Il posto è carino. Niente di particolarmente nuovo, o eclatante, da Meat Art: è accogliente, intimo, tranquillo, in una serata di mezza settimana, ancora estiva, gente ai tavolini all’esterno, qualche coppia all’interno.

Arte della carne, quindi, da Meat Art: “Tartare & More”, “La tartare per noi è un’arte.” Lo chef è Fabio Amedoro: in tutt’altri studi affaccendato (cinema e televisione), ha sentito improvviso il richiamo della cucina, e invece di sedersi nelle aule di un’università, ha pensato di stare in piedi dietro i fornelli di una scuola di cucina.

La passione per la carne, e per la tartare di carne, lo spinge, quattro anni fa, ad aprire questo locale: carne, appunto, vista e preparata con uno sguardo “artistico”, un po’ come diceva Gualtiero Marchesi.

La carne viene da un allevatore delle Marche, mentre i salumi, e molti altri prodotti, vengono, come lo chef, dall’Abruzzo.

In menu, quindi, carne, a partire dagli antipasti.

• Carnolo Cannolo, tartare, maionese basilico, senape, polvere di capperi, pistacchi salati e sesamo nero 7 €
Un’idea originale, mettere la tartare nel cannolo: l’ho molto apprezzato.

• Meat Art Tartare di manzo (50 g) con olio all’habanero, salsa Meat Art, senape e cialda di pane, polvere di capperi e pepe 6 €

• Mousse di foie gras Mousse di foie gras, sapa di Loro Piceno, nocciole e cachi 7 €

• Shabu shiabu di tonno Tonno, panure croccante, maionese e chips di rapa rossa 8 €

• Polpo su polpo  Polpo, maionese di polpo, patate e terra di olive nere 8 €

• Carpaccio Carpaccio di manzo, crema di zucca e amaretti, burro e salvia 8 €

La seconda voce del menu sono ovviamente le tartare (sui 180 g di carne), che presentano alcune soluzioni interessanti.

• Classica Pomodori secchi, misticanza di stagione, chips di patata viola, salsa Meat Art e senape in grani 13 €

• Francese Olio all’habanero, polvere di capperi, pepe, chips di baguette, uovo poché e senape in grani 14 €
Buona la carne, buono l’insieme (e l’uovo sulla tartare, beh, ci sta una meraviglia).

• Autunnale Castagne arrosto, pancetta croccante, crema di cipolla, riduzione di vino novello, alloro 15 €

• Vietnamita Agrodolce lime, peperoncino e zenzero, olio di sesamo e farro soffiato 15 €

• Tartufo Crudité di funghi, salsa Meat Art e polvere di olive nere
Paté bianco 15 €
Paté nero 14 €

• Sottobosco Maionese alle erbe aromatiche, funghi trifolati, terra di olive nere e cruditè di funghi 15 €

• Hamburger Meat Art Hamburger tartare, pomodoro fresco, insalata, senape, salsa Meat Art, pancetta DOP, taleggio e patatine 15€

• Scomposta Chips di patate viola, tempura, insalatina, salsa di tuorlo leggermente piccante ai capperi e pepe 14 €

Una voce del menu è “More”: tutto quello che non è tartare.

• Bourguignonne Chinoise (min. 2 persone) Carne tagliata al coltello, cotta per immersione in brodo bollente, servita con le nostre salse 19 € pp [sembra di capire che si tratti una versione dell’hot pot cinese, la pentola di brodo sulla tavola in cui si fanno bollire i vari ingredienti]

• Fondue di formaggio Carne di manzo da intingere, accompagnata da bruschette croccanti e patate lesse 24 €

• Tagliere Selezione di salumi artigianali e formaggi, 10 € (normale) 16 € (maxi)

• Crema di zucca Uovo pochet, crema di zucca e amaretti, panure croccante, burro e salvia 10 €

• Tonno Tartare Crema di cipollotta, sesamo nero, frutti rossi e zenzero 15 €

• Patate fritte con le salse fatte da loro, giardiniera fatta da loro, insalata mista, 6 €. Le salse con cui ho mangiato le patatine, e le patatine, erano decisamente buone – basta uscire dal prodotto confezionato, per scoprire dei mondi di sapore.

Ho anche preso un calice di vino, un Chiaretto del Monferrato, doc, di Vini Caldera. Posso dire, perché l’ho letto sul loro sito, che è 65% Dolcetto e 35% Freisa; per quanto mi riguarda, stava benissimo con i miei piatti.

MEAT ART Tartare&More. Via Giulio Romano, 27. Milano. Tel. +39 3938157274.

[Immagini: iPhone Emanuele Bonati]