Vino biologico italiano: promosso a pieni voti il rapporto prezzo-qualità

Altroconsumo promuove a pieni voti il vino bio italiano: solfiti ben al di sotto dei limiti di legge, niente metalli pesanti, conveniente

Vino

Altroconsumo, pieni voti ai vini biologici italiani. L’associazione dei consumatori ha appena promosso una categoria merceologica regolamentata a febbraio dall’Unione Europea.

14 le etichette sottoposte a test, tutti vini rossi ma appartenenti a diverse denominazioni di origine. Buoni i risultati delle analisi nelle seguenti ‘materie’:

  • grado alcolico: corrisponde a quello dichiarato;
  • acidità totale (consente una lunga conservazione);
  • acidità volatile (segnala eventuali alterazioni);
  • presenza di anidride solforosa e di solfiti: solo due prodotti su 14 raggiungono 92 mg/l, quindi meno del limite di legge dei 100; tre ne sono privi, gli altri raggiungono livelli inferiori a 68 mg/;
  • assenza totale di metalli pesanti come cadmio e piombo e di pesticidi (la legge esclude l’uso di pesticidi, ma ammette in caso di grave rischio per una coltura l’uso di alcuni prodotti fitosanitari autorizzati );
  • prezzo: i vini testati sono tutti al di sotto dei 6 euro;
  • gusto: la prova di assaggio, condotta secondo il metodo sensoriale, ha dato risultati soddisfacenti.

[Link: helpconsumatori.it, irispress.it Immagine: ntr24.it]