Londra. Dandini sbanca Young & Foodish con la matriciana

Tempo di lettura: 1 minuto

Esce il numero 72 sulla ruota di Londra e Arcangelo Dandini mette a segno un punto prezioso per la conoscenza della cucina romanesca all’estero.

Il merito dell’operazione di divulgazione presso i sudditi di Sua Maestà Britannica è da ascrivere a Katie Parla che è transitata dal giudizio definitivo negativo al pieno supporto delle brigate arcangiolesche anche grazie all’Armageddon di riconciliazione dell’anno scorso.

Così Arcangelo Dandini è volato alla volta di Andrew’s, il locale in cui si è tenuta la cena cui hanno partecipato, appunto, 72 commensali.

Operazione che ha avuto il suo momento di imprevisto all’aeroporto con il sous chef Mahesh che non è riuscito ad arrivare a Londra. L’aiuto è arrivato da Gianni Locatelli che ha mandato Salvo Sardo a dare manforte ai fornelli.

L’incrocio tra i prodotti italiani e quelli inglesi ha sortito l’effetto sperato e Arcangelo ha soddisfatto le attese dei partecipanti con la sua matriciana a base di pasta di Gragnano preceduta dalle alici di Cetara (mancava solo l’alici-burger che avrebbe fatto la sua figura!), dai supplì e dalla crocchetta che ha ricevuto il battesimo di fuoco all’Armageddon di quest’anno. In chiusura, un altro dei cavalli dell’oste di Prati: il cioccolato bianco con capperi e olio di oliva di Giulio Campello.

[Link e foto: ParlaFood]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui