50 Best 2017, cioè i migliori 50 ristoranti del mondo

L’Italia migliora, ma perde. I risultati della The World’s Best Restaurants 2017 consegnano un quadro che lascia un po’ di amaro in bocca.

Massimo Bottura è 2° e con la sua Osteria Francescana deve cedere il gradino più alto del podio che corrisponde al ristorante migliore in Europa.

Va meglio la situazione complessiva con tre ristoranti italiani che si piazzano nei primi 50.

Al n. 15 c’è Piazza Duomo con Enrico Crippa; al n. 29 Le Calandre dei fratelli Alajmo; al n. 43 festeggia Niko Romito con il Reale.

4 tristellati Michelin italiani riescono dunque a entrare nella classifica più cool e chiacchierata del momento.

La 50 Best Restaurants festeggia la 15ma edizione con formula invariata: una classifica mondiale dei migliori ristoranti su cui, in Italia e non solo, si adombra il sospetto del voto di scambio con le lobby che decidono chi mandare nell’Olimpo: La Top Ten, il podio con i magnifici tre, il Numero Uno che avrà onori e gloria per un anno.

Gli Italiani avranno beneficiato del sostegno di questi sponsor? La strategia di far entrare nei primi 50 4 ristoranti italiani ha finito con il penalizzare Massimo Bottura? Meglio avere il n. 1 o giocarsi un poker d’eccellenza?

Probabilmente saranno i quesiti che animeranno da subito le discussioni.

Intanto ecco la classifica del 2017.

I migliori 50 ristoranti del mondo

1. 11 Madison Park, New York, U.S.A.

2. Osteria Francescana, Modena, Italia

3. El Celler De Can Roca, Girona, Spagna

4. Mirazur, Menton, Francia

5. Central, Lima, Perù

6. Asador Etxebarri, Axpe, Spagna

7. Gaggan, Bankgok, Thailandia

8. Maido, Lima, Perù

9. Mugaritz, San Sebastian, Spagna

10. Steirereck, Vienna, Austria

11. Blue Hill And Stone Burns, New York, U.S.A.

12. Arpège, Paris, Francia

13. Alain Ducasse Au Plaza Athenèe, Paris, Francia

14. Restaurant André, Singapore

15. Piazza Duomo, Alba, Italia

16. D.O.M. San Paolo, Brasile

17. Le Bernardin, New York, U.S.A.

18. Narisawa, Tokyo, Giappone

19. Geranium, Cophenagen, Danimarca

20. Pujol, Mexico City, Messico

21. Alinea, Chicago, U.S.A.

22. Quintonil, Mexico City, Messico

23. White Rabbit, Mosca, Russia

24. Amber, Honk Kong, Cina

25. Tickets, Barcellona, Spagna

26. The Clove Club, Londra, UK

27. The Ledbury, Londra, UK

28. Nahm, Bangkok, Thailandia

29. Le Calandre, Rubano, Italia

30. Arzàc, San Sebastian, Spagna

31. Allenò Paris Pavillon Ledoyen, Parigi, Francia

32. Attica, Melbourne, Australia

33. Astrid y Gaston, Lima, Perù

34. De Librije, Zwolle, Paesi Bassi

35. Septime, Parigi, Francia

36. Dinner by Henston Blumenthal, Londra, UK

37. Saison, San Francisco, U.S.A.

38. Azurmendi, Larrabetzu, Spagna

39. Relae, Copenaghen, Danimarca

40. Cosme, New York, U.S.A.

41. Ultraviolet by Paul Pairet, Shangai, Cina

42. Boragò, Santiago, Cile

43. Reale, Castel Di Sangro, Italia

44. Brae, Birregurra, Australia

45. Den, Tokio, Giappone

46. L’astrance, Parigi, Francia

47. Vendome, Bergisch Gladbach, Germania

48. Restauraunt Tim Raue, Berlin, Germania

49. Tegui, Buenos Aires, Argentina

50. Hof Van Cleve, Kruishoutem, Belgio



mercoledì, 5 aprile 2017 | ore 14:29

2 commenti su “50 Best 2017, cioè i migliori 50 ristoranti del mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.