Festa-Bottura-3-stelle-25-lambrusco

Lambrusco made in Spain? Nessun problema per i magistrati iberici che hanno respinto il ricorso del Consorzio del Lambrusco di Modena Doc contro il lancio sul mercato spagnolo di un vino frizzante rosso chiamato con la denominazione italiana.

Il presidente della commissione Agricoltura dell’Unione Europea De Castro ha inoltrato un’interrogazione parlamentare al commissario all’Agricoltura Ciolos. “Lambrusco è una denominazione tutelata”, ha detto “ed è impensabile che venga usurpata all’interno della stessa Ue”.

Più o meno quello che rischia di accadere in America dove potrebbe diventare legale, per i produttori statunitensi, l’uso di termini come “Chateau” e “Clos” sulle etichette, nomi che senza dubbio possono indurre nell’errore di ritenere francese un vino che non lo è sfruttando la reputazione nel mondo dei vini europei. “Una decisione che pur non toccando l’Italia pone seri interrogativi. Appena pochi mesi fa abbiamo varato”, ha spiegato De Castro, col “Pacchetto qualità” le regole sulla protezione che impongono che i singoli governi Ue si attivino per far rispettare le norme sulle denominazioni d’origine. Qualsiasi passo indietro è inaccettabile”.

[Link: ilsole24ore]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui