Come sopravvivere alla sbornia di Capodanno

Vi siete abbandonati ai piaceri della tavola con la promessa della dieta da iniziare con il nuovo anno.

Ma prima c’è Capodanno per dare il colpo di grazia ai nostri stomaci e ai nostri fegati alzando il gomito?

Qui non tentiamo di farvi cambiare idea, anzi, brindate quanto potete! ma di fornire qualche piccolo consiglio per sopravvivere ai postumi del giorno dopo, il famigerato hangover.

  • Acqua, acqua e ancora acqua prima di andare a letto

Non so se dietro questo rimedio la spiegazione sia più chimica, fisica o logica. Fatto sta che anni di esperienza hanno dimostrato che funziona, eccome. Ovviamente se riuscite a ricordarvene.

  • Dormite più che potete

            L’alcool probabilmente vi farà prendere sonno ancor prima di toccare il materasso ma quando l’effetto inizierà a calare il vostro corpo probabilmente vi richiamerà dal mondo di Orfeo. Dormire poco non causa direttamente i postumi, ma sicuramente più dormirete     meglio sarà.

  • Doccia

Fra i rimedi più stimati contro il mal di testa. C’è chi la preferisce bollente per sudare e smaltire e chi fredda per uno shock che dovrebbe riportarti al mondo. In ogni caso una doccia non fa mai male per cui perché no.

  • Colazione sostanziosa

Dall’americanissimo brunch con uova e bloody mary al più italiano panettone con gli avanzi della crema. In ogni caso non lesinare con zuccheri, liquidi e vitamine. Sì, la dieta dovrà aspettare un altro giorno.

  • Hair of the dog

O “pelo del cane”. Il nome deriva da un’antica credenza anglofona secondo cui per favorire la guarigione dopo esser stati morsi da un cane bisognava strofinare i peli dello stesso sulla ferita. Applicato a questo campo, quindi, un paio di sorsi di ciò che si è tracannato la sera prima secondo molti aiuterebbero la ripresa, provare per credere!

  • Rimedi locali

Vediamo alcuni dei rimedi locali/artigianali più famosi

USA: pizza fredda avanzata dalla sera prima (in Italia difficile che una pizza avanzi, siamo onesti)

Argentina: yerba mate.

Libano: qualsiasi prodotto farinaceo, che sia dolce o salato. Una volta ingerito avrà infatti   il compito di assorbire tutto l’acool.

Italia: burro/olio. Credenza davvero diffusa nel Belpaese secondo cui entrambi questi grassi, se ingeriti in quantità, dovrebbero foderare le pareti dello stomaco impermeabilizzandole dall’alcool. (Sì, la dieta dovrebbe aspettare ancora)

A voi la scelta. Ciò che è sicuro è che, a parte i primi due, tutti gli altri consigli sono molto soggettivi e che anzi, ognuno ha i suoi propri segreti per sopravvivere a una notte di bagordi.

Se avete voglia di condividerli siete benvenuti, ma in ogni caso buon anno a tutti!

(e soprattutto, ora che avete anche qualche rimedio in più, non risparmiatevi!)

[Andrea Vignali]


- domenica, 31 dicembre 2017 | ore 19:16

2 commenti su “Come sopravvivere alla sbornia di Capodanno

  1. Vincenzo io ho il mio medico personale, che tu ben conosci e qualche volta ha curato anche te, con i suoi antidoti…il famigerato metodo D’Orsi, brevettato e con risultati certi!!! Buon 2018 a tutti i lettori di Scatti di Gusto e non solo!❤️🍾🎉

  2. A leggere di bambini e ragazzini in ospedale per coma etilico, più che rimedi antisbornia ci vorrebbe una cultura diversa e maggiore sobrietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.