Milano. I Cento migliori ristoranti: 50 Top e 50 per spendere meno di 35 €

ristoranti Milano 100 migliori guidaDomani arriva in libreria libreria l’edizione 2016 della guida I Cento di Milano, cioè i 100 migliori ristoranti meneghini secondo il trio di curatori Cavallito & Lamacchia e Iaccarino della collana che ha edizioni anche a Roma e Torino (e c’è stata anche Bari che ha aperto polemiche a non finire).

Per il terzo anno consecutivo, “I Cento di Milano” seleziona le 100 migliori tavole della città suddividendole in due categorie.

Le 50 migliori trattorie con osterie regionali, bistrot gastronomici, ristoranti etnici e tanto altro, sotto il denominatore comune POP del prezzo contenuto, elencate in ordine alfabetico

E poi la classifica (severa ma giusta, così come la vogliono i curatori) delle 50 tavole per una cena da capogiro cioè i ristoranti TOP della città.

Al solito, per TOP si intendono locali dove si spende più di 35 €, mentre per POP si intendono quelli dove si mangia con meno di 35 €.

Per comprendere al meglio la suddivisione, va specificato è indicato il “prezzo medio”, cioè due piatti – primo e secondo – più un
antipasto o un dolce. Se vi sfondate o ordinate fiumi di champagne il discorso cambia.

Le novità sono molte: 19 locali su 100 fanno il loro ingresso in guida nell’edizione 2016, che mantiene il suo aspetto maneggevole e rapido (e il prezzo di 9,90 €).

E poi ci sono i premi.

Ma partiamo con la classifica dei migliori.

La 50 Top ristoranti Milano 2016

Enrico Bartolini

  1. Devero Ristorante – Devero Hotel
  2. Ristorante Cracco
  3. Il Luogo di Aimo e Nadia
  4. D’O
  5. Ristorante Berton
  6. Essenza Ristorante
  7. Joia
  8. Tre Cristi Ristorante Milano
  9. Tokuyoshi
  10. Il Manna
  11. Sadler
  12. Il Ristorante Trussardi alla Scala
  13. Unico Milano
  14. Ristorante Vun
  15. Fukurou
  16. 28 posti
  17. Trattoria del Nuovo Macello
  18. Al Mercato
  19. La Maniera di Carlo
  20. Wicky Wicuisine Seafood Restaurant
  21. Al Pont de Ferr –Osteria con Cucina
  22. Ristorante Al Peck
  23. Erba Brusca
  24. Michelangelo Restaurant
  25. Yuzu
  26. Ratanà
  27. Alice Ristorante – Eataly
  28. Spazio Milano – Mercato del Duomo
  29. Chic’n Quick Trattoria Moderna
  30. Armani Ristorante
  31. Iyo
  32. Yoshi Ristorante Giapponese
  33. Ristorante Rovello 18
  34. La Malmaison
  35. Ristorante Oltremare – Boscolo Hotel
  36. Ceresio 7
  37. La Griglia di Varrone
  38. Bon Wei
  39. Il Liberty
  40. Asola – Cucina Sartoriale
  41. Langosteria 10
  42. Osteria Brunello
  43. Sarla Ristorante Indiano
  44. BA Asian Mood
  45. La Bottega del Vino
  46. Carlo e Camilla in Segheria
  47. Mantra Raw Vegan
  48. Björk – Swedish Brasserie & Side Store
  49. Filippo La Mantia – Oste e Cuoco
  50. Al Fresco

Le 50 migliori trattorie di Milano nel 2016

sciatt à porter Valtellina Milano

  1. A Casa Eatery
  2. Acquacheta – Braceria con Cucina
  3. Al Mercato Noodle & Hot Dog Bar
  4. Antica Hostaria della Lanterna
  5. Bottiglieria Trattoria da Pino
  6. Cooperativa La Liberazione
  7. Crota Piemunteisa Trattoria
  8. Dicocibo
  9. Eataly – Ristorantini
  10. El Chorrillano
  11. Esco – Bistrò Mediterraneo
  12. Fishbar de Milan
  13. Il Piacentino
  14. Il Trullo
  15. J’S Hiro Cucina Giapponese
  16. Joy Grill
  17. La Bettola di Piero
  18. La Rivendita Alimentare
  19. La Vecchia Latteria
  20. LadyBù
  21. Mandarin 2 Ristorante Cinese
  22. Mangiari di Strada
  23. Osteria Alla Grande
  24. Osteria del Biliardo
  25. Osteria del Treno
  26. Osteria della Pasta e Fagioli
  27. Pastamadre
  28. Pisacco Restaurant & Bar
  29. Poporoya Sushi Ya
  30. Rebelot del Pont
  31. Refettorio Simplicitas
  32. Ristorante Cinese Lon Fon
  33. Ristorante Dongiò
  34. Ristorante Pizzeria Da Franco
  35. Ristorante Trattoria Il Carpaccio
  36. Sciatt à Porter
  37. Serendib Ristorante Indiano & Sri Lankese
  38. Sumire
  39. Taglio Caffè, Cucina, Bar, Emporio
  40. Trattoria Albero Fiorito
  41. Trattoria Bolognese da Mauro
  42. Trattoria Casottel
  43. Trattoria da Abele
  44. Trattoria della Gloria
  45. Trattoria La Rava e La Fava
  46. Trattoria Madonnina
  47. Trattoria Sabbioneda da Romolo
  48. Trippa
  49. U Barba – Osteria Genovese e Bocciofila
  50. Un Posto a Milano Cucina, Bar e Foresteria

I Premi della Top 100 del 2016

Nell’edizione 2016 de I Cento vengono assegnati:

– Premio Miglior Ristorante di Milano 2016 al Devero Ristorante di Enrico Bartolini
– Premio Miglior trattoria 2016 all’ Ostetia alla Grande
– Premio Lavazza “Una grande promessa” a Diego Rossi del Trippa
– Premio Lucano “Osti che sorridono” a Pastamadre
– Premio “La cantina curiosa” a Ratanà

Ora a voi. Siamo sicuri che avreste voluto anche la classifica POP, ma c’è modo di rimediare: diteci almeno il vostro P(OP)odio.

O siete quelli che esistono solo Espresso e/o Gambero Rosso?



12 commenti su “Milano. I Cento migliori ristoranti: 50 Top e 50 per spendere meno di 35 €

  1. che classifica ridicola, al fresco tra i primi 50 fa ridere (basta guardare le recensioni in giro…) questa e’ la classifica dei ristoranti + di moda di milano, non certo dei migliori.

  2. solite classifiche. Poi si lamentano di tripadvisor… nei top 50 non c’è nessun criterio. Nelle trattorie, peggio. Dai, il piacentino? davvero?

    • Scusi Andrea, ma come fa a dire che non c’è criterio se non ha letto la guida che spiega quali sono i criteri della guida? Non dico che la debba comprare, ma magari la sfogli in libreria e poi ci fa tutte le critiche che crede. Compreso tirare in ballo tripadvisor.

      • L’accontenterò sicuramente, sfogliando anche questa guida. Non parto prevenuto, ma leggendo la classifica qualche domanda me la faccio. Ci sono locali palesemente di livello diverso nella medesima classifica: e lo dico perché in molti di quei posti ci mangio a prescindere dai criteri guida della guida. Poi, ovvio: è il mio parere che vale quanto quello della guida o quanto il Suo.
        Per quanto riguarda tripadvisor, si cerchi gli n articoli di Scatti contro l’illogico algoritmo di classificazione dei ristoranti, per capire che in fin dei conti, una classifica redatta dal popolo vale tanto quanto quella stilata da professionisti e disponibile in libreria.

    • Quoto e rilancio con il Mamai. Manca Alfieri all’Umanitas (anche se aperto recentemente). A me colpisce anche l’assenza di Tano nei top 50: potrei anche essere d’accordo, ma se manca Tano Simonato, perchè mettere il Sarla, Mantra Raw e Carlo & Camilla?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.