vino bianco e tartufo

Dopo aver speso 250 euro per un etto di tartufo bianco, lo abbiniamo a un vino rosso o a un vino bianco? Quanti dubbi causati dalla ricerca della bottiglia più brillante, irriverente o creativa. Le scuole di pensiero sono diverse e spesso la scelta ricade su vini importanti quasi a soddisfare la vanità dello sforzo economico.

Noi vi proponiamo 10 vini tra bianchi e rossi, italiani e francesi, alcuni quasi introvabili ed estremamente preziosi, altri, forse i più divertenti, speciali e ricchi di personalità. Che hanno il pregio di restare accessibili.

Le linee guida per la scelta del vino sono abbastanza semplici e comuni anche ai piatti con il tartufo. Ricordiamole.

Il vino deve avere un interessante naso e lasciare una bella scia di sapore – chiamatela lunghezza o persistenza,fa lo stesso.

Le caratteristiche salienti del vino dovranno seguire gli altri elementi che compongono il piatto.

I dieci vini da tartufo

  1. Corton Charlemagne Grand Cru Pierre-Yves Colin-Morey 2011
    Pierre-Yves è uno degli astri nascenti di Chassagne. Il Corton impressione per definizione, potenza e freschezza. Costoso ma possibile.
    Punteggio 94/100. Prezzo: 250 €.
  2. Meursault Domaine d’Auvenay Les Narvaux 2001
    A volte è bello giocare facile. Lo è sicuramente con questo Narvaux. Integro, ricco è un vino che può stordire per la sua raffinata e insieme potente lunghezza. Più atletico che muscolare. Raro e prezioso come pochi altri.
    Punteggio 93/100. Prezzo: 500 €.
  3.  Barolo Brunate Marcarini 2001
    Il Brunate 2001 di Marcarini è fine, sottile. Frutto definito e beva compulsiva. Un vino che sussurra con fermezza.
    Punteggio 91/100. Prezzo: 50 €.
  4.  Vosne Romanée 1er Cru Clos des Reas 2005 Michel Gros
    I Gros come i Colin non sono pochi, questo Monopole di Michel è fantastico. Innegabilmente ogni sorso di Vosne Romanée è caratterizzato dal inconfondibile garbo e dalla finezza.
    Punteggio 92/100. Prezzo: 150 €
  5. Volnay 1er Cru Les Mitans De Montille 2002
    Uno dei vini di cui ho il ricordo più nitido. Ogni sorso è un colpo velocissimo, sferrato con eleganza in punta di piedi. Leggiadro e dinamico, si tratta di un assoluto fuoriclasse per la sua progressione e lunghezza. Trovarne di altre bottiglie!?!
    Punteggio 95/100. Prezzo: 150 €
  6. Fiano Vigna della Congregazione Villa Diamante 2010
    Un Fiano di Montefredane ricco, concentrato dotato, tuttavia, di luminosa freschezza. I profumi sono intriganti e coinvolgenti in un susseguirsi continuo tra la solarità del Mediterraneo e l’austerità dell’Irpinia. Un abbinamento azzardato ma non forzato.
    Punteggio 90/100. Prezzo: 28 €
  7. Chardonnay Borgo del Tiglio 2009
    Schivo, taciturno ma anche solare e appagante. Uno dei bianchi italiani più longevi.
    Punteggio 87/100. Prezzo: 26 €
  8. Barbaresco Montestefano Rivella 2006
    Non sarà il primo Barbaresco che vi viene in mente ed è proprio per questo che lo segnaliamo. Il Montestefano ha una beva fine e coinvolgente. Il naso è sfaccettato, intenso. Bellissima la tensione gustativa.
    Punteggio 89/100. Prezzo: 38 €
  9. Rosso di Montalcino Poggio di Sotto 2006
    Un Rosso che vale il viaggio. L’assaggio di questo vino nell’annata 2006 è coinvolgente. L’integrità del frutto e la consueta complessità rendono memorabile la bevuta.
    Punteggio 91/100. 48 €
  10. Dogliani San Fereolo 2005
    Se non fosse San Fereolo potrebbe essere il brutto anatroccolo della batteria. Non è così. Questo vino racconta e fa capire meglio di tanti altri quanto sia speciale Dogliani. “Affordable!!” direbbero gli anglosassoni.
    Punteggio 87/100. Prezzo 18 €

Avete altro da consigliare?

[Jovica Todorovic. Immagini: Massimiliano Bonucci. Piatti: Tartufi & Friends]

4 Commenti

  1. Salve Mi ha fatto estremo piacere poter leggere finalmente qualcuno che la pensa come me! spendere 100, 200 anche 500 euro per un buon tartufo e poi con saperlo (o volerlo) accompagnare con un ottimo vino, credo che faccia l’errore più grande della propria vita! Oltre ai vini che Lei ha indicato, io vorrei consigliare un vino molisano DOC che si adatta in maniere eccelsa al tartufo nero: la tintilia DOC. Gradazione 13,5%, estremamente fruttato e con un retrogusto amaro che esalta i profumi più longevi del tartufo.
    Grazie e ancora complimenti

  2. Perchè un abbinamento di …territorio è sempre tra i migliori Dolcetto d’Alba Cantine Vallebelbo “Cesare Pavese” 2013. Prezzo 17,50

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui