Lezioni di miele. 6 mieli all’eucalipto che non sono solo rimedi contro raffreddore e tosse

miele

Si è soliti credere che il miele di eucalipto abbia proprietà terapeutiche contro il mal di gola e i raffreddori invernali e che vada perciò impiegato nella preparazione di tisane calde o nella classica miscela di latte caldo e miele. Difficile trovare un fondamento a questa credenza che attribuisce le stesse proprietà terapeutiche dell’olio essenziale (estratto dalle foglie di eucalipto) al miele da cui viene prodotto. Ciò non significa che esso non sia efficace negli usi terapeutici dei malanni stagionali, ma che semplicemente non lo sia più di altre tipologie di miele.

Al contrario, invece di relegarlo semplicemente all’ambito terapeutico, si tratta di un miele da consumare ad ampio raggio: dalla colazione all’abbinamento con i formaggi.

Il miele di eucalipto è un miele complesso, dai profumi e dal gusto insolito, che non troverete facilmente in altre tipologie di miele. In questo periodo alla vista si presenta cristallizzato; le tinte che assume oscillano tra l’ocra, il beige con un sottotono freddo talvolta tendente al grigio. Dovete immaginarlo come un miele d’impatto, mediamente dolce (quindi perfetto per chi non ama i mieli troppo dolci) che nella cristallizzazione produce, talvolta, piccole striature bianche a contrasto con il vetro del vasetto. Nessun problema: si tratta di sacche d’aria legate alla cristallizzazione che non ne alterano minimamente la qualità. Se l’aroma della maggior parte dei mieli risponde alla dicitura “fruttato” e “floreale”, per il miele di eucalipto si ricorre al termine “animale”: ed è chiaramente tutto un programma.

È un miele arduo, dagli aromi forti che richiamano i funghi secchi o il brodo di carne, ma che in bocca provoca grandi flessioni di sapori: totale assenza di amarezza, una sapidità pronunciata e un gusto che ricorda le caramelle mou con note varie di liquirizia. Viene prodotto soprattutto sulle coste di Sicilia, Sardegna, Calabria e Lazio (in particolare nella zona dell’Agro Pontino dove fu piantato in passato, per la bonifica delle aree paludose).

Come sempre ve ne segnalo quelli di grande qualità e piacevolezza.

1. Miele di eucalipto Apicoltura Isca ‘e’ Muras

miele di eucalipto Isca

Regione di produzione: Sardegna

Tra i Nuraghi di Barumini, nel cuore della Sardegna, si aggirano le api di Isca ‘e’ Muras, piccola azienda di apicoltura che insieme al proprio miele, invasetta passione e storia millenaria. L’equilibrio al naso e in bocca di questo miele di eucalipto è straordinario: vi sono presenti tutte le caratteristiche tipiche dell’eucalipto, ma senza che nessuna sia preponderante sulle altre, con una nota calda però al palato e una bella dose di liquirizia nel retrogusto. Non è un caso che il concorso dei grandi Miele d’Italia lo abbia premiato con le tre gocce d’oro. Un miele da avere e riavere.

Riconoscimenti: Tre Gocce d’Oro – Grandi Mieli d’Italia 2015

Apicoltura Isca ‘e’ Muras. Via IV Novembre, 3. Barumini (VS). Tel. +39 070.9368471

2. Miele di eucalipto Apicoltura Mauro Lai

miele di eucalipto Mauro Lai

Regione di produzione: Sardegna

La zona della Sardegna in cui Mauro Lai svolge la propria attività la dice lunga sulla propensione di queste terre alla pratica dell’apicoltura. Nella zona sorgono Nuraghi soprannominati “Domu Is Abis”, casa delle api, a testimoniare una storia antica del rapporto tra l’ape e l’uomo. E da artigiano di questa magnifica arte, il signor Lai produce il suo miele di eucalipto spostando le proprie arnie verso le zone costiere. Assai bilanciato nei sapori, non troppo persistente al palato con la tipica nota di liquirizia, questo miele presenta una sapidità molto interessante da sfruttare senz’altro nell’abbinamento con i formaggi.

Riconoscimenti: Due Gocce d’Oro – Grandi Mieli d’Italia 2015

Apicoltura Mauro Lai. Via Municipio, 10. Ballao (Caglairi). Tel. +39 333.9221466

3. Miele di eucalipto Apicoltura Paolo Serra

miele di eucalipto Serra

Regione di produzione: Sardegna

Da quarantadue anni Paolo Serra apicoltore in Terralba (OR) si prende cura delle proprie api dislocate in varie località della Sardegna (soprattutto nei territori circostanti Oristano). Il suo eucalipto pluripremiato porta con sé una bella storia iniziata all’età di sei anni, quando suo padre gli regalò due bugni dai quali apprese l’arte antica dell’apicoltura. Intenso ed equilibrato al naso, questo eucalipto presenta un’ottima cristallizzazione: se lavorato un po’ con il cucchiaino, diventa piacevolmente cremoso. Non eccessivamente prepotente al palato, molto mitigata da una lieve dolcezza risulta la nota finale di liquirizia.

Riconoscimenti: Primo Premio – sezione miele di Eucalipto – Concorso miele “Roberto Franci” – Montalcino; Una Goccia d’Oro – Grandi Mieli d’Italia 2015

Apicoltura Paolo Serra. Terralba (Oristano). Tel. 

4. Miele di eucalipto Apinath

miele di eucalipto Apinath

Regione di produzione: Sardegna

Non distante da Oristano, l’apicoltura Apinath è un’altra bella scoperta che parla della profonda dedizione in Sardegna per l’apicoltura e la produzione di miele. Nath – dal sanscrito – significa “Signore” e questo miele di eucalipto del “signore delle api” presenta caratteristiche di gusto e aroma che lo rendono in parte più morbido, probabilmente per la presenza di qualche fioritura che stempera un po’ la durezza ‘animale’ dell’eucalipto. Meno pungente al naso e più dolce nel retrogusto, è un eucalipto perfetto per una tisana o da aggiungere nel latte caldo (ma non bollente!).

Riconoscimenti: Una Goccia d’Oro – Grandi Mieli d’Italia 2015

Apinath. Località Masongiu – Marrubiu (Oristano). Tel. +39  078386319

5. Miele di eucalipto Apicoltura Carlo Amodeo

miele di eucalipto Amodeo

Regione di produzione: Sicilia

Dalla Sardegna alla Sicilia, le api nere di Carlo Amodeo – presidio slow food di grande interesse – non potevano non consegnarci il loro eucalipto, meno intenso al naso di quello sardo, decisamente importante però al palato; insieme alle tipiche note del miele di eucalipto porta con sé una dolcezza – oserei dire, quasi agrumata – che sussiste in bocca con intensità lasciando poco spazio alla nota di liquirizia.

Apicoltura Carlo Amodeo. Contrada Madonna Diana. Termini Imerese (Palermo). Tel. +39 091 5079484

6. Miele di eucalipto Mielizia

miele di eucalipto Mielizia

Regione di produzione: Calabria, Sicilia, Lazio

Mielizia presenta due diverse tipologie di miele di eucalipto: quello in vasetto, che assembla miele prodotto in Lazio e in Calabria (lo trovate nel vasetto di vetro) e quello prodotto in Calabria e Sicilia (che trovate nel vasetto di carta biodegradabile). Entrambi importanti al naso con forti note animali di funghi e di brodo di carne, più intenso quello di Calabria e Sicilia, più temperato e caldo quello di Lazio e Calabria: a voi la scelta!

Mielizia. Via Idice, 299. Monterenzio (Bologna). Tel. +39 051 6540411

E voi, conoscevate il miele di eucalipto? Vi piace più di quello di castagno perché potete curare anche il raffreddore?

[Immagini: Il Punto Salute, Giacomo Petrarca]

Lezioni di miele

miele

  1. Le 6 regole base per sceglierlo buono
  2. Il castagno migliore in 6 magnifici indirizzi
  3. Tre panettoni perché il Natale sia ancora più dolce
  4. Il migliore per 8 irrinunciabili dolci di Natale
  5. 5 varietà rare di miele da abbinare ai formaggi


5 commenti su “Lezioni di miele. 6 mieli all’eucalipto che non sono solo rimedi contro raffreddore e tosse

  1. Io non sono un amante del miele in generale, lo sento troppo invadente. Ma degustare il miele come se fosse vino me lo fa vedere sotto una nuova luce :).
    Ho trovato stupendo un altro miele sardo, il miele di asfodelo, che però non ho mai più trovato qui a Roma. Se conosci qualche produttore nel Lazio degno di una visita fammelo sapere pkease. Grazie!

    • Grazie per il suo commento e per l’apprezzamento. Sono convinto che il mondo del miele sia talmente ampio da offrire una tipologia adatta per ogni gusto personale. Parlerò più avanti dell’asfodelo, un miele che amo molto. I migliori vengono prodotti soprattutto in Sardegna e in Corsica e ovviamente in altre aree mediterranee, dove la concentrazione del fiore è molto alta. Dia un’occhiata al sito di qualche produttore sardo che menzionato nei vari articoli, ne troverà sicuramente di eccellenti!

      • Salve .. peccato che nella lista qua sopra nn sia menzionata L’isola del miele di Giorgio Saba di Gonnosfanadiga, anche lui premiato con 2 gocce d ‘ oro per il miele eucalipto e una goccia per l asfodelo

    • anch’io mi sono appassionata al miele di asfodelo Apinath comprato in Sardegna. A Roma ho trovato un miele di asfodelo da Castroni, sempre sardo, non buono come quello Apinath ma quasi.

  2. Grazie per le note, ma soprattutto per gli indirizzi, utilissimi a noi golosastri di miele.
    Segnati, registrati, provvederò la prossima estate, quando tornerò nell’Isola 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.