Venezia. La classifica per mangiare le migliori fritole, o frittelle, a Carnevale

Carnevale Venezia

Il Carnevale di Venezia sta per arrivare. La città si dipinge di colori, coriandoli, bellissime maschere, abiti d’epoca, sontuose feste a palazzo. La contagiosa allegria attira centinaia di migliaia di turisti che si riversano per calli e campielli.

E ci saranno anche gli appassionati di gastronomia che già sanno quali bacari scegliere grazie a Scatti di Gusto. Li avete in elenco divisi per prezzo e per sestieri.

Indiscussa regina della tradizione veneziana durante il carnevale è Ea fritoea venexiana (la fritella veneziana) che trovate in bella mostra in tutti i caffè, bar, ristoranti ed alberghi della città.

Da sempre considerate dolce nazionale della Repubblica Serenissima in tutto il territorio veneto-friulano fin quasi alle porte di Milano, le fritole e i fritoleri hanno una storia lunghissima.

Ma voi vorrete sapere dove acquistarle e io vi ho creato la mappa delle migliori frittelle veneziane perché non c’è Carnevale senza fritole.

1. Nonno Colussi

Dal 1956 Nonno Colussi produce i suoi dolci (compresa la famosissima fugassa, la focaccia Veneziana che è una sorta di Pandoro mille volte più genuina e buona, soffice come un cuscino di piuma), esclusivamente nel laboratorio a vista all’interno del suo negozio. I dolci del “nonno” Colussi sono molto apprezzati e, a detta dei veneziani, questa è una delle migliori pasticcerie di Venezia.

Nonno Colussi, negli ultimi anni affiancato dalla bellissima nipote Marina di 23 anni, tutte le mattine, nonostante i suoi 80 anni, si reca in negozio a preparare dolci per l’affezionata clientela. Le fritoe le impasta e le frigge proprio come facevano i fritoleri del ‘600 con la stessa forma che non è quella usuale dei bar e pasticcerie (tonda) ma a ciambella, col buso.

Per quelle ripiene invece (crema e zabaione) l’impasto è diverso, assomiglia più ad un bignè e la forma è quella della frittella contemporanea: tonda.

Prezzo: 1,50 €

Calle Lunga San Barnaba, Dorsoduro 2867A tel. 041 / 5231871 chiuso Lunedì/Martedì

2. Pasticceria Tonolo

Tonolo Venezia

Dal 1886 una delle Pasticcerie più note e rinomate della città. Frequentata da Veneziani, ed ovviamente turisti (consigliati dai locali), è sempre presa d’assalto non solo per la prelibatezza di paste e brioche ma anche per il prezzo contenuto e per le porzioni abbondanti dei dolci.

Potete trovare una varietà di Frittelle di Carnevale, sia la classica con uvetta, che con crema chantilly (buonissima e molto delicata), ripiena alle mele (versione veronese, tagliate a fettine sottilissime) ed allo zabaione o al cioccolato.

Peccato per il poco spazio che non permette di sedersi e gustare con tutta calma gli invitanti dolci. Ed in periodo di Carnevale, con le frittelle collocate proprio all’entrata, si forma un vero e proprio imbottigliamento.

Prezzo: 1.20 €

Crosera San Pantalon, Dorsoduro 3764.  Tel. +39 041.5237209 

3. Laboratorio Castelli

frittole Laboratorio Castelli

Uno degli ultimi laboratori di vera pasticceria ancora esistenti a Venezia. Marco Feltrin, il titolare, resiste ed è presente in laboratorio tutti i giorni. Da oltre 30 anni delizia i clienti di: bar, pasticcerie, ristoranti ed alberghi veneziani. Sforna giornalmente brioche, frolle, crostate, muffin, torte, pizzette, salatini e molto altro. Mitiche (e quasi introvabili nei bar veneziani dove oramai, molti usano comprare quelle surgelate) le sue brioche alla crema pasticciera e chantilly così come le sue frittelle veneziane, preparate sia classiche che con zabaione, e/o con delicata crema chantilly.

Prezzo al pubblico: tra 1 € e1,20 €

San Marco 3994.  Tel. 041 5235715

4. Rosa Salva

Frittelle veneziane e chiacchiere

Un nome, una garanzia. Abbiamo incontrato il mitico Ermenegildo Rosa Salva per farci speigare come a Venezia, unico in città, faccia da 50 anni le zeppole di San Giuseppe come da tradizione napoletana.

E non potevo che tornare per assaggiare le fritoe, prodotte anche qui alla vecchia maniera, col buso (con buco), sfornate giornalmente vengono poi distribuite nei vari punti vendita Rosa Salva di Venezia e Mestre. La versione classica, con uvetta e pinoli, affianca la produzione di quelle con crema pasticciera e zabaione.

Prezzi: 1,50 € le veneziane. Ripiene 1,70 €

San Marco 950. Calle Fubera.

5. Pasticceria Majer

Un’altra pasticceria istituzione a Venezia con i suoi 8 punti vendita sparsi per la città, isole (Giudecca) incluse.

Frittelle veneziane classiche, oppure nelle versioni con crema, zabaione, cacao e…..ricotta!!!

Prezzo: 1,50 €

Piazzale Roma, 287/A. Tel. 041 722871

6. Pasticceria Marchini

fritola pasticceria Marchini

L’attività della Famiglia Vio è presente a Venezia da oltre 40 anni. Dal 1974 produce e rivende la sua collezione di dolci tradizionali di alta qualità: gli “Antichi Golosessi Venexiani”. Giancarlo Vio, il capostipite, è affiancato nella gestione dalle figlie Ornella e Alessandra. Vasta scelta di dolci e salati per aperitivo e pausa pranzo. Anche qui, l’unica pecca è la mancanza di tavolini, ma in compenso, vi sono delle mensole lungo il perimetro della vetrina dove appoggiarsi e gustare con calma la fritoea.

Prezzo: 1,50 €

San Marco 4589. Tel. +39 041 241 3087

Frittelle vegane

Fuori classifica vi consiglio le frittelle vegane che Luisa Gross e Katia Zecchin realizzano per l’Associazione Olisticamente Venezia .

Luisa e Katia sono due cuoche entrambe vegane da anni. E hanno convinto anche me che non sono vegana.

La preparazione è pressoché identica a quelle tradizionali non vegane, ma – ovviamente –  non contengono prodotti animali. Possono essere con e senza uvetta , farcite con Crema pasticcera veg e Veghella (Nutella vegana). Una delizia!!!

Prezzi: 1 € e 1,30 con la crema

Punto Vegano su ordinazione presso “Biagjio”, Castello 3467, Salizada dei Greci.  Tel 347.2545232

Mi piacerebbe vedere i vostri #ScattiDiGusto.

Oltre a consigli e suggerimenti, buon Carnevale, ovunque voi siate.

E ricordatevi che moltissime sono le iniziative organizzate e proposte dal comune di Venezia, dai Musei Civici e da privati, per grandi e piccini.

[Immagini: Silvana Di Puorto, Cinzia Cincin, Facebook]



8 commenti su “Venezia. La classifica per mangiare le migliori fritole, o frittelle, a Carnevale

  1. bellissimo, come sempre, questo post! Davvero interessante questo tour della “fritoea” che include anche il vegano di Katia e Luisa, ottimo! All’arrembaggio dunque!Viva il Carnevale di Venezia

  2. Grazie infinite Marisa, attenta e gentile come sempre. Sono curiosa di sapere quale sia la tua fritoea preferita (come forma e produttore)… ✌️

  3. Se non è scomparso di recente…io preferisco di gran lunga Rizzardini a San Polo…di seguito Tonolo. Rosa Salva la cancellerei…per quanto riguarda gli altri, andrò a sperimentare 🙂

    • No, Antonella, Rizzardini non e’ Scomparso. Sono passata un paio di volte per assaggiare le frittelle, ma ho trovato chiuso. Mi spiace ma non ho potuto metterle in classifica. Comunque lo scorso anno erano molto buone! Ci riprovo il prossimo anno, perché ora – ad articolo concluso- mi metto a dieta 😉

  4. Oltre Venezia ci sono i VENEZIANI profughi a Mestre!!! Per me le Fritole della Loredana ( via Bissuola ) sono da Guiness della Bontà nella tradizione……senza pastroci aggiunti.

    • Lei ha ragione Marino! Ma il Carnevale che però richiama turisti da tutto il mondo è in isola. Ed è per questo che siamo rimasti in centro storico. Difficilmente un turista che viene a vedere le maschere in piazza San Marco, si muoverà verso Mestre per mangiare una fritoea, mi spiace. Anche se sono certa, eccellenze gastronomiche le troviamo sparse su tutto il territorio Mestrino. Io Verrò a provare le fritoe della Loredana, grazie per la segnalazione 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.