Diversamente gazpacho. La ricetta del Salmorejo come lo fanno a Cordova

Vi abbiamo spiegato qualche giorno fa come fare la Fideuà Negra, la paella di pasta valenciana.

La ricetta era quella di Albufera, tapas bar e ristorante – spagnolo, ovviamente – a Porta Venezia qui a Milano.

Una ricetta estiva – giustamente.

E allora ve ne proponiamo un’altra, sempre grazie allo chef di Albufera, Mateus Coelho: quella di un piatto della zona di Cordova, anch’esso decisamente estivo, il Salmorejo – una specie di gazpacho, ma un po’ più denso.

Questa è una delle ricette che piacciono a me: prepara tutti gli ingredienti, usali tutti assieme, è pronto.

Salmorejo

Ingredienti per 4 persone
800 gr di pomodori pachino
1 cipolla piccola
2 spicchi d’aglio
sale qb
300 gr di mollica di pane
100 ml aceto di sherry
olio d’oliva q.b

Procedimento

Tagliare il tutto a cubetti e lasciare 12 ore in frigorifero. Frullare il tutto e passare in un colino a maglie fini.  Servire freddo accompagnato con
pane croccante, uova sode e prosciutto.



sabato, 8 luglio 2017 | ore 9:24

Un commento su “Diversamente gazpacho. La ricetta del Salmorejo come lo fanno a Cordova

  1. Pomodoro pachino? Non me ne voglia, caro Bonati, ma è una scelta alquanto bizzarra, oltre che smodatamente early ’00s. Ci vuole un bel pomodoro consistente, tipo un tondo a grappolo, in alternativa dei San Marzano ben maturi. Poi l’aceto non va insieme agli altri ingredienti: si usa per far rinvenire il pane raffermo, ma poi va buttato via. Peraltro non è manco necessario l’aceto di Sherry – un’altra scelta pretenziosa – un semplice aceto di vino va più che bene.
    Poi era doveroso specificare che non ci va un prosciutto qualunque ma un jamón serrano, in alternativa un San Daniele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.