Il gelato è gourmet da Pino Cuttaia, due stelle Michelin in Sicilia

brioche gelato pino cuttaia uovadiseppia

Il gelato bistellato di Pino Cuttaia è la nuova proposta di Uovo di Seppia, il food-store a Licata che prende il nome dal piatto icona del ristorante La Madia.

E’ l’ennesima conferma di come questo dolce si sia trasformato in una proposta gourmet che ha attirato l’attenzione di molti chef in ogni parte del mondo e va anche oltre le classifiche delle migliori gelaterie.

Se in Italia ricordiamo la sfortunata esperienza della gelateria L’Altro di Brescia (spin-off del Miramonti L’altro di Philippe Leveille), in Spagna a Girona è stata Rocambolesc di Jordi Roca a proiettare nel futuro il mondo del gelato iberico. In attesa dell’apertura in California della ‘Bouchon Creamery’ di Thomas Keller del The French Laundry.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Pino Cuttaia, fresco reduce dai festeggiamenti per i 40 anni del Piccolo Lago di Verbania dello chef Marco Sacco.

Pino Cuttaia

“Il mio è un gelato pensato da un cuoco che vuole rispettare e ritornare all’artigianalità di questo alimento. Al contrario dei piatti di un ristorante in cui domina la trasparenza, ho deciso di  utilizzare le carapine di una volta per celare il gelato, facendo aumentare così la curiosità di sapere cosa c’è dentro. Ricordo quando da bambino  in paese arrivava il gelataio sull’ape, e di come  riuscissi a riconoscere la zuppa inglese solo dal profumo, ancor prima di sbirciare dentro i pozzetti per scoprirne i gusti. Il gelato gourmet per come lo intendo io, insomma. Voglio che solletichi la nostalgia del passato facendoci ritornare i bambini che eravamo”.

cassata gelato pino cuttaia uovodiseppiaconi gelato pino cuttaia licata

Si potrà portare anche a casa (insieme ai ‘pezzi duri’ della tradizione, cassate gelato e zuccotti su ordinazione) oppure assaggiarlo nelle cialde che verranno preparate a mano al momento.

“Ritengo che il gelato studiato da un cuoco sia diverso da quello che propone un gelatiere. E’ più complesso e affinato perchè nella sua formulazione il cuoco può sfruttare tutta la sua esperienza derivata dalla parte salata e dalle contaminazioni che la cucina può proporre”, continua Pino Cuttaia.

A Uovo di seppia ci saranno sempre a disposizione sei gusti diversi scelti a rotazione stagionale tra i classici della gelateria.

Si parte con l’immancabile pistacchio ed il limone siciliani, e poi cioccolato (fondente al 70%), nocciola Piemonte,  zuppa inglese ed il marsala dello zabajone.

[Immagini: uovodiseppia]



5 commenti su “Il gelato è gourmet da Pino Cuttaia, due stelle Michelin in Sicilia

  1. Sinceramente non comprendo cosa ci sia di particolarità in questa proposta. A parte il fatto che quel tipo di gelato di solito non si trova nei ristoranti, a parte il fatto che lui utilizzerà certamente materia prima di primissima qualità, per il resto basta entrare in qualsiasi buona psticceria della Sicilia orientale (in primis Catania e Acireale) per trovare quel tipo di gelato. Mah….

    • Nulla da eccepire su Messina. Quanto a Noto la pasticceria di quel paese è apprezzata in larghissima parte fuori dalla Sicilia solo grazie alle notevoli capacità promozionali di chi sappiamo noi. Poi, ovviamente, ogni gusto è lecito. Resta comunque il fatto che il gelato di Cuttaia è tutt’altro che una novità per chi conosce pasticceria e gelateria siciliani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.