Caffè. Sciopero e tazzine di plastica alla buvette di Montecitorio

Ristorante chiuso e tazzine in plastica alla buvette della Camera. Lo sciopero dei dipendenti della Compass Group infligge un colpo alla proverbiale eleganza dei servizi di ristorazione in Parlamento.

Non c’entra la spending review, nè è in corso un’operazione di restyling francescano in tempi di turbolenza nella fiducia dei cittadini verso le istituzioni. Accade, “semplicemente”, che sono a rischio 824 posti di lavoro della societa’ che fornisce servizi di ristorazione, 15 dei quali in servizio alla caffetteria della Camera. Di qui la protesta siglata da Cgil, Cisl e Uil e i piccoli disagi per i deputati che dovranno consumare caffe’ e cappuccino in bicchieri di plastica (non biodegradabile).

Link: repubblica.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui