Mozzarella di bufala. Comprarla a Terracina perché non c’è solo Paestum e Caserta

Tempo di lettura: 3 minuti

mozzarella bufala 250 grammi

La querelle se la migliore mozzarella di bufala sia quella di Caserta o di Salerno, ha un terzo incomodo.

È Latina con Fondi e Terracina.

Vogliamo scommettere che vi indico due produttori di mozzarella di bufala del basso Lazio che possono dare la paga a parecchi colleghi della Campania?

Seguitemi in questi due caseifici a filiera corta che incrociate al ritorno sulle strade delle vacanze.

L’angolo della mozzarella

Il primo caseificio è a Salto di Fondi, una manciata di chilometri a sud di Terracina, quasi alle pendici di Monte San Biagio.

bufale Mastrobattista

Proprietario e motore dell’azienda è Enzo Mastrobattista: l’azienda, fondata nel 1995, ha circa 270 bufale che razzolano in un bel campo semi paludoso – come si dovrebbe – per farsi mungere due volte al giorno e dare in allegria i loro 9, 10 litri di latte.

Enzo mi dice: “Il latte io non lo compro, casomai lo vendo”. Paradigma perfetto di un’azienda che produce il suo foraggio e che nei mesi invernali, quando la richiesta cala, è capace di vendere il suo latte anche tramite la cooperativa San Rocco, di cui fa parte e il cui presidente è lo stesso Enzo.

mozzarelle ricotta di bufala

La produzione delle mozzarelle – e anche delle squisite ricotte – avviene presso il punto vendita di Terracina a Viale Europa, con punte di 2 quintali al giorno.

Piccola produzione che punta alla qualità ed allo smercio immediato. Parte delle mozzarelle arrivano sulle tavole romane e l’auspicio è per una maggiore diffusione.

La mozzarella convince per consistenza e sapidità, scrocchia perfetta sotto i denti e al pizzico rilascia il latte. Mi convince la corposità di questa mozzarella che fa pasto, ma che non è mai pesante o troppo saporita. Da provare per una golosa cena o per la caprese perfetta.

Caseificio Monica Macchiusi

caseificio Monica Macchiusi

Il secondo caseificio visitato è forse più noto agli aficionados della mozzarella di bufala.

Monica Macchiusi ha il suo laboratorio lungo l’Appia, al km 88,800, e bisogna fare attenzione perché il cartello dell’entrata si nota male venendo da sud (meglio se si proviene da Roma).

Monica Macchiusi è una grande produttrice: il suo unico punto vendita, che è anche spaccio aziendale, è la parte più prossima alla strada di un bel complesso che conta circa 400 bufale.

bufale Monica Macchiusi

Monica è, giustamente, orgogliosa della sua azienda: fondata nel 1960 come azienda agricola, ha il caseificio da una decina di anni ed è un esempio di azienda familiare che coltiva con passione la filiera corta, anzi cortissima. Tutto è prodotto in loco, dal foraggio fino al prodotto finito (mozzarelle, ricotte, un primo sale che vale il viaggio). Perfino la corrente elettrica proviene dai pannelli solari ubicati sui capannoni.

Lo spaccio aziendale è tutto al femminile (con la mamma di Monica che mi dice, indicando la figlia sorridendo, “qui la capa è lei!”) con una cortesia notevole che serve a frenare l’afflusso di clienti soprattutto nel periodo estivo.

mozzarella di bufala Monica Macchiusi

Mozzarella per me al limite della perfezione, non troppo sapida e decisamente amichevole in bocca. Forse sarà la mano femminile? Ma io debbo fare una confessione: amo la ricotta di bufala di Monica Macchiusi. Quasi introvabile dopo le 11 di mattina, spesso si acquista calda e bisogna attendere il raffreddamento per gustarla. È ottima e ne mangeresti a tonnellate.

Ecco ora potete assaggiare e giudicare se la terra della mozzarella di bufala può essere circoscritta a due sole province della Campania.

Quella artigianale ha confini più ampi per fortuna di chi vive a Roma o è in vacanza a Terracina.

Che dite, avete altri indirizzi dove comprare la mozzarella di bufala vicino Roma?

L’angolo della mozzarella di Enzo e Antonella. Via Calabria 15. Terracina (Latina). Tel. +39 0773723055

Caseificio Monica Macchiusi. Via Appia km 88,800. Terracina (Latina). Tel. +39 0773 850211

25 Commenti

  1. Non so in loco ma quelle che ho comprato in diversi posti a Roma le ho trovate davvero modeste,quasi non mozzarelle.Gusti personali,forse.

  2. perche non fare una bella ricerca e relativo articolo sulle mozzarelle di gaeta e formia?
    di caseifici anche li ce ne sono diversi….io ho le mie preferenze…vorrei un parere…

  3. Macchiusi le migliori mozzarelle della provincia e non solo modesto parere . Preciso che dove sta Macchiusi è comune di Pontinia e non di Terracina x dove d informazione …. saluti

  4. Il post stimola una domanda?
    Si può fare una buona mozzarella di bufala fuori dalle provincie di più lunga tradizione?Cioè fuori della Campania?
    Secondo me, si: anche in provincia di Foggia si può mangiare un’ottima mozzarella di bufala.
    Devo inoltre dirvi che in Puglia si sta diffondendo, in molti caseifici (tradizionalmente lontani da questo latte), l’uso del latte di bufala.
    Basta avere un quoziente d’intelligenza anche sotto la media per chiedersi: ma quante bufale abbiamo in Italia? In Campania e nel resto d’Italia?
    Ritornando al discorso tecnico-produttivo, per fare una buona mozzarella di bufala ci vogliono:
    1 le bufale
    2 il latte di bufala
    3 dei bravi casari
    4 una buona dose di onestà
    Con questi 4 elementi le mozzarelle di bufala si possono fare anche al Nord e si possono fare… in tutto il mondo(clima permettendo).
    Questo ragionamento vale per…quasi…tutti…i prodotti italiani(Sono pronto a discuterne).
    Tutto il resto è retorica commerciale, comunicazione-marketing, propaganda, narrazione, neuro-marketing, affabulazione ecc…
    E può diventare … una bufala.

  5. Vi consiglio anche il Caseificio Lisi Davide! E’ a Tor Tre Ponti, sull’Appia!!! Le migliori mozzarelle di bufala! Provare per credere

    • Stavo per postare esattamente la stessa cosa. Mi piacciono molto e quando posso le compro anche lì. Devo ammettere che in un antipasto da Urbana 47 ho assaggiato una mozzarella di bufala molto buona prodotta da Alan Farm (Pontinia), devo riprovarla.

  6. Mi chiedo allora a cosa servono le Dop.A questo punto perchè non produrre il prosciutti di Parma in Cina o in Danimarca,paese,tra l’altrodal quale provengono la maggior parte dei proscitti italiani,e perchè non far produrre taleggio e gorgonzola in Francia dove lo farebbero senz’altro meglio.Atal proposito,giova ricordare che un ottimo formaggi grana si produce in Moravia e forse quelle vacche respirano e si nutrono meglio che in Val Padana.

    • il basso Lazio è storicamente Terra di Lavoro, cioè Caserta. La prov. di Latina istituita da Mussolini, rubò comuni a una tra le più antiche province duosiciliane, Caserta, sede della corte

  7. Buongiorno,
    spesso vado al mare a Sabaudia e passo ad un caseificio sulla Pontina, il Caseificio del Circeo, la mozzarella di bufala è ottima, secondo me la più buona che esiste!

  8. Passando in moto mi fermo sempre al ritorno km 97,300 della pontina all’ industria casearia del circeo, caseificio pulito, mozzarella di bufala buonissima, e freschissima!sempre aperto anche le domeniche pomeriggio!

  9. Salve a tutti, sono un produttore di mozzarella di bufala,
    vorrei fare chiarezza…. Per chi sosteneva che le migliori sono di Francia perchè certificate, volevo dire che anche Casabianca a Fondi ha il DOP e non c’è paragone, i vari mastrobattista e Macchiusi sono semplicemente degli allevatori i così detti ‘Bufalari’ che neanche sanno come si fanno le mozzarelle si affidano a mastri casari assunti, e sono delle micro imprese, con solo vendita al dettaglio il chè gli permette di poter fare un prodotto molto più sapido di sale,perchè non hanno scadenze e durate da dover rispettare.
    Saluti

    • Buono a sapersi ma allora qual è un produttore valido e non un semplice “bufalaro”? Anche perché firmarsi Anonimo non aiuta…. Qualche nome?

      • Dal punto di vista del consumatore, e giustissimo acquistare la mozzarella che preferisce senza dover fare alteriori valutazioni, se si parla delle capacità dei diversi caseifici allora non è giusto confrontarli con chi casaro non è! Per il resto non mi firmo perchè non vorrei apparire presuntuoso, o farmi publicità.
        Dico solo che sono stato citato anch’io nella discussione, ed il campo si restringe.
        saluti

  10. Anonimous quando vuoi vieni a trovarci ti aspettiamo in Via Calabria a Terracina .
    Riguardo la scadenza e la durata della mozzarella lascio parola a chi come me ha un ottimo palato ? oppure a chi di dovere si occupa di determinati controlli riguardo la produzione (N.A.S) . A presto.

  11. Anonimous se sei stato citato dovresti accettare anche il confronto. Le tue mozzarelle sono buone e lo confermo ma forse non hai mai provato “L’Angolo della Mozzarella”. Sono tutti MASTRI casari non pescivendoli e se la mozzarella è buona dovresti solo accettare il fatto che hai un valido concorrente. Ciao.

  12. Per carità ragazzi non voglio essere frainteso. Ognuno mangi la mozzarella che vuole. In ogni caso i gusti sono soggettivi. a me basta sapere della soddisfazione di chi mangia la mia.
    Natalie….. suppongo dell’azienda Mastrobattista, non fraintendere quello che ho detto….. che citi
    nas oppure il tuo ottimo palato….. poter fare un prodotto più sapido perchè si fa una vendita diretta, non è un’offesa.
    PASSO E CHIUDO, viva i BUFALARI!

  13. Quella di salto di fondi non l’ho mai assaggiata, ma quella macchiusi è veramente la numero uno, sia ricotta che mozzarella. Ogni volta che dalla Calabria salgo su ci passo sempre, per il resto è vero che nei dintorni di Roma non si fa una grande mozzarella di bufala, però questa supera quella di Napoli, Caserta, Salerno ecc. Lo dico avendolo assaggiate

  14. Ho 60 anni sono nato a Latina e per lavoro viaggio molto,Campania e Lazio. Ho assaggiato mozzarelle di bufala in tutti dico TUTTI i caseifici Delle due regioni. Ce ne sono di ottimi. Credetemi macchiusi e Lisi non hanno nulla da invidiare a quelli campani…Anzi,Mastrobattista non lo conosco,ma lo visitero’ al più presto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui