Guida Slow Wine 2012 | Il vino ha le chiocciole di qualità

Tempo di lettura: 3 minuti

Oggi tocca alle chiocciole, la fine dei premi non sembra voler arrivare, come l’autunno. Ma oggi ci siamo. Con questo premio che a detta di Slow Food è “il riconoscimento più atteso, assegnato alle cantine che ci piaccionio in modo particolare per come interpretano valori (organolettici, territoriali, ambientali e identitari) in sintonia con Slow Food!”, insomma dichiaratamente i premi principali della Guida Slow Wine 2012.

173 cantine premiate, che non spiccano per originalità, ma per qualità. I nomi sono i soliti, di quegli artigiani che tengono alta la bandiera del vino italiano di qualità nel mondo.

Resta solo il dubbio, che unendo tutti i premi di Slow ce ne sia per ogni gusto…

ABRUZZO E MOLISE
Cataldi Madonna
Emidio Pepe
Praesidium
Torre dei Beati
Valentini

ALTO ADIGE
Haderburg
Hoandlhof – Manfred Nössing
Kuenhof – Peter Pliger
Manincor
Nusserhof – Heinrich Mayr
Tenutae Lageder
Unterortl – Castel Juval

BASILICATA
Elena Fucci

CALABRIA
‘A Vita
Librandi

CAMPANIA
Antica Masseria Venditti
Colli di Lapio
Contrada Salandra
Contrade di Taurasi
Giuseppe Apicella
Luigi Tecce
San Giovanni
Sorrentino
Tenuta Cavalier Pepe
Vadiaperti

EMILIA ROMAGNA
Camillo Donati
Fattoria Zerbina
Paolo Francesconi
Vigne dei Boschi
Vittorio Graziano

FRIULI VENEZIA GIULIA
Borgo San Daniele
Bressan Mastri Vinai
Damijan Podversic
Edi Keber
Franco Terpin
Gravner
I Clivi
Kante
La Castellada
Le Due Terre
Meroi
Miani
Radikon
Ronco del Gnemiz
Vignai da Duline
Zidarich

LAZIO
Marco Carpineti
Sant’Andrea
Sergio Mottura

LIGURIA
Cascina delle Terre Rosse
Maria Donata Bianchi
Santa Caterina
Walter De Batté

LOMBARDIA
Agnes
Ar.Pe.Pe.
Fay
Il Pendio
Togni Rebaioli

MARCHE
Aurora
Bucci
Collestefano
Fattoria Coroncino
Fattoria Dezi
Fattoria La Monacesca
Fattoria San Lorenzo
Oasi degli Angeli
Pievalta

PIEMONTE
Alessandria Fratelli
Anna Maria Abbona
Antichi Vigneti di Cantalupo
Bianchi
Brovia
Ca’ del Baio
Carussin
Cascina Ca’ Rossa
Cascina Corte
Castello di Tassarolo
Cavallotto Fratelli
Dacapo
Elio Altare – Cascina Nuova
Elio Grasso
Elvio Cogno
Fiorenzo Nada
Giuseppe Rinaldi
Hilberg – Pasquero
Iuli
Le Piane
Luigi Spertino
Pecchenino
Roagna – I Paglieri
Serafino Rivella
Sottimano
Vigneti Massa

PUGLIA
Agricole Vallone
Attanasio
Giancarlo Ceci
Gianfranco Fino
I Pàstini
Paolo Petrilli
Polvanera
SARDEGNA
Capichera
Orlando Tondini
Panevino
Tenute Dettori

SICILIA
Arianna Occhipinti
Cos
Ferrandes
Girolamo Russo
Graci
I Vigneri
Marco De Bartoli
Palari
Tenuta delle Terre Nere

TOSCANA
Altura
Baricci
Boscarelli
Caiarossa
Caparsa
Castello dei Rampolla
Corzano e Paterno
Fattoi
Fattoria di Bacchereto Terre a Mano
Fattoria di Fèlsina
Fattoria Rodano
Fattoria Selvapiana
Fontodi
Frascole
I Luoghi
Il Paradiso di Manfredi
Le Chiuse
Le Cinciole
Le Macchiole
Monte Bernardi
Montenidoli
Montevertine
Poderi Sanguineto I e II
Querciabella
Riecine
Salustri
Stefano Amerighi
Tenuta di Valgiano
Val delle Corti

TRENTINO
Cesconi
Eugenio Rosi
Foradori
Francesco Poli
Giuseppe Fanti
Maso Furli
Pojer & Sandri

UMBRIA
Adanti
Antonelli San Marco
Fattoria Colleallodole
Palazzone
Paolo Bea

VALLE D’AOSTA
La Vrille
Les Crêtes


VENETO
Antolini
Ca’ Orologio
Casa Coste Piane
Corte Sant’Alda
Filippi
Fongaro
La Biancara
Le Fraghe
Leonildo Pieropan
Lorenzo Begali
Monte dall’Ora
Monte dei Ragni
Prà
Silvano Follador
Sorelle Bronca
Vigneto Due Santi
Villa Bellini

1 commento

  1. una guida importante ha l’obbligo di conoscere la storia e la geografia. Dal 1963 che non c’è più la Regione Abruzzo e Molise, con il Molise che, così, è diventata la 20a regione di Italia.
    Non citarlo e inserire una sua azienda (Cantine Salvatore) tra quelle abruzzesi crea confusione e offende una regione che sta facendo sforzi enormi per affermarsi con la qualità sui mercati.
    Mi è stato riferito che è stato premiato anche un vino di Borgo di Colloredo che non trovo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui