Combattere l’afa con 10 piatti di pesce e 10 rosé da Meglio Fresco a Roma

Tempo di lettura: 4 minuti

berlucchi

Combattere l’afa e il calore con le bollicine rosé mi sembra un’ottima idea.

Abbinare 10 etichette con altrettanti piatti di Meglio Fresco, la pescheria con cucina di Roma, rischia di mandarmi in estasi.

Lo confesso. Dopo aver letto dell’anticipo di apertura del nuovo ristorante di Giulio Terrinoni, l’ho fatto in questi giorni di Bere Rosa e vi propongo il menu.

Che potrete ricostruire andando da Meglio Fresco, appunto, che la sera mette i tavoli in sala e vi serve pesce del giorno. Per aperitivo o per cena.

Siete pronti per rinfrescare questa calda estate?

P.S. E non dimenticate gli indirizzi per mangiare sul “mare” di Roma.

1. Aperitivo

rosa-del-golfo-rosè

Piacevolissimo come aperitivo, buono con i crudi, ecco il Rosa del Golfo, Brut Rosé. Spumante Metodo classico prodotto con uve Negroamaro e Chardonnay si presenta con eleganza: colore rosa chiaro, bollicina finissima, gradevole e morbido al palato, con le note fruttate al naso che ricordano fragoline di bosco e ribes rosso.

2. Insalata di pesce

meglio-fresco-insalate-di-mare

Il Joi di San Salvatore, Spumante Brut Rosé Millesimato è un Metodo Classico biologico, 24 mesi in bottiglia sui lieviti, ottenuto dalle uve Aglianico. Rosa carico, inebriante profumo di freschezza e ricordo di amarene in bocca vi fanno innamorare di Joi all’istante. A me è piaciuto con le insalate di polpo, di seppie e di calamari al curry.

3. Tartare di pesce

meglio-fresco-crudi

Il Rugré Spumante rosato, La Scolca, è floreale, elegante e persistente. Versatile, da stappare a colazione (anche di lavoro!), da offrire per un aperitivo o in una cena leggera a base di portate fredde. Ideale con un piatto di crudo, con ostriche, gambero rosso, tartare di palamita e capperi e carpaccio di spigola.

4. Astice e aragosta

aragosta-e-rose

Berlucchi ’61 Rosé. 60% Pinot Nero e 40% Chardonnay, è un Franciacorta irresistibile al naso con le note di fiori bianchi ghiacciati (ebbene si, il vino è anche immaginazione), setoso, stuzzicante in bocca e bello da osservare il gioco di bollicine nel rosa antico. Da accompagnare a piatti di pesci pregiati. Quindi, via libera ad astici ed aragoste, ricciola appena scottata o spigola al sale.

5. Molluschi

meglio-fresco-molluschi

La Santissima Franciacorta Brut Rosé, Castello di Gussago è un pinot Nero in purezza. Non posso fare altro che dichiarare il mio amore per queste bollicine dal rosa elegante con le sfumature dorate. Appena floreale, è della serie “un sorso tira l’altro”. Lamponi selvatici e ribes da abbinare a molluschi e crostacei. E da Meglio Fresco ci si può sbizzarrire alla grande!

6. Arancini al nero di seppia

meglio-fresco-arancini-al-nero

Freccianera Rosa, Franciacorta Brut Rosé Millesimato di Fratelli Berlucchi è un accattivante mix tra Pinot Nero e Chardonnay, 45 mesi sui lieviti. Delicatamente fruttato al naso, armonico e sapido al palato, è un buon compromesso per il pesce più saporito, come tonno o spada. Interessante anche con i salumi non troppo grassi. Freccianera è anche un buon abbinamento con un piatto particolare come gli arancini al nero di seppia, saporiti e croccanti.

7. Frittura di pesce

meglio-fresco-fritturameglio-fresco-alghe

Per un piatto classico dell’estate ho scelto il Barone Pizzini, Rosé Franciacorta DOCG, a sua volta classico di Franciacorta. Bellissimo il suo colore rosa brillante, piacevoli profumi di lieviti e sapori di sottobosco. Abbinamenti? Oltre i piatti di  pesce tradizionali, direi anche prosciutto crudo e speck, magari di anatra, ma anche il pesce affumicato e appunto la frittura di triglie, alici, calamari e alghe.

8. Finger food

astoria

L’Astoria Lounge Rosé, a vedere la bottiglia lavorata, fa venire in mente il concetto di “Fashion Wine”! Da servire agli aperitivi modaioli, dove l’occhio vuole la sua parte, accompagna stuzzichini e finger food. Floreale ed aromatico, è una bollicina “tuttofare” che mette allegria.

9. Ostriche

meglio-fresco-ostriche

Ferrari Perlé Rosé Millesimato, cioè Pinot Nero e Chardonnay, messi insieme dall’enologo della famiglia Lunelli, creano la magia. L’eleganza del colore, il gioco del perlage, i sentori di rosa e i sapori di lieviti nobili fanno di questo vino un “mostro sacro” da portare a tavolo nelle occasioni più belle. Una cena tête-à-tête, la farei con una bottiglia di Ferrari. Indipendentemente dal cibo. Anche se una bella selezione di ostriche mi sembra una proposta allettante.

10. Ricci di mare

meglio-fresco-pasta-con-ricci

Rotari Brut Rosé, Trento DOC. Il clima di montagna, le escursioni termiche, la passione e la tradizione lo hanno fatto diventare una delle icone degli spumanti italiani. Elegante e sobrio, con una piccola sfumatura di spezie e di frutti di bosco, è una bollicina perfetta per una cena sul terrazzo, magari poco impegnativa, ma sempre con un tocco di classe. Come uno spaghetto ai ricci di mare.

Vi ho convinti con questi abbinamenti o volete provare voi a suggerirne di altri? Allora vi lascio l’indirizzo di Meglio Fresco che potrebbe servirvi.

Meglio Fresco. Via di Boccea, 350, 00167 Roma. Tel. + 39 06 663 5411

2 Commenti

  1. Aragosta a colazione? Ti invidio Giulia… Qui siamo alle prese con il condizionatore che va a singhiozzo (e non capita a gennaio!)

  2. Non trovo il riferimento ad un’aragosta a colazione: dove è scritto?
    Leggo “colazione” in riferimento alla tartare, ma dalla frase intera mi pare il termine sia utilizzato alla maniera nobile: quello che per noi bimbi di campagna è il pasto di mezzodì. sbaglio?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui