Fragole cinesi con norovirus. 11 mila i bambini intossicati in Germania

Tempo di lettura: 1 minuto

Fragole di origine cinese contaminate in una mensa scolastica della Germania dell’Est. E un bilancio pesante per la salute dei bambini: oltre 11 mila i colpiti, forse da norovirus, con i sintomi classici dell’intossicazione alimentare: vomito e diarrea.

La società fornitrice, la Sodexco, che ha in un primo tempo negato qualsiasi addebito, ora promette di indennizzare i piccoli utenti. Ma le responsabilità ricadrebbero, secondo quando ipotizzano le autorità sanitarie tedesche, oltreché sulla ditta che ha distribuito le fragole nelle scuole e negli asili nido, anche sugli addetti alla mensa che, dopo averle scongelate, non hanno provveduto a riscaldarle alla temperatura necessaria (salmonella e norovirus sopravvivono a temperature inferiori ai 20°).

Piangono lacrime da coccodrillo i responsabili della Sodexco mentre 220 nuovi casi di gastroenterite vengono segnalati nelle scuole della Sassonia: “Siamo sconvolti per quanto è avvenuto e ci scusiamo con i bambini colpiti e con le loro famiglie”, fanno sapere dalla società distributrice che promette: ” Adotteremo tutti i controlli e le le misure tecniche necessarie affinché casi del genere non si ripetano mai più in futuro” e aggiunge:  “Tutte le nostre già rigide norme di sicurezza verranno di nuovo controllate”.

Alle scuole tedesche che a un bella porzione di frutta di stagione hanno preferito le più golose fragole vorremmo chiedere: ma la Germania non era la terra delle mele biologiche?

[Link: agi.it]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui