta una selezione di birre artigianali da abbinare.

Pizza margherita: 4,50 €. Pizze farcite: da 7 a 9,50 €.

Pizzeria I Due Gatti. Via Bixio 76. Parma. Tel. +39 0521 238901

#4. Osteria delle Vigne

osteria delle vigne

Se si arriva percorrendo l’Autostrada della Cisa fermarsi a pranzo qui è imperativo. All’Osteria delle Vigne, a pochi minuti dall’uscita di Fornovo, ci si va per due cose – anche se tutto è di ottima qualità: i tortelli “creativi” (oltre ai classici erbetta, patate e zucca si trovano, a seconda della stagione, di porri, castagne, carciofi, ortica, melanzane, barbabietola… ) e l’antipasto di torta fritta e focaccia calda con taglieri dei migliori salumi della zona. Fondamentale chiudere il pranzo in bellezza con un bicchierino di bargnolino.

Prezzo: 25 €.

Osteria delle Vigne. Via Roma, 4 – 43040 Viazzano (PR). Tel. +39 0525 404328

#3. Enoteca Fontana

In posizione estremamente strategica, molto amata durante il pranzo soprattutto per le infinite combinazioni di panini con i migliori salumi, taglieri e qualche piatto, Fontana è da anni una tappa fondamentale durante l’aperitivo per la bella gioventù parmigiana, dove ritrovarsi per un bicchiere (o tre) prima di cena.

Calice + panino: da 7 €.

Enoteca Fontana. Strada Farini, 24. Parma. Tel. +39 0521 286037

#2. Antica Pasticceria Pagani

pagani

Un segreto noto a pochi al di fuori delle mura è l’eccellenza dell’arte dolciaria parmigiana. Pagani, la pasticceria più antica in città, ne è un fulgido esempio: i cannoncini allo zabaione sono da sturbo e le meringhe con la panna meritano un viaggio intercontinentale, e poi brioches, millefoglie, torte e pasticcini, inclusi i salati, di altissimo livello. Il locale è poco spazioso, ma la mitica “colazione da Pagani” è uno sfizio che ogni tanto bisogna togliersi.

Caffè e brioche: 2,50 €.

Antica Pasticceria Pagani. Via Venti Marzo, 4. Parma. Tel. +39 0521 206322

#1. Pepèn

pepen

Un’istituzione. Se i muri potessero parlare vi racconterebbero delle migliaia di studenti e di lavoratori del centro che dal 1955 si sono accalcati nei pochi metri quadrati del locale per ordinare e sbranare Carciofe, Polpette, Carrè, tartine e Spaccaballe (il leggendario panino piccante all’arrosto). Zero tavoli, qualche sgabello e molta simpatia: il fast food per antonomasia.

Panino e calice o bibita: intorno ai 6 €.

Pepèn. Borgo S.Ambrogio, 2. Parma. Tel. +39 0521 282650 

[Immagini: scentedlittlepleasure, Flickr/Maria Rosaria Feniello, Flickr/Verdi85baguettechocolat.com, Repubblica.it, Tripadvisor, Parmatoday, reallygoodwriter.com]



58 commenti su “Parma. 15 osterie e locali dall’inarrivabile rapporto qualità prezzo

    • Ciao Stefano, grazie. La Locanda Mariella e Mazzini sono fantastici, hai ragione.
      A questo giro abbiamo però scelto di rimanere più vicini alla città pensando a chi si recherà al Cibus.
      Ho fatto due eccezioni per Vigion (tipicissimo e immancabile!) e l’Osteria delle Vigne perchè è a pochissimi minuti dall’uscita di Fornovo, in caso qualcuno arrivasse via Cisa.
      Nella prossima edizione mi dedicherò a bassa, collina, montagna, infinito e oltre!

  1. Ciao!
    volevo solo segnalare che la vecchia gestione de Losteria di Collecchio si è spostata dall’estate scorsa all’Osteria del Mare a Montechiarugolo (PR). Da allora non sono più tornata a Collecchio, quindi non sono sicura se il locale ha cambiato gestione o ha chiuso…ma ho pensato di segnalarvelo comunque.

    • Il locale losteria di collecchio c’è sempre e fanno il menu come descritto sopra di mare con il pescato del giorno a 35€ con bottiglia di vino di qualità. Tutto fatto in casa si mangia sempre divinamente

      • Allora c’è una soluzione sola. Andare nuovamente in pellegrinaggio da entrambi e tornare con il responso! Un duro lavoro ma qualcuno lo deve pur fare… Vi terrò aggiornati!

  2. Ciao Flavia, grazie mille per la precisazione. Ci sono andata spesso ma in effetti l’ultima volta era qualche mese fa e mentre cercavo i recapiti online non ho letto di questo aggiornamento…quindi non immaginavo ci fossero stati cambiamenti. Ora controllo e in caso siano sempre loro raddrizziamo le informazioni. Grazie mille!

  3. Anch’io sono stato al ristorante Giorgione’s a Varano Melegari! Per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo è uno dei migliori dove sono stato. Ho trovato tutto di mio gradimento ma il massimo è la Carbonata di manzo alla parmigiana… da provare assolutamente!

  4. Il TABARRO in via Farini è una delle enoteche migliori d’Italia, con ottimi taglieri di salumi e formaggi. Per un bicchiere al banco o una cena al piano di sopra è vivamente consigliato.

  5. ottima guida, sono abbastanza d’accordo con le scelte e le motivazioni.
    un consiglio:
    sarebbe bello avere queste guide per categoria di locale (ristoranti, snack bar, bar etc.)
    altro consiglio:
    secondo me non può mancare il Grillo!

  6. Ragazzi gli anolini più buoni son quelli dell’ Antonia al cantone, su via degli argini. Soprattutto, in una fondina te ne mette quanti ne vuoi. Dimenticanza fatale, la vostra! 🙂

  7. vorrei aggiungere una cosa alla tariffa della pizza farcita a 9.50€ dei due gatti: una volta ho preso la pizza alta e farcita e mi è costata 9.50 per un trancio, d’asporto.
    per una cifra del genere e per molto altro, molto meglio il Teo, immeritatamente!

    chiaramente il mio è solo un parere

  8. Lista utilissima, grazie mille! Aggiungo anche io un posto a Medesano: Le colline della luna (http://www.lecollinedellaluna.it). Posto delizioso perso tra le colline parmensi, il proprietario è gentilissimo ed è tutto preparato a mano da lui. Ci sono capitata per caso e me ne sono innamorata tanto da fare un servizio fotografico del posto e scriverne sul mio blog 🙂
    Menù a 30€ dall’antipasto al dolce con salumi di maiale nero, piatti tradizionali molto curati e anche proposte creative dello chef.

  9. Pezzo bellissimo ed utile per turisti e non…
    L’unica mia aggiunta sarebbe la pasticcetia Cocconi di Via Repubblica… Personalmente adoroble loro paste, le loro brioches e i loro panini!!

  10. mi pare una classifica onesta, e piuttosto aderente alla realtà.
    anche se alcune segnalazioni si lasciano un pò influenzare dalla moda del momento, dal trend…
    per esempio, credo che un altro locale – non certo modaiolo – assolutamente da segnale a chi vuol mangiare a pr durante cibus (si presume quindi cerchi il tipico e la tradizione) sia l’antica hosteria 3 ville di via benedetta.
    sono osti da almeno 3 generazioni, credo, ma per certo fanno i più buoni tortelli d’erbetta della città da 30anni…

    • Ciao la_marta, grazie del commento e del consiglio. La Tre Ville senz’altro la inserirò nel prossimo giro; qua avevo a disposizione solo un tot di nomi se no sarei andata avanti con la lista più lunga del mondo! Non ho voluto puntare al 100% sulla tradizione per avere una lista più eterogenea, così da soddisfare un po’ tutti i desideri. Dal modaiolo ho cercato di starci lontana, e se l’ho fatto, giuro, è stato involontario 🙂

  11. Ottimi consigli grazie!!
    Sono stata di recente in un nuovissimo quanto delizioso ristorantino in borgo del Correggio che merita davvero una visita! Il “Bolle in pentola” dove cucinano a km zero naturale e biologico! Nel ringraziarti dei consigli do questo a te: provalo ne vale la pena anche per i prezzi in quanto un pasto completo non supera i €30 e la qualità merita!

    • Ciao Diana, non lo conoscevo! Promette bene, andrò a farci un giro e riferirò… è anche vicino casa! Grazie del suggerimento.

  12. Da segnalare anche Ostária Molinazzo a Santa Maria del Piano. Cambiata gestione e si mangia davvero bene a prezzi davvero ottimi

  13. da citare (e visitare) assolutamente IL VOLTONE a Soragna…..gli anolini qui si chiamano ancora “galleggianti” e il Savarin di riso con polpettine di lingua salmistrata e culatello è una favola! Porzioni abbondantissime e prezzi onestissimi!

      • Senz’altro si riferisce al fatto che questa lista spinge inesorabilmente a grandi abbuffate e si sa, la legge della conservazione della massa non perdona…

  14. Segnalo “OSTERIA L’OCA NERA ” in via borghesi a Parma …..eccezionale il rapporto qualita’ / prezzo .
    Cucina tipica parmigiana ….e dolci fatti in casa d urlo .

    • beh, che si mangi bene al Certosino è un pò eccessivo… di certo si mangia molto, e si spendono 25€, che alla fine sono sempre 50.000lire… quindi non è poi un prezzo così sconvolgente…

  15. Se si parla di Parma non si può non nominare #stefanocampanini e quindi la #trattoriacampanini a #busseto
    Da lasciarci il cuore!

    Miky

  16. Romeo a Botteghino in via traversetolo, Mora a Porporano ed Enopolium in via Nazario Sauro a Parma……tre trattorie da visitare assolutamente….per tanti motivi enogastronomici. Scopriteli da soli e mi ringrazierete

  17. Potete consigliarmi una trattoria dove si mangia tanto e si spende non dico poco ma il giusto? Possibile che se si vuole mangiare qualcosa di alternativo alla pizza si debba spendere minimo 30euro a persona???? Grazie.

    • @sasagarro
      fai una cosa: fermati fuori dall”autostrada, c’è un bel cinese con formula “all you can eat”; con 12€ ti fa star bene…
      ragazzi, finchè c’è gente che ragiona così (mangiare molto e spendere poco) è giusto che in giro la facciano da padrone i disonesti, gli improvvisati, quelli che vanno a far spesa alla metro, quelli che comprano roba precotta e riscaldano.
      come si fa a pensare di non spendere almeno 25/30€ per mangiare decentemente!?!?
      ma lo sai quanto costa la materia prima, il personale, le utenze, quanto pesa l’imposta su rufiuti, etc etc?!?!?
      dai, fai il bravo, continua a mangiare la pizza la trancio…

  18. la_marta te fanne un’altra di cosa vai in via Farini alla Feltrinelli e comprati un Vocabolario magari impari a leggere. E mi raccomando continua ad andare nei locali dove si spende tanto dai 30€ in su, sono i migliori!! Poi magari sono i primi a far spesa alla metro!! Io stasera mangio una buona pizza mentre tu fai girare l’economia a modo tuo! Saluti!

    • Boni state bboni….

      @Sasagarro cosa ne pensi di questi?

      – La Milietta (Colorno) per i cappelletti
      – Il Cacciatore (zona S.p.i.p.) per la faraona
      – La Trattoria di Vigolante per osare le rane? e tutto il resto naturalmente
      – Trattoria del Grillo a Vigatto per la torta fritta, così come
      – Scarica a Vigatto
      – Romeo al Botteghino per i salumi

      Tutti gran posti e dovrebbero essere tutti ben sotto i 30! Se sbaglio correggetemi.

      prima o poi faccio un bel post anche per il resto della provincia includendo questi! Buon appetito

      • tanto che ci siamo mettiamoci anche McDonald’s così siamo a posto …carissima Gaia da te sarebbe meglio non farsi invitare a pranzo o cena, secondo me sarebbe meglio che ti dedicassi agli aperitivi … altro che Rane, dove sono le Rane a Parma? ma per favore .. ne devi mangiare di crostini …

  19. va alla gatta matta e mangia i tortelli al caffe con ripieno di ricotta e riduzione all arancia….tutti salumai e paninari e tortellari qui sopra….e il peggior gelato di parma…

  20. Vi consiglio oltre a tutta questa abbondanza anche l’hosteria del sole a santa margherita(Fidenza)ho mangiato divinamente…provate‼

  21. La trattoria che mi viene in mente quando si parla di qualità/prezzo a Parma è Sicuramente Da Antonia. (unica pecca è aperta da lunedi a Venerdi orario di pranzo)

  22. beh parlando di inarrivabile rapporto qualità prezzo ce ne sarebbero da togliere molti … e sicuramente la Brace sarebbe fuori …

  23. Ma nessuno ha parlato del belo? Avete nominato molti ristoranti e trattorie ma non potevate scordarvi questa storica trattoria al castellaro a sala baganza

  24. Articolo utilissimo e verissimo, vorrei correggere per la porta di felino, perché il Ciccio ( proprietario) ha deciso di chiamarla in “porta di viarolo” e per stare vicino alla città vorrei anche evidenziarvi locanda il saggittario vicino a Sorbolo, con tortelli di ogni tipo e Fiorentina strepitosa. Prezzo 35 euro a testa

  25. Grazie da un milanese trapiantato a Reggio Emilia, articolo e commenti (almeno quelli propositivi…) utilissimi! A Parma si mangia davvero bene, e con più scelta rispetto a Reggio. Ora però una richiesta d’aiuto: qualcuno sa dove’è finita la Signora che gestiva e ci coccolava alla vecchia Locanda del Sale a San Michele? quando hanno cambiato gestione ci sono rimasto malissimo, avevo il suo telefono ma poi ho perso i contatti. Sapete se ha aperto un nuovo posto, o se lavora come chef da qualche altra parte? Grazie

  26. Buona sera.

    Sono arrivato a questo articolo e relativa discussione, cercando pareri sulle storiche trattorie “del Grillo”, a Vigatto, e “Milla”, a Sala Baganza. Considerando soprattutto una cena di torta fritta e affettati (come priorità), ed essendo chiusa nel periodo che interessa, la mitica trattoria “Cavallo”, che invece già conosco benissimo, vi chiedo quale è da scegliere tra la “Grillo” e “Milla”.

    Grazie
    BAF

    • Aggiungo: a parte queste due trattorie, chiedo a chi è parmense, o della zona, o cmq. conosce assai bene dove mangiar davvero bene in quei posti, un’alternativa per dell’ottima torta fritta e salumi (sul modello della trattoria “Cavallo”, per intenderci).

      Grazie ancora
      BAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.