La ciliegia di Vignola entra nel registro europeo delle Dop e Igp

Tempo di lettura: 1 minuto

Arriva una nuova specialità italiana a Indicazione Geografica Protetta ed è il 247mo prodotto ad essere iscritto nel Registro europeo delle Dop e Igp.

Si tratta della Ciliegia di Vignola Igp ed è un frutto decisamente più grande della media (può raggiungere anche 28 mm). E’ coltivata nelle province di Modena e Bologna, in 28 comuni di altitudine compresa tra 30 e 950 metri, su un totale di circa mille ettari. Il nuovo prodotto ortofrutticolo sbarcato nel porto delle eccellenze agro-alimentari italiane appartiene alle cultivar Bigarreau Moreau, Mora di Vignola (precoci), Durone dell’Anella, Anellone, Giorgia, Durone Nero I, Samba, Van (medie), Durone Nero II, Durone della Marca, Lapins, Ferrovia, Sweet Heart (tardive).

La buccia è lucida, il sapore è dolce e fruttato e il colore va dal rosso brillante al rosso scuro, tranne che per la varietà Durone della Marca (gialla e rosso brillante). I frutti, utilizzati anche per la preparazione di marmellate, confetture, sciroppi e per la preparazione dello cherry-brandy, maturano a primavera inoltrata e la raccolta viene effettuata a mano.

[Link: qualivita.it, accademiabarilla.it Immagine: conipiediperterra.com]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui