Prosciutto, culatello, salame, spalla cruda e cotta, cicciolata, mortadella, coppa e ancora parmigiano, aceto balsamico e cotechino.

Ssono solo alcuni dei prodotti tradizionali tipici dell’Emilia, presenza fissa, ci mancherebbe, nei menu di quasi tutti i ristoranti della regione.

Parma, la capitale della Food Valley, non fa eccezione; ma dove dirigersi se si è alla ricerca dei prodotti sopracitati, della tradizione dunque, ma incorniciata in un panino fragrante?

Ecco una lista di locali che offrono questa possibilità a meno di 10 €, sempre che non ordiniate l’intera offerta.

1. Pepèn

Un’autentica istituzione in città. Da tempi immemori sfama chiunque passi a tiro, prima come dopoteatro poi come paninoteca. Il pane in sé lascia un po’ a desiderare, il locale è sempre molto affollato e le sedie scarseggiano, ma l’atmosfera d’altri tempi e i due cavalli di battaglia richiedono senza dubbio almeno una visita. Eccoli nel dettaglio: Spaccaballe (6€), ovvero panino con arrosto di maiale, maionese, ketchup, insalata, pomodoro e peperoncino piccante e Carciofa (2,50€), la celebre torta rustica ripiena di carciofi, parmigiano e ricotta.

Pepèn. Borgo Sant’Ambrogio 2. Parma. Tel. +39 0521 282650

2. Da Walter – La clinica del panino

Da oltre trent’anni un altro punto di riferimento nel campo. Anch’esso in pieno centro, Walter propone una miriade di panini in un contesto rustico suddiviso in due sale, la prima dominata da un lungo bancone, la seconda con tavoli e sedie pronti a far accomodare gli avventori. Le specialità? Pesto primavera (4 €), pane in cassetta con tartare di cavallo, verdure fresche, maionese e ketchup; il crociato (6 €), ovvero la versione parmigiana del kebab, con pane arabo, straccetti di maiale, verdure alla griglia, cipolla e salse.

Da Walter – La Clinica del Panino. Borgo Palmia 4/D. Parma. Tel. +39 0521 206309

3. Frank Focaccia

Come intuibile dal nome questo è il regno della focaccia, o focaccina, per meglio dire. Piccole prelibatezze croccanti, morbide e unte al punto giusto farcite con i più classici affettati locali. Il menu è senza fine, consiglierei un classico pesto di cavallo o una spalla, ma ce n’è davvero per tutti i gusti. Un punto in più va dato per il dehors, specialmente nella bella stagione; uno in meno per il rapporto quantità-prezzo (fra i 4€ e i 6€ a porzione), due focacce saziano una persona normale, almeno tre per una fame da lupi.

Frank Focaccia. Borgo San Lorenzo 19. Parma. Tel. +39 0521 237970

4. Panino d’artista

In Via Farini, in una casa storica con travi a vista, una paninoteca che offre il meglio della tradizione parmigiana, reinterpretato in maniera contemporanea vista anche la posizione, il cuore del centro storico e della movida di Parma. Il risultato? Rosetta (di mais o ai 5 cereali) con arrosto di coniglio nostrano, provola e cipolle rosse in agrodolce (7€); pane rustico tostato a fette con spalla cotta di San Secondo, carciofi trifolati, mostarda di pere e mandorle tostate (5,50€); mattonella casereccia con crudo di Parma e Parmigiano fuso (5€).

Panino d’artista. Via Farini, 19/B. Parma. Tel. +39 0521 18 56 150

5. Tra l’uss e l’asa

La più moderna fra le proposte di questa lista, nonché il posto da scegliere per i “panini caldi”, ovvero quelli con un ripieno cucinato. Questo, oltre a comportare una preparazione diversa, ha anche degli evidenti costi ulteriori in termini di tempo e, di conseguenza, di prezzo. Tutto, però, viene ripagato al primo assaggio, dal pane ai ripieni, un’esplosione di gusto che non può non lasciare soddisfatti. Nello specifico: Cotechinotuttolanno (6€), con cotechino, salsa verde e dijonese; Polpette (6 €), con polpette di carne mista, maiale e manzo, al sugo rosso e Le Vint’an Che A Stag A Pérma (6,50€), con pasta di salame, friarielli e parmigiano giovane.

Tra l’Uss e l’Asa. Borgo San Biagio 6/C. Parma. Tel. +39 0521 284699

[Immagini: Facebook, Everydaylife]