Nel cuore di Lisbona, a due passi dalla stazione metro di Chiado, Taberna da Rua Das Flores è un ristorante che si allontana dal modello dell’osteria di centro città.

La fila in questo caso non è sinonimo di trappola per turisti ma attestato di una qualità condivisa con molti.

Questa però è croce e anche delizia e condanna il locale a una gestione goffa della sala con l’impossibilità di prenotazione che costringe i commensali a occupare il vicolo antistante all’entrata per non meno di 30 minuti.

Per fortuna come contrappeso alle scomodità del ristorante vi è la bontà della cucina, un’interpretazione in chiave moderna della tradizione locale.

Seduti all’angusto tavolo, il menu viene presentato su una lavagna che mostra i piatti del giorno, una raccolta di tradizioni provenienti da tutto il Portogallo, dal nord a sud.

La prima portata è una bruschetta di conserva di Sardine di Pinhais (4,50 €) con cipolle; un morso alla costa Lusitana.

Segue al primo antipasto un formaggio fresco di pecora (2 €) con salsa piccante che spicca sulla neutralità del latticino.

Segue ancora un piatto di terra, viene servita della guancia di maiale stufata con patate fritte (11 €). La cottura restringe i liquidi della preparazione e il grasso rimanente dona sapore alla carne che risulta forse troppo salata alle ultime forchettate. Le patate fritte sono asciutte e di piacevole consistenza. Un’esperienza confortevole che comunque non scade nel banale grazie alla sua particolare consistenza, simile a un pulled pork ma più compatta.

Differente è l’approccio con il secondo piatto, Pesce castagna con riso al coriandolo (11,50 €). Sebbene l’accompagnamento non sia nulla di ricercato, con un sapore piatto enfatizza invece il gusto del pesce, simile a quello dell’orata. La cottura regala la giusta consistenza alla carne che non risulta spugnosa o troppo cotta nonostante la panatura croccante che la avvolge.

Iniziano i dolci con una torta al cioccolato (5 €), resiste quasi al taglio per la consistenza del cacao, la percentuale ridotta di zucchero aiuta la cannella a smorzare la (già ridotta) dolcezza.

Segue infine una meringa al limone con ripieno di gelato al limone (5 €), il dolce non è particolarmente zuccherino, e il gioco di consistenze tra i le due parti e il biscotto che ne fa da piatto rende lo stesso il più piacevole dello stesso.

Taberna da Rua das Flores è un locale che non pretende più del dovuto e che, senza scadere in schemi da osteria di centro città, consegna un pasto di qualità a un prezzo moderato che con due commensali si è fermato a meno di 50 euro, decretando una tappa necessaria se si visita Lisbona.

Taberna da Rua das Flores. Rua das Flores 103. 1200-194 Lisbona. Portogallo. Tel. +351 21 347 9418

[Immagini: Valerio Pagano, o homem que comia tudo]

Mappe. Lisbona in 10 indirizzi imperdibili per mangiare pesce, carne e dolci