Setta gastronomica

Rocco Iannone

Lo ricordate lo chef Rocco Iannone del ristorante Pappacarbone? Se ve lo siete persi nelle nebbie dell’attacco che portò alla ristorazione italiana e agli additivi in una delle puntate di “>Fornelli Polemici di Striscia la Notizia, ora avete un motivo in più per tornare a leggere il suo Facebook.

Due (motivi) se siete giornalisti, tre se siete blogger.

Lo chef del ristorante di Cava de’ Tirreni (Salerno) già stella Michelin, ha rivolto un’invettiva lunga come la fame del Conte Ugolino ai giornalisti e food blogger rei di costituire una setta mafiosa.

Ecco il post che vi riportiamo integralmente in modo che anche voi potrete aggiungere epiteti, esortazioni, reprimenda e consigli vari

Siamo quasi alle fasi conclusive
I giochi sono fatti
È una questione di sponsor e non di cucina
È una questione di amicizie e non di talento
È una questione di Mafia Gastronomica e non di savoir faire
È una questione di fatturato con le aziende globalizzate e non di promozione dei prodotti artigianali locali
È una questione di non far pagare il conto al ristorante per avere un ritorno di pubblicità ingannevole
È una questione di riuscire a raccontare il contrario della realtà in modo da tenere tutto sotto controllo
È una questione di case vinicole che ti appoggiano che si comprano premi a pagamento
È una questione di Chef e di Cuoco i primi ( Chef ) si comprano il successo tenendo a libro paga alcuni giornalisti e alcuni Blogger i secondi ( Cuoco ) lavorano per gli ospiti e non si piegano al ricatto imposto dalle multinazionali che hanno comprato stampa giornalisti e Chef
Dirigono la nave ingannando i consumatori
La setta della gastronomia da poco è entrata anche nelle pizzerie vedremo i danno che farà
Sono già in tanti che propongono abbinamenti al limite del vomito e impasti che sono crudi alla cottura con pizze bruciate all’inverosimile dell’immaginazione
Nessuno critica
Tutti sono amici ma da dietro si sparerebbero a vista
Più il cibo viene offeso e più alcuni giornalisti ci sguazzano dentro
Uomini falliti che senza il ricatto ai deboli ristoratori dovrebbero solo andare a concimare la terra per cercare loro stessi di alimentarsi meglio
A questi il cibo non interessa nulla
Questi non sono riusciti a capire il cambiamento epocale di trasparenza verso i consumatori e credono di ingannarci ancora per parecchi anni Godetevi naturalmente il resto della vita purificandovi dei vostri peccati e bugie
Avete fatto già troppi danni avete già illuso parecchi giovani
Speriamo che i miei colleghi riescano ad aprire gli occhi e costruire un futuro di sostanza e non di illusione nel rispetto degli ospiti
Non conta più il talento ma conta quanti soldi hai a disposizioni per farti dire tutti i giorni da un incompetente che sei il migliore
Non pagate più consulenze a nessuno ma fate bene da mangiare andando a fare la spesa tutti i giorni comprando il meglio che il mercato offre
La cucina è una cosa seria

E ora tocca a voi: Rocco Iannone esagera o ha ragione?

O è semplicemente in******o perché non ha la stella Michelin e altri riconoscimenti?

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui