Dalla Slovenia con amore è una piccola manifestazione che cerca di far conoscere i produttori sloveni attraverso una significativa rappresentanza delle principali denominazioni vinicole della giovane nazione centroeuropea con banchi d’assaggio questa volta nella bella cornice del Marriott Grand Hotel Flora. A seguire, 4 cene in altri ristoranti romani (Casa & Bottega, Cru.Dop, il Pagliaccio, Salotto Culinario) per sperimentare la qualità dei vini a tavola. Presenti una decina di produttori (Batič, Edi Simčič, Joannes, Marjan Simčič, Movia, Pullus, Rodica, Steyer, Wine Cellar Goriška Brda) che alla prova del bicchiere hanno rivelato ancora una differenza qualitativa abbastanza evidente fra quelli della Primorska (Collio Sloveno, Istria, Carso sloveno e Vipacco) e quelli provenienti dalle altre regioni che pur presentando vini corretti devono probabilmente ancora seguire un percorso per arrivare a vini di personalità e ad interpretazioni originali e di interesse assoluto. Queste le nostre scelte, 5 etichette che potete provare per verificare il livello dei vini sloveni.

  1. Malvasia 2009 – Edi  Simčič. Vini tutti di carattere quelli di Edi Simcic (fra gli altri provate il Sauvignon) che ben rappresentano il carattere della terra e del produttore: al naso profumi di pesca matura ed erbe aromatiche, in bocca è sapido e minerale, con richiami balsamici e di frutta secca. 3 scatti
  2. Zaria 2010 – Batič. Dalla valle del Vipava un produttore biodinamico: il vino ha aspetti originali con un naso di mela disidratata e calvados e grafite, in bocca è succoso, ancora sassoso, con una bella lunghezza ed un equilibrio eccellente. 3 scatti
  3. Veliko 2004 – Movia. Della Ribolla abbiamo già detto in altra occasione (Bio&Dynamica 2012), stavolta segnaliamo il Veliko Rosso , da uve Merlot, Pinot Nero e Cabernet Sauvignon, affinato in legno per 6 anni, con un naso appena ridotto ma che in bocca è vigoroso, ancora fresco, succoso di piccoli frutti rossi e neri, con bella persistenza e finale minerale. 3 scatti
  4. A+ 2006 – Wine Cellar Goriška Brda. La più grande cooperativa del Collio sloveno (con 6 milioni di bottiglie) dimostra di produrre anche qualità con questa bottiglia ma non solo (davvero interessante e dall’eccellente q/p la Ribolla charmat): al naso ampio ventaglio di profumoi dal miele alla frutta secca passando per fiori gialli, in bocca è appena un poco esuberante di alcool ma la ricchezza e la sapidità superano l’impasse iniziale. 2 scatti e ½
  5. Teodor Bianco Selekcija 2008- Marjan Simčič. Assemblaggio di vini provenienti da uve ribolla 60%, sauvignonasse 20%, pinot grigio 20%, il vino fa un lungo affinamento in legni di diverse dimensioni prima dell’imbottigliamento. Al naso profumi di fiori gialli e frutta matura in bocca è ricco ma non privo di componenti minerali e freschezza che bilanciano le note dolci. Finale balsamico. 2 scatti e ½

In abbinamento ai vini, gli chef sloveni hanno preparato diversi piatti come lo sformato di verza con salsiccia scomposta della coppia Mahorčĭč, il risotto con barbabietola e formaggio caprino di Igor e le animelle fritte con purè di prezzemolo e salsa alla lavanda di Marko.

Alfonso Caputo, della Taverna del Capitano è andato sul mare pieno con gli spaghetti aglio, olio, peperoncino, seppie e uova di seppie.

Come detto, l’incontro con i vini sloveni ha previsto 4 incontri con il cibo italiano e il nostro “Babbo Natale” (Dino De Bellis), al Salotto Culinario ha preparato un menu da giro d’Italia molto apprezzato da Daniele Amato che ha messo in fila per noi i piatti assaggiati in abbinamento con i vini di  Marjan Simčič.

Baccalà mantecato (Veneto) in abbinamento con Pinot Grigio Sivi Pinot 2011

Orecchiette Benedetto Cavalieri con cozze e fagioli (Puglia) in abbinamento con Ribolla gialla Rebula Selekcija 2008

Minestra di broccoli e arzilla (Lazio) in abbinamento con Sauvignon Selekcija 2009

Triglia scottata con crema di brodetto (Abruzzo e Marche) in abbinamento con Teodor Belo Selekcija 2008

Trancio di ricciola con mollica di pane pesto siciliano e caponata in abbinamento con Sauvignon blanc Opoka 2009

Pastiera con crema di limoni di Sorrento

Salotto Culinario. Via Tuscolana, 1199. Roma. Tel. +39 06.72633173

[Note di degustazione: Stefano Ronconi e Maurizio Valeriani. Immagini: Daniele Amato]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui