conserve olio e sale

Questa è una storia che non mi appartiene, racconta la vita di un altro.

Stefano Materia è il protagonista, un po’ ragazzo, un po’ uomo, che ogni giorno parte per un viaggio diverso tra le eccellenze italiane in via di estinzione.

Tra produttori di carciofi e frutti di bosco, fichi e miele, olive e pere, forse avocadi e che lentamente ne ricostruisce la filiera.

Non rivende lui i prodotti, semplicemente organizza la loro produzione: segue i passi dalla raccolta dei frutti e delle verdure, fino al momento in cui diventano conserve pronte per raggiungere gli scaffali, che completa con il suo marchio, Olio&Sale.

E così, attraverso la tracciabilità completa, offre prodotti italiani di altissima qualità, con il solo nobile intento di promuovere piccoli territori poco conosciuti attraverso i loro cibi e le loro persone, aiutando lo sviluppo di economie rurali di piccola scala, preservando l’ambiente e rendendo luoghi speciali accessibili ad un turismo responsabile.

stefano materia

Ma ora che sia lui a prender parola.

Ho una storia diversa da ciò che ho fatto. Ho studiato Scienze Ambientali, poi ho fatto un dottorato in Geofisica sul clima e sulle variazioni climatiche in Svezia, e infine mi sono trasferito negli Stati Uniti.

Quando sono rientrato in Italia volevo fare qualcosa che mi piacesse, e ciò che mi era sempre piaciuto era il buon cibo. Così nasce l’idea di lavorare sulle eccellenze alimentari e sui piccoli produttori: si trattava di capire come.

L’origine era più nell’amore per il territorio che in quello per il cibo, anche se ovviamente sono indissolubili. Diciamo che ho sempre visto il territorio come una risorsa da valorizzare attraverso il cibo.

mirtilli

Pian piano, ho iniziato a modellare varie idee ed ipotesi: non volevo comprare prodotti e rivenderli, cioè fare il rivenditore, ma ricostruire tutta la filiera con al centro il cibo e le materie prime inizialmente del mio territorio, come i mirtilli sull’Appenino modenese.

Così iniziano i miei pellegrinaggi da tutti quelli che da generazioni raccolgono mirtilli, poi ai produttori di miele sull’Appenino tosco-emiliano, fino alle pere IGP dell’Emilia Romagna, ai Fichi Dop di Cosenza e ai Lamponi delle Langhe. E nel girare ho capito che serviva loro un po’ di organizzazione.

olio e sale logo

Ecco com’è nato Olio&Sale, nome che indica proprio un punto di partenza con due prodotti essenziali: in pochissimo tempo, con intuizioni immediate e anche grazie al mio socio iniziale, l’omonimo Stefano.

olio e sale carciofi freschi

Con lui siamo arrivati al carciofo di Cupello, un piccolo paese al Sud dell’Abruzzo, un prodotto eccezionale che si stava estinguendo. Una cooperativa del luogo ha messo insieme più produttori, noi abbiamo preso il loro prodotto e li abbiamo messi sott’olio secondo le antiche ricette abruzzesi del paese.

produzione carcioficarciofini olio e sale

Questo è un aspetto a cui tengo molto: farmi sempre consigliare da chi ha esperienza. In quel caso, ad esempio, abbiamo fatto sì che venisse rispettata completamente loro tradizione in laboratorio: ovvero che i carciofi si scottano nell’aceto e nel vino bianco, poi si scolano e si mettono in olio extravergine d’oliva. Ma solo i cuori del carciofo entrano nel vasetto, tutti incastrati dentro a mano, intrecciati l’uno dentro l’altro. Facciamo anche il paté, è da provare assolutamente, ti sembra di non aver mai mangiato carciofi in vita tua!

Non ho un negozio per ora, ma tanti rivenditori a cui affido il prodotto finale. Per adesso c’è un piccolo magazzino a Bologna, ma in futuro è tutto destinato a crescere, almeno spero.  Però sono passati solo due anni e il lavoro non ha fatto che aumentare. Il mio grafico è un ragazzo siciliano che proprio da poco mi ha messo in contatto con un produttore di avocadi, con cui a breve inizieremo forse a collaborare.

Mi sento dire che i miei prodotti dovrebbero andare all’estero, ma per il momento invece è il contrario e siamo forse noi italiani i primi ad averne bisogno, a dover riscoprire i nostri territori e a doverci rendere conto dell’altissima qualità che si nasconde dietro ogni piccolo produttore. Qui, noi soli, abbiamo una cultura del cibo così sviluppata, assolutamente da non sottovalutare”.

Per compare le conserve di Stefano Materia è sufficiente andare sul sito (o selezionare il negozio) e scegliere le conserve preferite.

Olio&Sale di Stefano Materia. Tel. +39 339 2084024 

[Immagini: Olio&Sale]

1 commento

  1. noi produciamo olio extravergine di oliva di alta qualità, e l’unica risorsa è venderlo online come tutti il resto dei nostri prodotti tipici pugliesi:
    ci sono la pregiata passata di pomodoro fiaschetto, i fichi secchi mandorlati, olive verdi e olive nere in salamoia, i capperi sotto sale e i prodotti sott’olio come i lampascioni, i carciofini, le melanzane, gli involtini di melanzane e i peperoncini ripieni con tonno e capperi, la giardiniera piccante, l’insalata capricciosa; tutti prodotti rigorosamente di nostra coltivazione, lavorati a mano con sale e aceto e conservati in olio extravergine di oliva (in conversione verso l’agricoltura biologica).
    Dal produttore al consumatore:
    http://pietrasantaaltosalento.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui