guida pasticcerie gambero rosso 2014

Tre cappelli, tre bicchieri, tre spicchi e ora tre torte. Arriva dal Gambero Rosso l’ennesima guida di orientamento agli indirizzi con questa terza edizione di Pasticceri&Pasticcerie. Quaranta nuovi ingressi e notevoli salti in avanti, per un totale di quasi 600 segnalazioni.

Lo stile vincente secondo i curatori è puntare sempre di più al buono e al sano e fare attenzione alle intolleranze alimentari, nuovo terreno di “sfida” per i pasticceri.

Pietro Macellaro e Gino Sorbilloperlanera Pietro Macellaro

Si aggiudicano le  Tre Torte, 10 pasticcieri. Tra le new entry della massima categoria c’è il cilentano, Pietro Macellaro, titolare dell’omonima pasticceria di Piaggine (Salerno), prima e unica pasticceria agricola italiana che punta tutto sulle materie prime della sua azienda biologica. Tra le sue creazioni, ricordiamo la Perla Nera.

Tra i premi speciali il Pasticcere emergente 2014 è Carmelo Sciampagna, di Marineo in provincia di Palermo, che nonostante la giovane età può vantare una formazione di alto livello e una brillante carriera che lo hanno portato ad aprire un’omonima pasticceria dallo stile fresco e moderno con creazioni che riprendono le tradizioni della sua regione.

Il premio come Miglior packaging va a Besuschio di Abbiategrasso (Milano) che fa anche un salto in avanti nella classifica delle Tre Torte mentre il miglior sito web è della pasticceria Di Pasquale  di Ragusa.

Andrea de BellisAndrea De Bellis Millefoglie

Il premio speciale “i classici di domani”, per l’interpretazione più originale di un grande dolce italiano, è stato assegnato a Andrea De Bellis, della pasticceria De Bellis di Roma con il suo Millefoglie Bar, versione pret à porter da consumare al banco come un caffè.

Tre Torte

1 Pasticceria Veneto Brescia 93
2 Besuschio Abbiategrasso (MI) 92
3 Biasetto Padova 91
4 Gino Fabbri Pasticcere Bologna 91
5 Pasquale Marigliano Ottaviano (NA) 91
6 Nuovo Mondo Prato 91
7 Cristalli di Zucchero Roma 90
8 Dalmasso  Avigliana (TO 90
9 L’Orchidea Montesano Sulla Marcellana (SA) 90
10 Pietro Macellaro Pasticceria Agricola Cilentana Piaggine (SA) 90

ssaggi pasticceria GR 2014

Chi sale e chi scende Tre Torte

Pasticceria Punteggio 2014 Punteggio 2013 +/-
Pasticceria Veneto 93 93 =
Besuschio 92 90 +2
Biasetto 91 91 =
Gino Fabbri Pasticcere 91 91 =
Pasquale Marigliano 91 91 =
Nuovo Mondo 91 91 =
Cristalli di Zucchero 90 90 =
Dalmasso 90 90 =
L’Orchidea 90 90 =
Pietro Macellaro 90 new entry

Scorticata-2012-Torriana-10-Corrado-Assenza

Due Torte

Pasticceria Località Voto
Dolce Reale  Montichiari (BS) 89
Luca Mannori  Prato 89
Caffè Sicilia  Noto (SR) 89
Sirani  Bagnolo Mella (BS) 89
Acherer  Brunico/Bruneck (BZ) 88
L’Antica Arte del Dolce  Milano 88
L’Arte Bianca  Parabita (LE) 88
Cappello  Palermo 88
Il Chiosco  Lonigo (VI) 88
Martesana  Milano 88
Pasticceria Palazzolo  Cinisi (PA) 88
Dino Pettenò  Mestre (VE) 88
Antoniazzi  Bagnolo San Cito (MN) 87
Chez Lex Negres  Cagliari 87
Cortinovis  Ranica (BG) 87
Giovanni Pina  Trescore B. (BG) 87
Rinaldini  Rimini 87
Pasticceria Roberto  Erbusco (BS) 87
Volpe  Napoli 87
La Boutique del Dolce  Concorezzo (MB) 86
Canterino  Biella 86
Caprice  Pescara 86
Cavour  Bergamo 86
Douce  Genova 86
Andrea De Bellis  Roma 86
Elli  Milano 86
Pasticceria Moffa  Foggia 86
Morlacchi  Zanica 86
La Pasqualina  Almenno S.B. (BG) 86
Il Picchio  Loreto (AN) 86
Sal De Riso  Minori (SA) 86
Sartori  Erba (CO) 86
Viscontea  Milano 86
Accardi  Palermo 85
Alex  Pantigliate (MI) 85
Belle Hélène  Tarquinia (VT) 85
Caffè Commercio  Dolo (VE) 85
Di Pasquale  Ragusa 85
Dolceria Mazzini  Argenta (FE) 85
Dolciarte  Avellino 85
Ferretti  Roseto degli Abruzzi (TE) 85
Golosi di Salute  Alba (CN) 85
Irrera  Messina 85
Lombardi  Osimo (AN) 85
Pasticceria Marisa  San Giorgio delle Pertiche (PD) 85
Marra Pane Pasticceria Pausa e Delizie  Cantù (CO) 85
Pannamore  Vasto (CH) 85
Pavé  Milano 85
Perle  Roma 85
Antico Caffè Spinnato  Palermo 85

Chi sale e chi scende Due Torte

Pasticceria Punteggio 2014 Punteggio 2013 +/-
Dolce Reale 89 89 =
Luca Mannori 89 89 =
Caffè Sicilia 89 88 +1
Sirani 89 89 =
Acherer 88 87 +1
L’Antica Arte del Dolce 88 88 =
L’Arte Bianca 88 87 +1
Cappello 88 88 =
Il Chiosco 88 88 =
Martesana 88 88 =
Pasticceria Palazzolo 88 88 =
Dino Pettenò 88 87 +1
Antoniazzi 87 87 =
Chez Les Negres 87 86 +1
Cortinovis 87 86 +1
Giovanni Pina 87 86 +1
Rinaldini 87 85 +2
Pasticceria Roberto 87 86 +1
Volpe 87 87 =
La Boutique del Dolce 86 86 =
Canterino 86 86 =
Caprice 86 86 =
Cavour 86 86 =
Douce 86 86 =
Andrea De Bellis 86 new entry
Elli 86 86 =
Pasticceria Moffa 86 86 =
Morlacchi 86 85 +1
La Pasqualina 86 86 =
Il Picchio 86 84 +2
Sal De Riso 86 86 =
Sartori 86 84 +2
Viscontea 86 86 =
Accardi 85 84 +1
Alex 85 new entry
Belle Hélène 85 84 +1
Caffè Commercio 85 85 =
Di Pasquale 85 83 +2
Dolceria Mazzini 85 84 +1
Dolciarte 85 82 +3
Ferretti 85 85 =
Golosi di Salute 85 84 +1
Irrera 85 85 =
Lombardi 85 85 =
Pasticceria Marisa 85 84 +1
Marra Pane Pasticceria Pausa e Delizie 85 85 =
Pannamore 85 85 =
Pavé 85 85 =
Perle 85 86 -1
Antico Caffè Spinnato 85 83 +2

E ora siamo pronti per conoscere le vostre preferenze in fatto di dolci e pasticcerie.

[Immagini: Vincenzo Pagano, Rossa di Sera, Gambero Rosso]

42 Commenti

  1. Lucca Cantarin della pasticceria Marisa ad Arsego (PD), che quest’anno con la Nazionale Italiana ha raggiunto il 3° posto nella Coupe du Monde de la Pâtisserie, per me meriterebbe di certo un posto!

  2. Provate come me a visitare la pagina web di Di Pasquale di Ragusa e ditemi se questa può essere considerata la migliore in Italia. Basta questo per comprendere l’attendibilità di certe classifiche.

    • Perché non hai visto quegli altri…..fatti un giro sul sito web di Mannori (mica l’ultimo degli str…..): dire che fa pena è un eufemismo…..e quello di Massari ? Ah già, lui non ce l’ha neanche, il sito web….

  3. Cristalli di Zucchero ancora tre torte?, ma ci sono andati quest’anno? porzioni ridotte del 50%, qualità ridotta di almeno 20% rispetto ai fasti iniziali di questa pasticceria. Per non parlare del servizio scadente : cornetti e/o dolci a volte presi dall’abbattitore e serviti ai clienti; sia alla cassa che chi ti serve c’ha una faccia lunga. Un giudizio dato a malincuore visto che ci sono andato più di una decina di volte negli anni passati, ma ormai non ci metto più piede.
    Era ora che uscisse allo scoperto il bravo e simpaticissimo De Bellis, continua cosi!.

    • Beh perché Biasetto? Se si premia il miglior pasticcere non dubito sia uno dei più bravi in Italia e nel mondo ma la sua pasticceria a Padova non è assolutamente all’altezza… già da quando entri ti fanno sentire come se dovessi sentirti fortunato ad avere tanto onore… per un servizio a volte nemmeno sufficiente… i prodotti saranno anche da 10 ma l’emozione che vivi li dentro è da 0

      • Ciao, mi sapresti consigliare la migliore pasticceria di Padova,dovrei farci lo stage e non sò dove sbattere la testa

  4. Il Nuovo Mondo ERA la mia pasticceria. L’anno scorso ho comprato il loro squisito panettone. Torno a casa, lo apro, è bruciato. Non poco: la crosta superiore (ricoperta di zucchero glassato) è in gran parte nera e sotto è tutto bruciato. Il sapore è ovviamente amaro. Riporto il panettone (pagato più di trenta euro) in negozio. La cassiera chiama il pasticcere/propritario. Il pasticciere/proprietario, dopo che gli ho spiegato perché ero tornato, si incazza come una bestia, prima nega poi comincia a urlare e accampare scuse pietose (forno piccolo, troppi panettoni etc.) e infine lancia il panettone sul pavimento. Poi urla alla cassiera di rendermi i miei trenta e passa euro. Io ammutolisco, mi vergogno come un ladro (chissà poi perché) e quasi mi metto a piangere (sono un omone di 190 cm e 110 Kg, non è il caso). Il Nuovo Mondo ERA la mia pasticceria: da allora, ovviamente, non ci ho messo più piede.

      • Ah, indubbiamente. Il problema è che è una pasticceria squisita. Si ripropone l’eterna questione che percorre la storia della cultura umana: la distanza tra la vita e l’arte. Céline era fascista, Rousseau abbandonò una mezza dozzina di figli all’orfanotrofio, Wagner e Nietzsche hanno precorso il nazismo. Che si fa? Non si legge Viaggio al termine della notte o Le Confessioni, non si ascoltano più I Nibelunghi, non si studia più La nascita della tragedia? Andare in quella pasticceria e godere è giusto, senza pensare che la squisitezza dei dolci corrisponda alla squisitezza di chi ha realizzati.

          • Mi sono spiegato male: IO non ci metto più piede; il mio secondo commento era per dire che dovreste metterci piede VOI.

  5. La pasticceria Verona e Bonvegna di Catania,signori giudici la conoscete?
    Ci sono tantissime realtà che sconoscete,anziché stare fermi in ufficio girate e provate.
    La pasticceria di Marineo in provincia di Palermo è una realtà,se non ci fossero andati i giudici che “girano” nessuno l’avrebbe conosciuta.

  6. Martesana, Milano. L’unica volta che ci sono stata, a seguito delle ottime recensioni che avevo sentito e letto al riguardo, mi sono trovata dinanzi ad una cassiera scortese e sbrigativa, una assistente alla vendita di una scortesia mondiale e un conto esageratamente alto. Mai più. Spero di aver beccato la giornata sbagliata, ma per quel che mi riguarda non sono disposta a concedere seconde chances.

    • Il criterio di giudizio e’ inesistente… A parabita da campeggio, io ci sono stata …. Qualità e servizio fanno pena!! Forse confondono la professionalità’ con le presenze a feste di piazza , premiazioni locali ecc ma quello è’ marketing ( su se stesso) non eccellenza!!

  7. Oggi sono stato da Marra(Cantù),ottimo la minuteria che ho assaggiato,la biscotteria secca niente di eccezionale.Ma solo per il locale e le tante opzioni dolci/salato vale proprio la passarci!!

  8. beh che dire guida molto attendibile visti i commenti…. ma qual’è il parametro di giudizio per rientrare in questa guida….
    il merito all’italiana!!!!
    spero di no

  9. a milano vorrei segnalare la strepitosa Pasticceria Sansovino, ex pasticceria Mecenate, da poco trasferitasi in zona loreto. Sfoglie eccellenti, tutto freschissimo, varietà e qualità, veneziane indimenticabili!

  10. Da provare anche la pasticceria Nuova Brianza a Milano, dolci buoni, gelato gustosissimo ma il panettone è eccezionale, forse è per questo che le è stato riconosciuto il primo posto su una rivista specializzata. Comunque la qualità, il prezzo e la gentilezza del personale creano un ambiente da tenere in considerazione.

  11. Caro sig Salvag se vuole degustare prodotti deliziosi e il miglior panettone in circolazione vada alla Pasticceria Maurizio poi mi saprà dire

  12. La Pasticceria Moffa di Foggia e’ all’altezza delle due torte, se solo il personale fosse un po’ piu’ cordiale anche con chi non entra in pelliccia, sarebbe quasi perfetta.
    Mi e’ sembrato di capire che quello del servizio cortese e’ un problema molto sentito.

  13. Sono espera in pasticeria e insegnante di pasticeria e la mia passione.
    Ho volontà, impegno a farli.
    Non faccio fatica, e cerco lavoro in questo campo.

  14. Salve a tutti ,vorrei dire la mia su questa (con tutto il rispetto ) pseudo classifica. Ho girato per lungo e il largo l’Italia e chiedo scusa alle persone del Nord , ma la migliore pasticceria in senso generale è Siciliana , ho assaggiato dolci al nord in pasticcerie rinomate che volendo fare un paragone la stessa qualità la trovi nelle nostre piccole pasticcerie rionali e quando ti presenti alla cassa ti prende pure un colpo per quanto paghi. Sicuramente i locali sono molto belli , raffinati e le coreografie dei dolci sono veramente fatte bene , ma sostanza veramente poca. Questi grandi pasticceri sevondo me sono solo da esibizione , ogni tanto inventano qualcosa di strano e questi , diciamo intenditori di dolci dicono pure che sono buoni . Ricordo che quando i Settentrionali vengono in Sicilia , la prima cosa che fanno è svuotare le nostre pasticcerie con tutte le nostre prelibatezze e per non parlare dei ristoranti Vi ricordo che il Cannolo e la Cassata Siciliana sono conosciuti in tutto il mondo. Una eccellente pasticceria è quella Napoletana. Vorrei vedere questi grandi pasticceri al giudizio della gente comune , che poi è quella che gusta e soprattutto PAGA. Ricordiamo solo 2 nomi Zucchero e Vasco Rossi a Sanremo arrivarono ultimi e poi tutti sappiamo chi sono diventati. Saluti a tutti.

  15. Manca la pasticceria “Super Bar” di Trani.
    Una delle pochissime ad aver rivoluzionato il modo di fare dolci, proponendo una vastissima varietà di dolci secchie freschi, con creme e panna, mousse e gelati senza lattosio e senza glutine, ma davvero ottimi da gustare per tutti.
    Unici i suoi panettoni, leggeri e soffici come pochi.
    Da assaggiare assolutamente quelli senza lattosio, ti fa dimenticare di avere intolleranze.
    c’è anche la vendita online di alcuni dolci
    http://www.dolciperintolleranti.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui