Epic fail. Le Real Spezie di Reale Giuseppe non contengono droghe

I lettori di Bellavistiana memoria certo ricorderanno la signora Maria, interpretata magistralmente da Isa Danieli, dire che lei, Ma quando mai, la sera non si mangia neanche i peperoni perché non li digerisce, le restano sullo stomaco figurarsi le droghe.

spezie-senza-droghe-reale-giuseppe

Ma se invece che i peperoni Maria avesse pasteggiato a base di arrosto? Beh, avrebbe corso un bel rischio, parola di Reale Giuseppe da Trani che con un pregevole gioco di parole presta il cognome alla sua linea di insaporitori: REAL SPEZIE

mdma

Nel dubbio che il consumatore medio arricchisca il petto di pollo con MDMA in grani o una spolverata di coca, Reale sgombra il campo da ogni equivoco: i suoi insaporitori non contengono droghe.

spezie-1

Escludendo una caduta dal seggiolone di un Reale ancora in fasce, ho provato a capirne di più: facendo un salto indietro alla metà del ‘700 viene fuori che la categoria dei droghieri, venditori di spezie ed aromi (anche a scopo medicale), titolo che invece spettava agli speziali.

spezie

Con un non semplice sforzo di immaginazione e parafrasando i manuali delle Corporazioni si può dunque immaginare che Reale Giuseppe intendesse dire, Oh, guardate che i miei insaporitori sono tutti naturali e senza additivi, accattetavill’.

pollo-allo-spiedo

Sant’iddio Reale, ma non potevi trovare un claim che fosse comprensibile ai nati almeno nel secolo scorso? Chiedere aiuto, che ne so, ad un nipote che per 30 € ti buttava già una super campagna di comunicazione?

Che poi secondo me se li lasciavi nel dubbio i tuoi voraci mangiatori di arrosto, magari qualche bustina in più la riuscivi pure a vendere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui