Terremoto. La pizza di Pasqualino Rossi e l’amatriciana degli chef a sostegno di Amatrice [in aggiornamento]

Tempo di lettura: 2 minuti

pizza amatriciana Pasqualino Rossi

Il terremoto di stanotte che ha devastato Amatrice, Accumoli, Pescara del Tronto ha messo in moto la macchina della solidarietà anche nella gastronomia.

Pasqualino Rossi, una delle giovani star del mondo della pizza, ha pubblicato su Facebook la sua azione.

Ciao amici , volevo informarvi che da oggi presso la nostra pizzeria ci sarà la PIZZA AMATRICIANA AL COSTO DI 5 euro i quali verranno devoluti alle popolazioni colpite dal sisma … La pizza unisce ❤️io e voi uniti a loro.

Non è l’unico e altri se ne aggiungeranno. I canali social hanno dimostrato già con il terremoto dell’Aquila (le cene a 4 mani da Marzia Buzzanca e l’aiuto alle Sorelle Nurzia cui anche Scatti di Gusto nel suo piccolo ha partecipato) e poi quello dell’Emilia Romagna di riuscire a dare una mano.

appello chef per Amatrice

Arriva anche la proposta di Hande Kutlar Leimer aka Vinoroma che propone di coinvolgere gli chef per preparare una amatriciana che possa contribuire a una raccolta fondi.

Per ora c’è l’emergenza di mettere in salvo più vite umane possibili. Ma purtroppo l’esperienza di altri tragici terremoti ha dimostrato che il periodo di convalescenza è lunghissimo e bisogna fare qualcosa giorno dopo giorno almeno fino a quando la ferita non sanguini più copiosamente.

Ogni idea che possa aiutare, quindi, è fondamentale.

AMAtrice-raccolta-fondi-terremoto

[Aggiornamento]. Paolo Campana ci stava pensando e lancia la raccolta con l’aiuto della Croce Rossa e un Iban già disponibile. Ottimo

E ci sono le prime adesioni!

[Aggiornamento]. Continuano ad arrivare adesioni. A Roma Andrea Fusco si è chiuso nella cucina del Giuda Ballerino per elaborare un piatto con gli stessi ingredienti dell’amatriciana. Ma non una pasta. E sulla carta sarà aggiunta la portata, con spiegazione annessa. Al lavoro anche Riccardo Di Giacinto: da BoMa, alla Marcigliana, l’amatriciana è già in menu, mentre da Madre la novità sarà la pizza Matriciana. Antonello Colonna lancia un’altra idea: “Istituiamo la Giornata Mondiale dell’Amatriciana”.

Terremoto amatrice aiuto ristoranti Trastevere

[Aggiornamento]. Boom di adesioni a Trastevere: il comitato di quartiere del rione sta girando per ogni ristorante per informarlo dell’iniziativa. Per ora hanno aderito Checco Il Carrettiere, Meo Patacca, Taverna dei Mercanti, I Vascellari, Trattoria da Teo e Da Vittorio.

[Aggiornamento]. A Garbatella ha aderito La Maisonette Ristrot.

16 Commenti

  1. Conoscendo da tempo i food blog ed il “nuovo mondo” della ristorazione all’epoca del web…
    sono diventato cinico …sempre più cinico.
    Pensate che, invece di accennare al terremoto, in altri blog si parla di ricetta all’amatriciana.
    Gli chef ed i pizzaioli mediatici sono diventati dei parac…, dei ruffiani della comunicazione. Pronti a sfruttare tutto per farsi belli.
    .
    Lo so sono un cinico…sempre più cinico…
    da quando frequento i food blog.
    .
    Perché non c’è niente di sacro…tranne il marketing.

    • L’ho visto anch’io, ora non compare più in bella mostra, ma trovo di una tristezza incredibile sfruttare un evento del genere per mero tornaconto!

      • Potresti essere più preciso? A cosa ti riferisci? Qui mi sembra ci siano persone che cercano di dare una mano nei limiti delle proprie capacità.

        • su dissapore appariva in prima pagina un articolo sulla amatriciana datato 13 agosto, poi è stato tolto
          non si capisce perché l’abbiano riesumato

          • lo avranno riesumato per mero tornaconto giornalistico, per non parlare di sciacallaggio, ed ovviamente si son visti bene dal pubblicare il mio commento

          • Perché dal momento della pubblicazione fino al giorno del terremoto aveva avuto 0 commenti.
            Ripubblicato dopo la tragedia invece ha avuto molte più visualizzazioni.
            Coincidenza? Io non credo.

    • Sono d’accordo con voi. Mi fanno schifo questi finti perbenisti. Ok volete far vedere che ve ne importa qualcosa ?! Ca bene ma fatelo nel modo giusto! Tutti i soldi dell’incasso dell’imitata amatriciana andranno ai terremotati, tutti i soldi, non 2 euro su 5. Non si gioca con la differenza degli altri perché chi lo fa è un vigliacco, un insensibile, una PERSONA KE USA LA SOFFERENZA DEGLI ALTRI PER RICAVARNE BENEFICIO. KE ODIO!

  2. Anche il ristorante dove lavoro aderisce all’iniziativa: da oggi a Becco, Melbourne Australia, pasta amatriciana come special della settimana e l’intero incasso verrà donato ad Amatrice.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui