Il 2007 è stata un’annata speciale per il Brunello. Un’annata dalla quale ci aspettavamo tanto e che certo non ci ha deluso. Per questo selezionare 24 vini non è stata impresa facile. Eccoli.

Brunello di Montalcino docg 2007 Ridolfi
Un filo più avanti del plotone, una nota calda e morbida, accogliente senza smodatezze, però. E una buona beva. 3 scatti ½

Brunello di Montalcino docg 2007 San Polino
Davvero una bella prova di sostanza senza rinunciare all’eleganza, annata ben interpretata, con il finale “giallo” (non nel senso del delitto, ma della freschezza di frutto) che si conviene. 4

Brunello di Montalcino docg 2007 San Polo
Larghezza alcolicità d’approccio fanno presagire e un po’ temere qualche smodatezza di gestione dell’annata. L’assaggio regola, e smentisce. Gran bel Brunello. 3 ½ 

Brunello di Montalcino docg 2007 Santa Giulia
Spunta un nome che t’aspetti a metà. Viva Santa Giulia che celebra in questo 2007 una bella festa ddedicata. Struttura, consistenza senza eccesso di peso, roba buona. 3 ½ 

Brunello di Montalcino docg 2007 Siro Pacenti
Tutt’altro che risolto, per niente facile, molto problematico: nel senso che c’è tanto dentro, ma più conservativo, in attesa. Vedremo è la parola che tutti, al nostro tavolo di degustazione ci siamo detti. Ma con gran fiducia.

Brunello di Montalcino docg 2007 Solaria
La “sora” Cencioni ha (ri)fatto bingo. Il Solaria 2007 è ottimo, un po’ grosso, volendo sofisticare, ma capace di coniugare sostanza e prospettiva in attesa.

Brunello di Montalcino docg 2007 Talenti
Qualche volta ritornano, e ti fanno piacere. Vedi questo Talenti, buono, ben articolato, un po’ morbido al centro, ma largamente positivo.

Brunello di Montalcino docg 2007 Tenimenti Angelini
Irreprensibile è la parola. Un vino curato e leggermente architettato, in cui si intravvede la trama. Ma anche il sapere solido e la buona vigna su cui sostanzialmente è basato.

Brunello di Montalcino docg 2007 Tenuta di Crocedimezzo
Sorpresone da un vino piccolino. Bocca buona vera dopo un approcco olfattivo che va in qualche modo interpretato. Ma freschezza, frutto e tenuta (e 22 euro di prezzo) convincono a iosa. 3 ½ 

Brunello di Montalcino docg 2007 Agostina Pieri
Un discrimine, che ha fatto discutere. L’azienda del Rosso che conquistava è diventata negli anni quella del Brunello che ambisce. Anhe questo, appena appena sovra estratto, ambizione palpabile ma riuscita indiscutibile.

Brunello di Montalcino docg 2007 Pietranera Friggiali
La selezione batte il base di un pezzetto, secondo logica. Il Pietranera regge il peso del nome, è ricco e denso, ma tiene anche in articolazione di beva. Ci sta. 3 ½ 

Brunello di Montalcino docg 2007 Querce Bettina
Qualcuno ha provato a frenare, parlando di uve non tutte della casa. Forse, significa che la spesa è stata fatta gran bene. Il vino è convincente, coerente, piacevole, solido.

Brunello di Montalcino docg 2007 Canalicchio di Sopra
Si apre al naso con toni speziati e di frutti neri. Fresco e di grande bevibilità, profondo e strutturato, con tannini ancora serrati, ma di buona finezza. Sapido e con chiusura di arancia rossa. Un vino emozionante. 4 e secchio

Brunello di Montalcino docg 2007 Cava d’Onice
Apertura e chiusura balsamiche. Ottima l’acidità, conquista il palato con un bel finale fruttato ed agrumato. Strutturato e profondo. Elegante e suadente. 3 ½ 

Brunello di Montalcino docg 2007 Fattoi
Sentori di tabacco, cuoio, e speziato fanno da contraltare a freschezza e sapidità. Un ottimo finale floreale ed un tannino vellutato ci invitano al riassaggio. 3 ½ e secchio

Brunello di Montalcino docg 2007 Argiano
Vino deliziosamente fruttato, con finale di tabacco e viola e nota fumé. Fresco e minerale, avvolgente ma di buona bevibilità. 3 e secchio

Brunello di Montalcino docg 2007 Selezione Da Vinci Cantina di Montalcino
Note di china e spezia, fanno da apripista ad un vino fresco e strutturato e dal tannino setoso. Il finale è di frutta secca e di arancia sanguinella. Leonardo ne sarebbe fiero!

Brunello di Montalcino docg 2007 Il Poggiolo Terrarossa
Naso variegato con sentori minerali, di lucido da scarpe, grafite e torrefazione, in bocca ampio, con ritorni di china e radicioso, in finale si avverte appena un eccesso di tannino.

Brunello di Montalcino 2007 La Togata
Si offre all’olfatto con note minerali e di grafite, frutta gialla, fiori, in bocca è tipico e serrato ma dona grande piacevolezza chiudendo lungo ed elegante.

Brunello di Montalcino docg 2007 Lambardi
Naso di fiori rossi, grafite e roccia, non amplissimo ma elegante, in bocca è verticale, elegante, emerge per personalità e tipicità.

Brunello di Montalcino docg 2007 Le Macioche
Originale il naso del vino delle Macioche con note di idrocarburo, grafite, foglia di salvia; in bocca è severo e poco “piacione” ma esibisce grande carattere e materia di grande qualità.

Brunello di Montalcino docg 2007 Vigna delle Raunate Mocali
Si offre con un naso di fiori rossi e frutti rossi, qualche nota boisée che non disturba, in bocca si apprezza la grande struttura soprattutto in prospettiva evolutiva, elegante e di lunga persistenza. Da attendere con pazienza. 3 ½ 

Brunello di Montalcino docg 2007 Franco Pacenti Canalicchio
Naso minerale e con sentori di spezia orientale, in bocca dimostra come gestire la materia di una annata generosa con appena un eccesso di materia e alcool, ma grande carattere e finale importante.

Brunello di Montalcino docg 2007 Piancornello
Note di ciliegia e lampone, tabacco biondo e cuoio, in bocca è ricco ed equilibrato, con ritorni di china, rabarbaro ed arancia sanguinella. Bevibilità sopra la media. 3 e secchio

(Antonio Paolini, Stefano Ronconi e Maurizio Valeriani)