Schede del vino. Christian Moreau Vaillon Chablis premier cru 2009

Tempo di lettura: 2 minuti

Come si ottiene un vino di grande qualità? Basta mettere insieme una grande annata, un appezzamento scelto accuratamente in una denominazione prestigiosa e un bravo produttore. Tutto facile quindi se l’annata è la 2009. il vigneto Vaillon a Chablis, il produttore Christian Moreau.

Chablis è una piccola cittadina al confine nordoccidentale della Borgogna, sulla strada per Parigi che dà il nome a uno Chardonnay ricco di personalità e molto diverso dai suoi cugini della Cote-d’Or: in queste zone molto fredde tende a mostrare solo le sue note più chiuse e cupe, minerali senza alcun dubbio ma poco brillanti e adatte solo a palati molto allenati.

La classificazione dei vini si articola su 4 livelli: grand cru e premier cru in cui il nome del vigneto è evidenziato in etichetta, Chablis e Petit Chablis. L’uso del legno per fermentazione e affinamento è di solito riservato ai grand cru e lo stile dei vini è molto teso, con una nota acida evidente che domina il gusto del vino. Uno Chablis classico ha bisogno di tempo per rendersi disponibile e questo vale in particolare per i vini più importanti. Il vigneto migliore è il grand cru Le Clos ma il nome del produttore è la variabile determinante.

Dal premier cru Vaillon, forse il più famoso, Christian Moreau ottiene un vino di notevole qualità e interesse che nella versione 2009 si presenta giovane e ricco, nervoso e intenso, fresco e strutturato. Proprio la qualità dell’annata ha permesso di ottenere un risultato così sfaccettato e interessante. Questo Vaillon sorprende per la chiara luminosità delle sensazioni, anche minerali, che evoca prima al naso e poi all’assaggio e per l’immediata piacevolezza che si allunga in una persistenza elegante e fine. Ottimo da bere in queste prime giornate di tiepido sole ma predisposto a una proiezione nel tempo di almeno 5-7 anni.

Si abbina molto bene a una varietà di piatti ma per consigli più specifici dovete assolutamente rivolgervi a Black Mamba e al suo amico Scruton.

3-bicchieri-scatti+ secchio Prezzo: € 30

Foto: travel.webshots.com

5 Commenti

  1. Fantastico! l’ho bevuto proprio ieri in mescita da Trimani. Finalmente una volta mi trovo in pari col programma. 🙂

  2. Caro Paolo, ho appena sentito Roger…dice che il miglior abbinamento è il cristallo…Riedl…però non l’ho sentito così rigido sulla tipologia di calice, dal tono di voce mi pare di aver colto una certa flessibilità. Acc! Ho scordato di ricordargli che mi deve 2 Crodini! Diavolo di Scruton, non salderà mai il suo debito! Anche a me questo vino che abbiamo bevuto insieme è piaciuto molto, potrei sgarganellarmene due bocce da sola.

  3. Concordo con il periodo indicato da trimani: 5-7 anni ci stanno tutti. mi sono sgarganellato una boccia (va bene lauro?) del 2004 molto bello con quel sentore di pesca che veniva fuori quasi inaspettato. forse della cantina sceglierei Les clos che guarda a sud.

    Vorrei chiedere a trimani se ha anche avuto tempo e modo di andare da marc colin per un’andouillette

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui