Milano. Le 10 gelaterie artigianali migliori del 2014

È arrivato il caldo, adesso si può darlo per certo. E se noi un paio di mesi fa ci eravamo portati avanti, segnalandovi 10 ristoranti dove mangiare all’aperto, adesso proviamo a mettere ordine nel reparto gelaterie. Perché se altrove per combattere la calura si va di grattachecca e granita, in Val Padana l’umidità la si combatte a suon di coni e coppette.

Che siano alla frutta o alla crema, densi o cremosi, classici o imprevedibili, a Milano i gelati proprio non mancano: basta sapere dove andare. Bando allora alle grandi catene e alle pasticcerie-con-gelato, con buona pace di Grom,  Vasa Vasa, Lato G e Riva Reno, ecco una guida ragionata su 10 coni che vi faranno prendere una dolce pausa anche dalla dieta più severa in vista dell’estate.

1. Gelato Giusto

Gelato Giusto

Qualcuno ha detto sorbetto al cioccolato? Da Gelato Giusto, ordinando quello si va sul sicuro: niente latte o panna, la cremosità la dà soltanto il burro di cacao. Ma la soddisfazione, diciamolo, arriva assaggiando anche tutto il resto. Dal mascarpone alle fragole fino alla noce di Sorrento, passando per i gusti particolari come il Macadamia Nut Brittle, qui il gelato è praticamente imbattibile.

Gelato Giusto. Via San Gregorio, 17. Tel. 02 29510284

2. Gelateria Sartori

Gelateria Sartori

Dal 1937, il chiosco della Gelateria Sartori è una delle poche garanzie sotto il cielo di Milano. Vicino alla stazione Centrale, non si può certo dire giganteggi per offerta. Qui i gusti non sono tantissimi e non c’è spazio per voli pindarici. Ma a far tante chiacchiere, si sa, sono capaci tutti. In meno, invece, sono quelli che sanno fare il gelato e Sartori ha un posto d’eccezione in questa categoria. Ottimi il nocciolato con i pezzetti di frutta secca, la mandorla e la cassata. Ah, dimenticavamo: quando il caldo picchia forte, qui viene preparata una delle migliori granite siciliane in circolazione, con tanto di brioche.

Gelateria Sartori. Piazza Luigi di Savoia, 1

3. Gelateria Della Musica

Gelateria Della Musica_Pistacchio Bronte

Quando ho voglia di pistacchio di Bronte (vale a dire, sempre) punto senza alcun dubbio sul Naviglio, direzione Corsico. Il valzer del pistacchio culmina con con quello salato e tostato, una vera poesia che rimette in pace con il mondo, e sfido chiunque lo abbia assaggiato a contraddirmi. Peccato che la voce della sua bontà – ma anche del pane, burro e marmellata e del basilico profumato al limone e della ricotta al profumo d’agrumi (scusate, ma andrei avanti per sempre perché sì, sono davvero tutti buonissimi) – si sia diffusa e ormai si faccia fatica a non dover passare qualche tempo in fila prima dell’agognato cono. Però, pare che in programma ci sia un’altra apertura. Inutile dire che da queste parti non stiamo nella pelle.

Gelateria Della Musica. Via Giovanni Enrico Pestalozzi, 4. Tel. 02 38235911

4. La Bottega Del Gelato

La Bottega del Gelato

Affidabile nel tempo e generoso nell’offerta (si può attingere liberamente da oltre cinquanta gusti alla frutta), alla Bottega Del Gelato si va più che altro quando si ha voglia, appunto, di frutta. Non che le creme non siano buone, per carità, ma qui la frutta – da quella tradizionale alla esotica – lascia senza parole. Ecco allora coni e coppette su cui svettano i sorbetti alla pera, al gelso o al frutto della passione. Pensavo non fosse possibile preferire qualcosa di così salutare al trionfo delle creme e del cioccolato, ma qui mi sono dovuta ricredere.

La Bottega Del Gelato. Via Giovan Battista Pergolesi, 3. Tel. 02 29400076

5. Artico

Artico_Nocciole

Anche Artico ormai è sulla piazza da trent’anni, grazie ad alcune solide certezze. Tra queste, senza ombra di dubbio i cioccolati (se siete dei patiti di questo incredibile produttore di serotonina, questo è il posto che fa per voi: dico solo che ce n’è di bianco con mandorle e pistacchi, di fondente con cristalli di sale rosa dell’Himalaya, ma anche quello con cannella e pinoli e il superbo cioccolato ai 7 pepi), la nocciola, la mandorla, la liquirizia (la mia preferita su tutti) e, come dimenticarla, la pinolata fiorentina.

Artico. Via Luigi Porro Lambertenghi, 15. Tel. 02 45494698

6. Il Massimo Del Gelato

Il Massimo Del Gelato

‘Vado al massimo’, cantava Vasco, una strofa a cui gli amanti dei coni e delle coppette potrebbero tranquillamente aggiungere ‘del gelato’. Storica gelateria milanese, qui ci si fa tappa più che altro per i cioccolati, cremosi e presenti all’incirca in una decina di varianti, dal nero al 100% a quello al peperoncino o alla cannella. Massimo, il proprietario, c’è da dire che però va forte anche sui sorbetti e sul pistacchio.

Il Massimo Del Gelato. Via Lodovico Castelvetro, 18| Piazza Risorgimento ang. via Pisacane. Tel. 02 3494943

7. Gelateria Prossima Fermata

Gelateria Prossima Fermata

Laboratorio a vista, cassette di frutta a testimoniare che qui i gusti sono solo quelli di stagione, alla Prossima Fermata le cose sono fatte sempre come si deve. E la stessa attenzione viene riservata anche ai vegani o gli intolleranti al latte: oltre ai gelati alla frutta e alle varietà di cioccolato, da sempre preparati con acqua, svariati altri gusti sono fatti senza latte o derivati. Per chi volesse osare, spesso si trovano anche gusti più fantasiosi, come la torta paesana (a base di cioccolato, amaretti, pinoli e uva sultanina) o la torta di zucca veneta.

Gelateria Prossima Fermata. Via Melchiorre Gioia, 131. Tel. 02 23164834

8. Souvenir D’Italie

Souvenir D'Italie

Inaugurata a marzo, questa gelateria – sicuramente la più giovane di tutte quelle finora elencate – si è già fatta notare. Un po’ per la zona super centrale, un po’ per l’impegno dichiarato di essere il primo indirizzo di una lunga lista di gelaterie artigianali intrinsecamente naturali, Souvenir D’Italie è venuto subito alla ribalta. Anche qui l’elenco per i vegani è lungo, ma da non perdere sono il fior di menta, i sorbetti alla frutta – su tutti, quello alla pesca – e il gelato alla cassata siciliana con frutta candita.

Souvenir D’Italie. Via Della Moscova, 39. Tel. 329 3114553

9. Gelateria Giova

Gelateria Giova

Pochi gusti, ancor meno metri quadrati, Giova ha aperto un anno fa ma sembra ci sia da una vita. Pera, cioccolato e pistacchio di Bronte sono i cavalla di battaglia, ma un assaggio non si dovrebbe negare nemmeno agli altri. Per esempio, ci sono (non sempre, ma quasi) il mascarpone, croccante e miele e la ricotta con gocce di cioccolato: come resistere?

Gelateria Giova. Corso Indipendenza, 20. Tel. 02 716257

10. Officine Del Gelato

Officine del Gelato

Qui, dove il fiordilatte è di casa, si viene oltre che per un buon gelato anche per i prodotti di pasticceria. Ma il gelato, ça va sans dire, conserva l’attrattiva più forte. La frutta, dalla mela verde alla pera, è quella ‘vera’ (per questo, anche i ghiaccioli sono una vera prelibatezza), e le creme sono sorprendentemente leggere.

Officine Del Gelato. Viale Monte Nero, 46. Tel.02 59904118

Adesso che vi abbiamo detto i nostri luoghi del cuore (disclaimer: trattasi di classifica definitiva fino alla prossima!) tocca a voi dirci dove il gelato è talmente buono da farvi esclamare “prova costume, cosa?”.



84 commenti su “Milano. Le 10 gelaterie artigianali migliori del 2014

      • io giro molto per lavoro e sono molto attento al buon gelato ma molto deluso di sentire che li è buono la è più buono li è meno buono provandoli tutti ma devo ritenere che nel campo non ce molta competenza ( un gelato per me e buono quando sa di quel gusto che è dichiarato e no di zuccherato nauseante o aromi inutili che coprono il suo vero gusto e non devo avere problemi di digestione) finalmente provo in una piccolissima gelateria dove non trovo nessuna immagine di nessun tipo i gestori due persone a modo ma semplici simpaticissime cordiali, o gustato un ottimo gelato non crederete che o ripetuto per 2 volte il gelato , o assaggiato la loro superba granita fatta con vera frutta una cosa da far risuscitare i morti mai mangiata cosi super, ,andate a provarla spettacolare, se avete intenzione di andare , si trova a Vigevano in piazza S. Ambrogio (pv)

  1. Non mi ritengo un esperto ma ho assaggiato i primi due in classifica.

    Mentre Gelato Giusto l’ho trovato strepitoso, quello di sartori non mi è piaciuto gran chè. Per dire preferisco Rivareno in zona Brera.

    Ma forse sono stato sfortunato io.

    Mi incuriosisce Artico con la sua selezione di cioccolati 😀

  2. Secondo me Gelato Giusto è un pò sovravvalutato. Al contrario mi permetto di segnalare la Gelateria Porta Romana in cso Porta Romana 126.

  3. Mi piace molto il Gelato Giusto, per i gusti sempre equilibrati, non sono troppo dolci nè troppo grassi, ma cremosi il “giusto”.

    Mi piace molto anche Giova, dal quale vado spesso.

    Non sono invece d’accordo sul massimo del gelato: gelati gonfi come tacchini, ne ho lasciato metà nella coppetta una sera e il mattino dopo non si era completamente squagliato, era ancora un po’ gonfio. Mi chiedo che ci mettono dentro…

    Gli altri non li ho mai provati, ma rimedierò.

  4. Per quanto mi riguarda Gelato Giusto non può assolutamente essere considerato il migliore, il gelato della Gelateria della Musica è di molto superiore.

  5. Il gelato giusto per me è numero uno a Milano. Sartori è quello che ha il rapporto qualità prezzo migliore 16 al kg contro le 22 o 23 del gelato giusto. La bottega del gelato è molto buona anche se forse la più cara a Milano e il proprietario nn eccelle in simpatia. Artico fa in gelato stugoso e forse un po’ tropo zuccherato. Manca la gelateria Umberto che nella mia classifica si pone sotto il gelato giusto, pochi gusti ma fatti sapientemente. La crema è divina! Il negozio, con il suo arredamento retró merita una visita. Anche la gelateria della musica per me è molto ma molto sopravvalutata. Ma si sa de gustibus…….

    • Umberto non è una gelateria, è un’esperienza. Io amo alla follia gli arredi e che non si sforzino troppo di essere simpatici. Per rimediare ad una pessima giornata, prendete una coppetta (il cono è tristanzuolo assai) di crema e andate a mangiarla sulle scale del cinema Colosseo, aspettando l’inizio del film, oppure portate la vostra coppetta a passeggio verso la rotonda della Besana.

      Gelato Giusto fa dei gelati belli grassi e poco dolci, proprio come piace a me. Il gusto Earl Grey è il mio preferito. Nel dubbio tra gelato e granita, scegliete il gelato.

      • ma di cosa stai parlando giargiana? umberto e’ un esperienza?? ahahah e’ un posto vecchio, stantio, rimasto cosi’ perche’ c’hanno il braccino, il gelato di una volta e’ solo un ricordo (ovviamente tu vieni dal sud e non lo sai) – ah. l’esperienza la fai quando vai e trovi chiuso, cosi’, come gli gira… cosa gli frega dei clienti, i soldi li hanno fatti…ahahah nemmeno per una imbiancata li hanno, e ci mettono pure l’indiano a servire…. ma rob de matt.

        • Dai, è sicuramente peggiorato rispetto al passato ma si difende ancora abbastanza bene, soprattutto rimane uno dei pochi che sa fare un gelato alla crema come si deve. L’indiano (che poi penso sia cingalese) comunque ci sarà da almeno vent’anni.

  6. Bella lista – d’accordo con Gelato Giusto al numero uno, costantemente ottimo e mai banale nei gusti, sia quelli classici che i piu’ sperimentali. Ho provato il gusto al te’ verde un paio di settimane fa ed era uno spettacolo.

    Sartori sempre una garanzia ma non so se lo metterei cosi in alto… per il resto piu o meno d’accordo con la lista.

    • Il the verde è uno dei pochi gusti suoi che non sopporto, però concordo, soprattutto sulle creme è la migliore, sulla frutta meno, il limone ad esempio non è eccezionale. Sartori ha un rapporto qualità prezzo imbattibile ed è tra i migliori anche sulle granite.

  7. Fino a qualche hanno fa avrei detto “il Massimo del gelato”, ma dopo che la ristrutturazione l’ha resa nell’aspetto anche nei gusti indistinguibile dagli altri, suggerisci la Latteria Medini, in lorenteggio. Puristi del gelato, preparato senza basi industriali, per i bambini il cono e’ scontato a 1.50 euro, e ogni giorno i gusti cambiano.

  8. Simpatia a parte, la bottega del gelato nettamente superiore alle altre. E… occhio al cartello ingredienti!! alcuni usano grassi vegetali (quasi sempre olio/grasso di cocco) in luogo della costosa panna…

  9. vabbè non ci siamo proprio secondo me.
    le gelateria buone bisogna andarsele a cercare e non sono mai parte di catene o progetti recenti.
    ne mancano almeno due: una è paganelli, in una traversa di fabio filzi.
    l’altra è la gelateria 54 di via canonica.
    questa c’è da almeno 20 anni, paganelli ha aperto 3/4 anni fa.
    inzomma ragazzi le cose vanno ricercate. concordo su gelato giusto, sartori e via pergolesi (carissimo però).
    tra l’altro ci sono ottimi indici per sgamare un gelato con buoni ingredienti da uno privo: è la c.d. “linea del freddo”.

    • Mi spiace deluderla, Paganelli ha aperto 20 anni fa il suo negozio in Via Adda angolo Via Fara ma il gelato lo fa da più di 80 anni (è la terza generazione!)

  10. Concordo al 100% sulla prima in classifiaca Gelato Giusto.
    Anche io al secondo posto metterei Rivareno.
    E al terzo Gelateria dell musica so difende con onore!

  11. Usciamo dai soliti schemi… usciamo dai soliti circuiti.. e proviamo Il Gelato del Walter – una gelateria artigianale di periferia (in zona Inganni/Bisceglie). La varietà dei gusti (speciale il gusto del walter!), la qualità dei gusti classici (eccellente pistacchio e nocciola), la fantasia nel proporre il cioccolato… da provare. Nulla da invidiare alle gelaterie più in voga e forse qualcosa da raccontare in piuù…

  12. Gira che ti rigira le gelaterie recensite sono sempre le stesse, che peccato! Per chi lavora sopratutto con le mani, la mente ed il cuore e che quindi lo definirei in ssoluto un’artista, un maestro, così come piace farsi chiamare Francesco Paganelli, della Gelateria Paganelli di Milano, in Via Adda angolo Via Fara aperta da vent’anni ed alla terza generazione.
    Ogni giorno si trovano trentadue gusti, frutta vera senza latte, creme particolari come l’Africa, la crema del Madagascar, i brigidini… e un’altra vera chicca sono i sorbetti al vino.

    • Sicuramente una delle migliori, soprattutto sui gusti alla frutta. Ottimo anche il rapporto qualità prezzo. Unica pecca il cioccolato, quando vado sulle creme mi tocca sempre evitarlo.

  13. Massimo del Gelato non dovrebbe comparire in questa lista, di artigianale non ha proprio nulla, la prova? prendete una vaschetta, avanzatene un po’ e lasciatela fuori frigo; il giorno seguente noterete che il gelato non è diventato liquido ma ha mantenuto la stessa consistenza!
    E’ un gelato carico di grassi idrogenati, di sano e artigianale ha molto poco.

  14. QUESTE SONO LE GELATERIE ARTIGIANALI?? GROM? RIVARENO? SICURO? FATTE DA MACCHINE INDUSTRIALI DI 5 METRI? SE PER ESSERE ARTIGIANALI BASTA AVERE UN CARTELLO “PISTACCHIO DI BRONTE IN NEGOZIO” ALLORA SIAMO TUTTI MASTRI GELATAI..E IO IL NUMERO 1, VI CONSIGLIO VIVAMENTE LA GELATERIA DELLA MUSICA IN VIA PESTALOZZI LASCIARLA FUORI DA QUESTA CLASSIFICA …UHHMMMM PUZZA DI BRUCIATO.

  15. Franco, non la vorrei deludere ma Grom e Rivareno non sono in classifica. La gelateria della musica sì, al terzo posto. Le tocca rileggere (o leggere?) il post.

  16. Sarà che è dietro casa, sarà che non ho mai visitato le prime due, ma Baci Sottozero in Piazzale Siena non ha nulla da invidiare alla Gelateria della Musica (ergo perchè neanche inserita in classifica?).
    http://www.bacisottozero.com/ – non vi linko Trip Advisor perchè sarebbe vincere troppo facile 🙂 Allontanatevi dal centro e fatemi sapere che ne pensate..

  17. Sono molto incuriosito da questa classifica, da grande fan della liquirizia dovrò fare un salto da Artico! Per il resto non ho mai provato nessuna di queste gelaterie e da fan del gelato artigianale (e non dei vari Grom, RivaReno etc.) mi sento di consigliarvi la mia gelateria preferita di Milano, il Gelatiere in Corso Lodi (vicino a Porta Romana), liquirizia fantastica ma anche Ricotta & Fico, Croccantino al Pistacchio, frutte sempre buone (anguria e melone su tutte) e molto altro! Anche le granite da favola! Da fuori non gli dareste molto, ma fidatevi che ne vale la pena!

  18. Dopo aver girovagato per praticamente tutte le gelaterie di Milano posso dire che il maestro Cardelli della bottega del Gelato e’ imbattibile… a Milano.Se ci spostiamo in Italia abbiamo delle eccellenze ancora superiori , vedi Gabriele a Vico Equense; ma a Milano non c’è partita.Una sera l’ho visto preparare il torrone di croccante a mano con le “sue” nocciole che poi sarebbe diventato gelato.”Pensavo lo comprasse già fatto” ” Sta scherzando, vero?”

  19. Se c’è Artico allora in lista non può mancare Mi Sciolgo, a Bovisa, vicino al ponte della Ghisolfa. La location non è delle migliori purtroppo ma vale la pena attraversare Milano per un insuperabile pistaccio o una mandorla indimenticabile. Ci sono sempre 2-3 gusti al cioccolato e qualche sperimentazione. Ricordo ancora il Datteri e Zibibbo o il Fichi caramellati e Noci.
    Se andate, fatevi pure una chiacchierata con Vincenzo, il proprietario, per sapere da dove arrivano gli ingredienti.

  20. Carissimi critici del gelato…non so su quali aspetti siano basate le vostre analisi! Ho avuto il piacere/dispiacere di provare il gelato della gelateria “gelato giusto” (primo nella vostra classifica) e credo con tutta onestà che non si avvicini neanche lontanamente a quello della “gelateria della musica”( terza nella vostra classifica)!!

  21. Ma per scrivere che “Gelato Giusto” sta al primo posto in classifica, spero vi abbiano pagato profumatamente!!! A voi giornalisti o pseudo tali consiglio tutti e tre i tipi di pistacchio della “gelateria della musica” e dopo aver fatto un mea culpa di almeno due settimane accingetevi a scrivere recensioni in “fatto di gelato”.

  22. Il Massimo del Gelato per me è il migliore della mia lista e utilizza ingredienti di prima scelta, sono esposti a vista nella gelateria. Le gelaterie che non sanno fare i gusti nocciola e pistacchio non li considero e in questa lista alcuni dovrebbero andare a ripetizione dal Signor Massimo che merita di più, non l’ho mai conosciuto, ma mi dicono che è un maniaco della perfezione, sul gianduia ci ha lavorato due anni prima di essere soddisfatto. I gusti alla frutta? La pera è sorprendente.

  23. Gelato Giusto rappresenta un modo raffinato di concepire il gelato. L’alta pasticceria che incontra coni e coppette in un risultato eccellente.
    Lontano dai gusti carichi, troppo dolci o troppo coprenti di altri posti, il vero piacere è scoprire sapori classici e accostamenti originali.
    Da gourmet.

  24. Sono d’accordissimo con Gelato Giusto primo in classifica: solo lì si ha la certezza che il gelato sia preparato come si deve, con il meglio delle materie prime. Il risultato infatti è parecchio sopra tutti gli altri, mai assaggiato un gelato così buono! E poi la varietà di gusti fa il resto: c’è sempre una scelta ampia tra gusti classici e gusti particolari!
    Anche Sartori al secondo posto ci sta, le granite sono eccellenti. Quello che non capisco è la Gelateria della Musica al terzo posto: il suo gelato non ha nulla di speciale, probabilmente è il suo nome che fa solo tendenza…

  25. Premesso che non esiste ovviamente una gelateria migliore in assoluto, come non esiste un ristorante migliore in assoluto, questa classifica per la mia esperienza é piuttosto azzeccata, io trovo molte delle gelaterie indicate ottime, trovo il Gelato Giusto delizioso e la cura con la quale vittoria fa i suoi gelati tra l’ammirevole e il maniacale.

    Certe opinioni che la attaccano senza poi dire di fatto nulla le trovo un poco dubbie, a pensare male si fa peccato, ma si indovina.

    O no?

  26. Ma questi sono tutti gelati idrogenati e non artigianali: Gelateria prossima fermata, Officine del gelato, Il massimo del gelato.

    Una gelateria artigianale è la Gelatera54 in via Canonica al 54. Andate a vedere la differenza tra quello artigianale e questi. Scusate eh

    • Sì, la 54 in effetti è una delle poche che lo fa ancora “all’antica”, però in quel genere preferisco Bottega del Gelato e Paganelli.

  27. Gelato Giusto??? Lo trovo in tutte le classifiche…direi che è proprio supervalutato. é così giusto e proporzionato che è quasi insapore..ma a ognuno i suoi gusti. Massimo del gelato, buono all’inizio, poi un mattone per tutto il resto della giornata. gonfiatissimo.

  28. La gelateria della musica la frequento da alcuni anni. Io preendo sempre il cono con 3 gusti.
    Prima costava 2.50euro e ti davan la cialda e sopra il gelato ti mettevan il biscottino rotondo. L anno scorso o due anni fa il prezzo e aumentato di 20 cent . Questanno e aumentato di 10 cen5 ulteriori.
    Quando lo hanno aumentao a +20fent mi arrabbiai. Xo nn ci rimasi troppo male xche la gelateria in piazza agrippa lo porto a 3 euro anziche 2.50euro dell anno prima.
    In questi due ultimi anni sto cercando una gelateria miglikre xche la gdmusicanproponova tanti gusti cioccolato e pistacchio. Questa estate sembra essersi calmata. Com3 gusti speciali uno dei migliori e il moijto.
    Ma ce ne son diversi che skn buoni.
    Basta gusti cioccolato o pistacchio o nocciola o crema.
    Gusti speciali era famosa la gelateria 100gusti ma e stata chiusa nel 2013 era situata in piazzale lagosta.
    Ho provatk mißter gel in c.so san gottardo ma nn credo di ritornarci

  29. Io segnalerei anche in zona Lambrate Aloha (più per le granite forse però) e Elio Bigoni, in zona Navigli Na Ranita, in zona Crocetta Pasticceria Paradiso e in zona Solari Naninà.

  30. Una scoperta scovolgente!!!

    Gelateria Carapina, a Milano in via dei TRansiti
    Pistacchio da urlo, così come il lampone
    Ne vale a pena

  31. Segnalo una sorprendente Gelateria CARAPINA a Milano in via dei Transiti.
    Rimarrete colpiti dal gusto, dalla cremosità e dal profumo di questi prodotti.
    Io sono rimasto colpito!!!

  32. Per chi cerca un vero gelato artigianale segnalo frozen yogurt gelato ecologico in via Ravizza. Molti tra quelli segnalati non hanno nulla di artigianale, basta vedere quanto sono gonfi.

  33. per me le migliori sono:
    a)la bottega di Nonno Grasso: crema e cioccolato per me ancora i migliori di Milano
    b) la bottega del gelato di via pergolesi
    c) pasticceria Paradiso c.so di porta Vigentina
    d) Umberto piazza V° giornate

  34. I gusti sono gusti e per giudicare a fondo una gelateria bisognerebbe assaggiarli tutti, mentre ognuno di noi si limita ad assaggiarne un paio ed esprimere un giudizio.
    Io li ho provati tutti e Vi consiglio di passare dalla CIRIBICIACCOLA in viale romagna 10.
    Ci sono sempre novità. Ora è appena nato il gusto Sacher: provare per credere. Inoltre 4 tipi di cioccolati e poi gli “innesti” di frutta, come il Bananas (banana e ananas) o il Lampillo (lampone e mirtillo) oppure l’Agrumatto (mix di agrumi, limone arancio mandarino e kiwi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.