caldo luglio Expo

In questo infuocato mese di luglio all’Expo di Milano, vi proponiamo un nuovo testa a testa tra i ristoranti regionali nello spazio Eataly.

Dopo Osteria in Scandiano vs Symposium, ovvero Emilia-Romagna e Marche, Pasquale Torrente vs Peppe Zullo, Campania-Puglia, e ancora Tre Chiavi e Mammì, Friuli Venezia Giulia-Trentino Alto Adige e Molise, abbiamo scelto la Toscana e il Lazio.

L’Arcangelo

Sono davanti all’Arcangelo, rinomato ristorante romano che prende il nome dal titolare, Arcangelo Dandini.

Il menù ha tutta la fascinazione dei sette colli: pollo alla cacciatora (14 €), carbonara o cacio e pepe (10 €), porchetta d’Ariccia (10 €)… Quasi convinto da cacio e pepe (ci tornerò, prima della fine del mese e del cambio di ristoranti), mi sono invece lasciato tentare dalla trippa, un fuori-menù, certo, ma – come evitarla?

trippa alla romana

Abbondantemente spadellata dal giovane cuoco, sorvegliato da Dandini che gli ha ricordato di aggiungere la menta, servita fumante (e sorridente – il cuoco – particolare da non trascurare), qualche crostino di pane (quello di Eataly-Mulino Marino), presentava fra le altre parti una specie di buco carnoso, che non mi sembra faccia parte della trippa lombarda.

Il piatto non era male, la menta non si sentiva molto – l’insieme era gradevole, ma non memorabile.

Voto: 7-

Al Mercato Centrale

Al Mercato Firenze Eataly

Così come non era particolarmente memorabile la battuta di chianina al coltello di Simone Fracassi, assaggiata al Mercato Centrale, tempio dello street food a Firenze. Mi sembrava l’unico piatto, fra quelli dei vari ristoranti, che avesse un senso confrontare con la trippa romana.

Bello, lo stand, brandizzato (si dice così?) secondo la grafica del Mercato fiorentino, tra il fumetto e il pop. Il menù: roast beef di chianina (14 €), polpette di chianina (14 €), maccheroni al ragù bianco di chianina (11 €), pappa al pomodoro (10 €). E la battuta a 12 €.

battuta carne

Già battuta e accoltellata, viene composta sul piattino, condita e affiancata da un’insalata magari un po’ incombente e da un ciuffo di senape.

Anche qui, niente che attizzasse più di tanto le mie papille: non male, la carne, ma poco condita. E l’apparenza del tutto – a partire dalla quantità – era un po’ così – diciamo non da 12 €.

Voto: 6+

Già deciso per il pranzo?

[Immagini: Repubblica, iPhone Emanuele Bonati]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui