Krug. Gli anni ’81 meglio dei ’79. Almeno per Black Mamba

Tempo di lettura: 1 minuto

Cominciamo col dire che le bottiglie erano perfettamente conservate, senza il minimo cedimento al naso che si è aperto subito per entrambi con sentori tipici di questo vino, che si caratterizza per eleganza e finezza. Tutt’altro genere rispetto a Clos du Mesnil che recentemente ho recensito.

Il 79 magnum si è aperto piuttosto velocemente nel bicchiere. Perlage di tutto rispetto, ancora vivace seppure non brillante e una lieve nota di ananas ma mi aspettavo di trovare frutta candita e per fortuna non c’era. Miele e frutta secca.

L’81 aveva una marcia in più, ancora giovane e fresco. il frutto giocava  sulla pesca e la susina con un’acidità eretta e in perfetto equilibrio dall’attacco alla chiusura lunga e persistente. Qualche sentore di brioche.

Per me la vittoria se l’è aggiudicata la magnum di Krug collection ’81, però l’annata ’79 si è difesa in grande stile, con quella finezza e quella grazia che rendono questo vino unico e riconoscibile.

Parola di Black Mamba!

20 Commenti

  1. Poi volevo anche dire che rispetto a Clos du Mesnil che comunque è uno dei più grandi champagne che io abbia mai bevuto, il collection è più elegante ma anche meno acido e meno strutturato. Senza nulla togliere al Collection chiaramente.

  2. ha risposto a Il Guardiano del Faro: E’ esattamente così! E’ il banco di Roscioli, le bevo quasi tutte lì le mie bocce, al banco con un po’ di pizza bianca ripiena di mortazza! Ha una gran bella cantina roscioli, forse ci sei stato venendo a Roma, altrimenti te lo suggerisco. Anzi se ci passi avverti che offro io! 😉

  3. ha risposto a Giuseppe Corona: …Poi mi spieghi come hai fatto a uscire col numero zero al primo commento! Sono d’accordo con te sulla struttura di Clos du Mesnil, decisamente più complessa e si sa ma anche con una spina acida più evidente. Io non sono una grande appassionata di Krug, mi piace ma non è in cima alle mia preferenze. Sono sempre più attratta da Salon, e qui torniamo allo stile, Krug è più ossidativo.

  4. ha risposto a alby: Da Roscioli io bevo solo al banco, quindi mi inviti a nozze, purchè non siano le mie!!!!!! 😉 I tavoli negli ultimi anni mi annoiano e non accetto bevute pagate se non da una persona, l’unica che ne ha facoltà. Ma non è questo il punto, mi interessa e mi diverte solo bere alla grande con grandi appassionati di vino. Pertanto sei il benvenuto! Fra l’altro vorrei organizzare un Black Mamba day proprio da Roscioli (e non lo sa nemmeno lui, glielo dirò). Un evento per pochi appassionati superselezionati. Il criterio di scelta ovviamente sarà solo ed esclusivamente stabilito da me. Quindi se sarai carino con me…A buon intenditor poche parole…Scherzo, non prenderla sul serio, io sul serio non faccio nulla. Nemmeno dormo sul serio, spesso mi sveglio perchè mi viene da ridere per quanto russo e mi disturbo da sola. Grazie Alby!

  5. ha risposto a Il Guardiano del Faro: P.S Belin è l’intercalare che più mi diverte in assoluto. Lo utilizzo spesso anch’io, l’ho importato da un amico di Genova. Mi piace anche la declinazione di belin, è buffa! Sto bevendo tre annate di Chateau Rayas rosso a casa mia con un mio amico. Mi piace, cacchio, ‘sto vino. Scriverò qualche belinata. Ciao Guardiano!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui