Sorrento. Il maître torna a flambare al Caruso per solidarietà

Tempo di lettura: 1 min

flambé

Una fiammata di solidarietà. Una cena al flambé al per raccogliere fondi per “Casa Miriam” di Meta di Sorrento, la struttura gestita dalle suore che accoglie bambini e adulti in difficoltà.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione dei maître di Sorrento, diretti da Antonino Scarpato, con Paolo Esposito, patron del ristorante Caruso a Sorrento.

La preparazione della cena, venerdì 12 febbraio con inizio alle ore 20.30, si snoderà tra cucina e sala dove i piatti saranno rifiniti al flambé. Si rivivranno così i tempi in cui le pietanze più prelibate venivano preparate in sala e quando il maitre era maestro di cerimonie.

L’obiettivo della serata è raccogliere fondi e, allo stesso tempo, far sentire il cliente coccolato, attorniato da mille attenzioni mentre gusterà un sontuoso menù.

  • Trilogia di gamberetti di Crapolla su passatina di broccoli e riso al salto
  • Ravioli con scampi e carciofi al tartufo bianco (al flambé)
  • Medaglioni di coda di rospo con concassè di pomodori e verdure (al flambé)
  • Millefoglie di melanzane e polenta dolce con frutta candita, salsa di cioccolato e ricotta mantecata agli agrumi sorrentini (al flambé)

In abbinamento spumante di Falanghina, Pallagrello bianco, Picolit friulano.

Il costo della cena è 80 €.

Posti limitati, è necessaria la prenotazione al telefono 0818073156.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui