Telese Terme. I buoni motivi per essere felici al Krèsios di Giuseppe Iannotti

Sono già trascorsi dieci anni da quando Peppe Iannotti ha iniziato la sua avventura nel piccolo locale di Castelvenere dove lo scovammo.

E ora sono contento di ritrovarlo in grande forma nella bella location del Kresios a Telese.

Veniamo al dunque e parliamo di buon cibo e di filosofia del Kresios.

La scelta viene lasciata alle abili mani ed alla testa di Iannotti con due proposte al buio, una più leggera ed un’altra più corposa: Mr Pink – e Mr White +, rispettivamente a 90 e 130 €.

Si inizia in modo iberico, secondo le influenze dello chef, a mangiare con le mani una serie di assaggi delicati e di vario gusto, tutti di buona fattura.

  • Caviale e Champagne
  • Fermentazione
  • Cotenna soffiata
  • Tagliolino di zucchine, perlage di tartufo nero e menta
  • Pizza alla napoletana
  • Pollo arrosto
  • Tramezzino di rane
  • Caciocavallo e marmellata di Melannurca
  • Pop corn di animella
  • Raffaello di foie gras

Tra questi ottimi assaggi  colpiscono il Pollo arrosto e il Raffaello di foie gras

Il percorso con “le attrezzature per mangiare” inizia dal Cocktail di ostrica, elegante e discreto. Un intrigantissimo Spiedino di maialino che oltre ad essere presentato in modo divertente è veramente godurioso.

Si passa al Tonnato sbagliato. Ma garbato, oserei dire! La Rana pescatrice e prugna fermentata conferma che da Kresios per risparmiare sul lavaggio ci fanno divertire con arnesi vari: il gioco a noi piace.

Baccalà e puntarelle è un piatto molto buono. La ricciola ed insalata ghiacciata offre un bel contrasto. Il Maiale bollito e porro è una interessante preparazione anche se ho preferito la versione in spiedino per sapori più diretti.

Ottimo abbinamento anche per Agnello e carciofo.

Lo Spaghetto allo scoglio con il suo sapore intenso diventerà il vostro nuovo mantra dell’estate.

Grande intensità anche per il Fagottino di faraona in un coerente crescendo di sapore.

Tapioca, frutto della passione e cioccolato frizzante apre il momento dolce cui segue il giocoso Mojito e il sorprendente Litchi e violette.

Giuseppe Iannotti di strada ne ha percorsa ed i risultati raggiunti come la stella Michelin sono lì a ricordarlo.

Lo spunto dalla cucina contemporanea iberica, con quella di Ferran Adrià che ho avuto il piacere di assaggiare nel lontano 2002, continua ad essere un riferimento assoluto di modernità anche per Iannotti. Forse uno sguardo sarebbe da rivolgere anche a Francia e Italia che potrebbero suggerire nuove portate allo chef.

Ma vi assicuro che un passaggio a questa tavola vi renderà felici. Molto.

Krèsios. Via San Giovanni, 59. Telese Terme (Benevento). Tel. +39 0824.940723



giovedì, 10 agosto 2017 | ore 16:38

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.