20 Pizza Delicious & Teglia di Vincenzo Falcone arriva a Napoli.

L’imprenditore della ristorazione, che ha dato vita al progetto food porn di Delicious partendo dagli hamburger per approdare ai lidi in fermento della pizza, quindi si muove dalla cittadina di Cava de’ Tirreni.

Napoli la destinazione con la scelta, non facile, del quartiere Vomero che vive la contraddizione del quartiere residenziale iper affollato di attività commerciali sulle direttrici via Scarlatti – via Luca Giordano, ma non è nel mirino degli appassionati di pizza.

Ed è proprio a via Luca Giordano nella parte non pedonale che Vincenzo Falcone e i suoi soci della nuova avventura napoletana stanno preparando il nuovo 20 Delicious & Pizza in Teglia sulla stessa strada di uno dei nomi tutelari della gastronomia vomerese, Gay Odin.

La formula è quella della pizza “gourmet” di scuola bonciana (il Michelangelo romano della pizza – dicono i bene informati -avrebbe dato più di un consiglio).

Il modello non è quello scontato della pizza tonda napoletana, quanto quella della pizza in teglia e della focaccia con farcitura superiore o centrale già attivo a Cava de’ Tirreni.

La pizza a taglio non è una prerogativa napoletana anche se si contano diversi esercizi specializzati, dagli storici Elettroforno a piazza San Luigi a La Focaccia di vicolo Belledonne a Chiaia in zona baretti per arrivare ad Alice Pizza in via Toledo.

L’apertura di nuove pizzerie al Vomero è sempre percorso travagliato se si escludono gli storici Gorizia (con gli spin off generazionali Olio & Pomodoro di via Cilea e di via Scarlatti) e Acunzo e i rinforzi come quello di Errico Porzio a piazza Vanvitelli.

Vincenzo Falcone curiosamente non ha scelto la strada del panino dove il re incontrastato, anche se non con le spaventose file chilometriche, è Egidio Cerrone con il suo Puok Burger Store di via Cilea che ha un dialogo continuo e valido con la community degli appassionati di food porn.

Risultato non sempre scontato come dimostra il sostanziale flop di T’imballo, altro nome legato al mondo social con Napoli Food Porn che continua a macinare like per i suoi clienti di agenzia secondo lo schema consolidato introdotto proprio da Egidio Cerrone.

Vincenzo Falcone potrà mettere in campo, oltre alle sue capacità imprenditoriali e quelle dei soci Paolo Aruta (Fratelli La Bufala) e Roberto Imperatrice (già Sebeto e Rossopomodoro), la maestria da influencer del mondo del food e la rete di amicizie che ha costruito con pizzaioli di grido come Gino Sorbillo e Salvatore Lioniello o lo stesso Egidio Cerrone coinvolti nelle riprese del film Alessandra del regista Pasquale Falcone alla sua settima pellicola (il padre con un passato di ristorazione con il Porky’s degli anni ’90).

Che sia arrivato il momento per Napoli di scoprire le delizie della “focaccia”? Lo sapremo a breve.