New York, foodies in lista d’attesa alla scuola di taglio di maiale

Tempo di lettura: 1 minuto

Da addetta stampa a macellaia. E’ la scelta che ha fatto Sarah, 25 anni, un bel lavoro a Manhattan, di quelli per i quali qualche anno fa un giovane avrebbe fatto carte false. Ma i tempi cambiano e la giovane americana che ha deciso “di passare le sue giornate con le mani nell’emoglobina”, come racconta il sito francese rtl.fr, “e nelle celle frigorifere con 50 chili di carcassa sulle spalle”, ne è la conferma.

Pochi mesi fa la decisione: si cambia vita. Da colletto bianco ad artigiana della carne nella capitale mondiale dei foodies. Così inizia la routine, nel negozio di Brooklyn, senza rimpianti. E si sa, l’entusiasmo è contagioso: nel suo negozio una ventina di clienti ogni mese segue, per 80 dollari, il corso magistrale di ‘taglio della carne’ e assiste ‘all’autopsia del maiale’. Che ovviamente è un maiale a filiera certa, allevato come si deve in una fattoria vicino a New York. Prenotazioni con un mese d’anticipo, please!

Fonte: rtl.fr

Foto: afp.fr

1 commento

  1. Troppo divertente! In effetti le professioni legate al cibo attirano come non era mai successo prima. Finirà anche in Italia il mito della laurea in giurisprudenza? La speranza è nelle scuole alberghiere che però non so quanto riescono a fare…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui