Mangiafoglia, la pizzeria di Pontecagnano che sfida i grandi

Tempo di lettura: 4 minuti

Mangiafoglia era l’appellativo dei napoletani nel Settecento. Un nome che è ripreso da una piccola grande pizzeria a tutt’altra latitudine, Pontecagnano Faiano a pochi chilometri da Salerno in direzione sud.

Un locale piccolo che si è ampliato nel tempo crescendo per numero di sale e per il dehors del vicolo che funziona in estate.

pizzeria Mangiafoglia Pontecagnano (Salerno)

Al forno un giovane pizzaiolo – 26 enne – che avevo conosciuto alle prime armi un lustro fa a Positano, Antonio Voto. Un classico pizzaiolo di prima generazione preso dalla passione per l’arte bianca che ha deviato il suo corso di studi ed è approdato al bancone.

Forte delle sperimentazioni dell’adolescenza e dello studio e dell’apprendimento da spugna da pizzaioli più navigati, è stato chiamato a dirigere le operazioni al forno insieme a, nomen omen, Paolo Farina.

pizzeria Mangiafoglia Pontecagnano (Salerno)

E la sua pizza promette bene anche perché la proprietà familiare – il figlio 25 enne Leonardo Corrado ha preso le redini del locale assistito dal papà – ha attenzione ai buoni prodotti del territorio.

Difficile tirare qualche parola a Antonio Voto, pizzaiolo riservatissimo e controcorrente al tempo dei social, ma al termine della pizziata con una coppia di amici ha spiegato che sta studiando e provando blend di farine.

Per il momento possiamo accontentarci di questo impasto abbastanza leggero anche se un po’ oltre la tenacità assicurata da altre interpretazioni contemporanee e con “un’anticchia” di sale in più di quello che potrebbe essere l’ideale. Una pizza che non vagheggia folli cornicioni a più piani e deve fare i conti con le asciugature imposte dal forno a gas.

pizzeria Mangiafoglia Pontecagnano (Salerno)

Ma la margherita basic (al prezzo di 4 €) è ben fatta e l’equilibrio è cercato da questo pizzaiolo 25 enne insieme al suo fornaio.

pizzeria Mangiafoglia Pontecagnano (Salerno)

Anche la salsiccia e friarielli (7,50 €) conquista il palato al tavolo per delicatezza.

pizzeria Mangiafoglia Pontecagnano (Salerno)

Nella sezione innovazione della carta peschiamo La Pezzente che arriva terza nel nostro giro di degustazione. La salsiccia della Macelleria Donnarumma è abbinata alla cicoria saltata in padella e ai fagioli di Controne e riposa su una base di fior di latte. Buon equilibrio con l’amarognolo delle verdure (9 €).

pizzeria Mangiafoglia Pontecagnano (Salerno)

Chiudiamo con il piccante della ‘Nduja di Spilinga e il pomodoro giallo di Casa Marrazzo abbinati alla provola (8 €). Contrasti forti e buona esecuzione.

I dolci sono di Pantaleone di Salerno.

pizzeria Mangiafoglia Pontecagnano (Salerno)
pizzaiolo Antonio Voto

Motivi per ritornare ad assaggiare le prossime sperimentazioni di Antonio Voto qui a sud di Salerno in punto strategico per chi si dirige verso il Cilento: la pizzeria è a un tiro di schioppo dall’uscita di Pontecagnano e vale anche una sosta da casello autostradale.

voto recensioni Scatti di Gusto 1,5

Voto: 7-/10

Pizzeria Mangiafoglia. Via Tevere, 7. Pontecagnano Faiano (SA). Tel. +39089849360

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui