Siete a rischio obesità? Bevete un bicchiere di vino rosso!

Il vino rosso fa buon sangue. E’ l’ovvio che ti viene alla mente quanto apprendi che per dimagrire ci vuole il vino e che a dirlo non è né il nonno né un medico della mutua in pensione.

L’assunto è della la Purdue University (Usa) che così argomenta: il vino rosso contiene una sostanza, il picetannolo, che ritardando la generazione di giovani cellule di grasso e impedendo loro di maturare, favorisce la prevenzione dell’obesità e forse protegge il corpo da patologie cardiache e neurodegenerative.

“Il picetannolo altera i tempi di espressioni geniche, le funzioni del gene e l’azione dell’insulina durante l’adipogenesi, cioè il processo in cui i giovani cellule adipose diventano cellule adipose mature”, ha spiegato il professor Kee-Hong Kim, che ha guidato la ricerca. “Lo stiamo testando sull’obesità animale per vedere se ha le stesse funzioni benefiche”.

E se, per prudenza, la tentazione di portarvi avanti con il lavoro non vi è venuta e volete aspettare che i ricercatori dimostrino, con incontrovertibile certezza, che l’effetto anti-grasso è attivo anche sugli umani, consolatevi con mirtilli, uva e frutti della passione: contengono resveratrolo, la sua struttura è del tutto simile a quella del picetannolo.

[Fonte: ansa.it]

1 commento

  1. Peccato che si dimentichi sempre l’aspetto quantitativo: sfido chiunque a bere 5 litri di vino rosso al giorno, tutti i giorni.

    Non è meglio, per le stesse quantità di antiossidanti, preferire una tazza di thè verde al giorno?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui