Ristoranti Expo. Pasquale Torrente vs Peppe Zullo perché non mangiamo solo prezzi bassi

Tempo di lettura: 2 minuti

Eataly Expo

Ogni mese, all’Expo, Eataly ospita 20 ristoranti provenienti da 20 regioni diverse secondo questo calendario. Un ottimo metodo per assaggiare una serie di cucine che richiederebbero lunghe e costose trasferte.

Assaggeremo a macchia di leopardo confrontando le cucine più “esotiche” per noi milanesi. A novembre avrete una guida tutta al contrario: invece di andare noi nei ristoranti, sono i ristoranti ad essere arrivati a Milano. Potenza del parco giochi dell’Expo che non è solo street food e ricerca dei prezzi, altrimenti il divertimento dov’è?

Mettiamo un voto scegliendo un solo piatto ma considerando tutta l’offerta del menu e in un certo senso il servizio (in realtà le osterie funzionano come un self service).

E da uno scontro più esotico tra Puglia e Campania, tra la Daunia e la Costiera Amalfitana così lontane da Rho potreste immaginarlo?

Al Convento

Pasquale Torrente

Pasquale Torrente è il patron del ristorante Al Convento di Cetara, ma anche, indirettamente, della Locanda di Mare Burro e Alici a Erbusco (Como Brescia). Forse ne avrete sentito parlare anche per i fritti della Cuopperia, diventato un vero e proprio brand di Eataly.

cuoppo fritto Pasquale Torrente Expo gnocchetti colatura alici

Il menù-Expo è semplice e, anch’esso, molto rappresentativo: Pane burro e alici (8 €), Gnocchetti con colatura di alici (11 €), Pasta Garofalo al pomodoro San marzano (9 €), Cuoppo di calamari fritti (13 €).

pane burro alici

Buono il fritto, discreti gli gnocchetti, ma il piatto migliore, che entra in gara, è Pane burro e alici. Un piatto estremamente semplice ma di una grazia e di un gusto superiori.

Voto: 7 (forse perché mi aspettavo gli spaghetti alla colatura)

Peppe Zullo

Il ristorante di Peppe Zullo si chiama come lui e si trova a Orsara di Puglia, assieme a una serie di altre attività (fattoria scuola resort…). A Expo propone un menù che ben rappresenta la sua terra: Fiori di zucca al profumo di basilico (10 €), Parmigiana di borragine (10 €), Orecchiette di grano arso ai sapori dell’orto (12 €), Finocchi e baccalà (14 €).

orecchiette di grano arsoPeppe Zullo

Per il torneo ho scelto i Fiori di zucca al profumi di basilico: passati al forno, elaborazione minima (mi sa che è quasi più complicato l’impiattamento della preparazione effettiva), risultato ottimo.

Molto buona anche la parmigiana di borragine, un’idea originale per sfruttare un’erba poco frequentata in cucina (a parte forse il ripieno dei ravioli). Instant classic per le orecchiette di grano arso che restano un po’ brodose, ma sono state un comfort food eccezionale nelle giornate più fresche.

Voto: 8 (perché forse 10 € per quattro fiori di zucca sono troppi).

Che fate, andate ora a Expo dove li trovate per questa settimana o preferite assaggiare i piatti nei loro ristoranti?

Ristorante Al Convento. Piazza S. Francesco, 16. 84010 Cetara (Salerno). Tel. +39 089 261039

Peppe Zullo. Via Piano Paradiso. 71027 Orsara di Puglia (Foggia). Tel. +390881 964763

[Immagini: iPhone Emanuele Bonati, iPhone Vincenzo Pagano]

3 Commenti

    • Accidenti – grazie, mi scuso con Como e con Brescia! e con la mia professoressa di geografia alle medie (ma quel giorno lì ero malato)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui