In prima LINEa è un progetto gastronomico solidale organizzato dal Direttore de Il San Cristoforo Massimo Santangelo, troppo presto scomparso per un incidente stradale.

Santangelo aveva appena 33 anni ed un futuro importanti davanti. Da maggio aveva iniziato la sua nuova avventura ad Ercolano dopo 3 anni di direzione presso Hotel & Resort Le Axidie di Vico Equense.

Amante e grande intenditore della buona e sana cucina, aveva programmato per l’intero 2019 al Ristorante LINE de Il San Cristoforo un percorso culinario ispirato alla conoscenza del territorio vesuviano supportato da Antonio Tecchia, chef resident del nuovo ristorante di Ercolano.

Insieme hanno contattato grandi chef del panorama italiano creando un percorso che merita di esser completato per la passione e l’impegno profusi da Santangelo.

Lo staff e la proprietà dell’AgriResort Il San Cristoforo, che in questi pochi mesi hanno avuto modo di conoscere la sua dedizione, il suo impegno e la tenacia nel perseguimento degli obiettivi prefissati, sono profondamente addolorati e fortemente motivati nel portare a compimento questo progetto dagli importanti fini sociali.

Al Ristorante LINE si terrà la prima di 12 cene di beneficenza con l’obiettivo di sensibilizzare e sostenere il territorio vesuviano.

L’evento promuoverà iniziative benefiche volta a diffondere la cultura del “mangiar sano” e a valorizzare le ricchezze ambientali ed agricole del territorio vesuviano.

Parte dei proventi sarà destinata all’associazione Nuovo Progetto Ercolano APS che promuoverà iniziative benefiche volte a diffondere la cultura del mangiar sano. La divulgazione di questo importante messaggio sarà realizzata attraverso una serie di interventi nelle istituzioni scolastiche della zona e vedrà la partecipazione di agricoltori e coltivatori che metteranno a disposizione le materie prime del territorio vesuviano.

Altra iniziativa vedrà protagonista la Onlus La Locanda di Emmaus, con il suo fondatore Don Pasquale Incoronato, che ha trasformato un locale confiscato alla camorra in un punto di riferimento per i giovani dell’area, una casa-famiglia che accoglie ragazzi di diverse realtà sociali e culturali e sostiene progetti volti alla piena integrazione degli stessi.

E ancora cultura, arte e dimostrazioni di alta cucina arricchite da molteplici interventi di professionisti del settore e dalla partecipazione degli allievi dell’istituto alberghiero “Tilgher” di Ercolano.

Il primo appuntamento è per domani, venerdì 18 Gennaio alle ore 19:30.

Assieme ad Antonio Tecchia ci sarà Peppe Aversa del ristorante stella Michelin Il Buco di Sorrento.

I due chef accompagneranno i commensali in un percorso tra territorio ed emozioni. Come degli amici che invitano a cena, serviranno le loro pietanze creative ad una platea di 30 persone unite dallo stesso amore per il cibo e l’arte della cucina.

Il menu riscoprirà prodotti del territorio in un percorso che vuole solleticare I 5 Sensi con piatti originali esaltati da vini del territorio.

Menu della cena del 18 gennaio

Antipasto: Fresella di Grano con gamberi rossi, tartara di bufalo agli agrumi, gel di limone
Zuppa: Zuppa torzelle e baccalà
Primo: Candela spezzata con genovese di rosso vesuviano, pomodorino giallo del Vesuvio e cacao amaro
Secondo: Cubetto di maialino, iceberg di pelle croccante e chips di patate
Dolce: Soufflè di Mandarino e sfoglia al cioccolato, gelato e piccola touille all’arancia

Il costo della cena è 80 €.

Tutte le cene per 2 persone: 1.750 €

Forniscono il loro contributo alla serata, Feudi San Gregorio e Sogni di Latte.

Info e prenotazioni:  Tel. +39 081 77122292. info@ilsancristoforo.it