Noi qui su Scatti di Gusto siamo per la stagionalità delle pizze.

E Pizze di Primavera, l‘evento che abbiamo organizzato alla pizzeria Da Zero a Milano, lo ha certificato.

Suvvia, non fate i pignoli: la tanto discussa pizza Palazzo Petrucci al ragù è una 4 stagioni di eccellenza.

E anche l’apparizione delle melanzane ritenetela giustificata per pura passione e devozione all’ortaggio che vorremmo avesse varianti autunnali, invernali e primaverili.

Confesso anche che, non ce ne vogliano i colleghi giornalisti e blogger, abbiamo rifuggito dalla presentazione stampa (e anzi li abbiamo fatti accomodare nella sala in cui i telefoni vanno out) perché il nostro obiettivo era divertirci insieme agli sponsor dell’evento presenti a Tuttofood: Mulino Caputo e Latteria Sorrentina.

Qualche parola l’abbiamo detta insieme ad Antimo Caputo e a Franco Amodio.

Anche il parterre dei pizzaioli si è arricchito con ingressi estemporanei.

A Paolo De Simone e al suo staff, padroni di casa, oltre a Gino Sorbillo, Giuseppe Pignalosa, Davide Ruotolo, Davide Civitiello, Salvatore Lioniello e Vincenzo Iannucci si sono aggiunti Alessandro Lo Stocco e Gennaro Rapido insieme a Antonio Sorrentino e Enzo De Angelis.

E al pasticciere Gianluca Ranieri, autore delle pizze dolci che sono arrivate anche a Tuttopizza di Napoli.

Insomma, una festa per provare a celebrare questa primavera che quanto a condizioni meteo un po’ ci fa disperare.

Avrà tempo fino al solstizio quando dovrà lasciare il passo all’estate e alle pizze d’estate di cui avremo un’anticipazione lunedì 27 maggio a Palazzo Petrucci a Napoli.

Intanto rifatevi gli occhi con le stupende foto di Vincenzo Finizola.

La serata è andata sold out e vi dovete accontentare di guardarle solo.

Insieme ai fritti di Da Zero.

Profumo di basilico con la Nonna Carolina di Gino Sorbillo con il magnifico pesto Rossi di Roberto Panizza.

Omaggio al Cilento di Giuseppe Pignalosa con la pizza melanzane alla cilentana: base fiordilatte di Napoli con melanzane a funghetto e cacioricotta affumicata di Rivabianca.

Per Vincenzo Iannucci, l’impasto con la nuova farina Nuvola è con Provola dei Monti, pomodori gialli e rossi semidry, ravanelli e basilico.

Davide Ruotolo ha conquistato, milanesi e napoletani di importazione con la pizza al ragù messa a punto illo tempore dallo chef stella Michelin Lino Scarallo (qui la ricetta).

E Davide Civitiello ha convinto con la Scarponcella, la rivisitazione della melanzana allo scarpone: una pizza Fiordilatte di Napoli,  datterini conditi, caviale di melanzana, capperi di salina, olive nere di Gaeta, olio all’acciuga di Cetara, cialda di grana croccante e timo.

La parte “salata” è stata chiusa da Paolo De Simone con la sua Primavera a Pattano: mozzarella nella mortella, carciofi di Pattano, guanciale di Gioi e scaglie di cacioricotta. Un ottimo inno al Cilento che Da Zero ha portato a Milano.

Ed ecco l’intermezzo che porta al dolce con i bignè craquelin farciti di pastiera di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis.

E poi la pizza dolce di Salvatore Lioniello e Gianluca Ranieri di cui vi abbiamo già parlato.

Chiudiamo con i ringraziamenti ai lettori, ai pizzaioli e agli sponsor che hanno festeggiato con noi.

Prossimo appuntamento all’estate per dire ancora che la pizza a noi piace moltissimo.