Tempo di lettura: 6 minuti

Siamo diventati all’improvviso un popolo che ama la spesa (alimentare) online. Quello che non sono riuscite a fare sponsorizzazioni di post in lungo e in largo su Facebook è riuscito a fare l’isolamento per fronteggiare il contagio da Coronavirus.

Piattaforme dedicate all’alimentare hanno visto schizzare le lancette nella zona rossa dei contagiri. Cresce tutto in maniera esponenziale e a seconda della specializzazione di questo o di quel sito vincono la pasta, la farina, la mozzarella e il fiordilatte e le pizze.

Primo Taglio, e-commerce alimentare ci sta sfacciatamente a cuore e non solo per via di quella manchette che vedete lì in alto, ma anche perché ha prodotti che in Campania sono diventati visioni come il miraggio dell’acqua nel Sahara.

Tipo la pastiera di Pasqua.

1. Come cambia un sito per la spesa online

Giovanni Amodio, dal quartier generale di Sant’Anastasia, vicino Napoli, ha comunicato i dati dell’impennata che lo ha costretto a mettere un bel po’ di persone a rispondere alle richieste di informazioni. “Mi sembra di essere ritornato all’alba dell’e-commerce con domande sul come funziona. Come se ordinare un libro su Amazon fosse cosa diversa che ordinare il fiordilatte su Primo Taglio”, spiega Amodio.

C’è il timore da pandemia e le restrizioni in materia di spedizioni alimentari imposte dall’ordinanza del Presidente della Regione Vincenzo De Luca anche per i supermercati. Che devono essere confezionati. Ma ovviamente con Primo Taglio non c’è questo problema. “Ma bisogna spiegarlo per bene”, sottolinea Amodio.

provola affumicata Latteria Sorrentina
Gino Sorbillo assaggia fiordilatte di Napoli Latteria Sorrentina

Quindi, back office a manetta ma anche logistica perché tutti vogliono tutto e subito. “Inscatoliamo e pellicoliamo come se non ci fosse un domani con una squadra dedicata che è attrezzata con mascherine, guanti, camici e cuffie. In realtà per noi non è cambiato nulla se non la distanza interpersonale di un metro da rispettare. L’igiene qui è stata sempre di casa”.

“Una situazione caotica perché abbiamo dovuto implementare i due reparti in nemmeno 2 giorni. Ma siamo riusciti a rispondere bene, direi”, sottolinea Giovanni Amodio.

2. Come fare il 400% di ordini sul sito e-commerce

fiordilatte di Napoli

Caos numerico confermato da quel + 400% di ordini che ha sballato qualsiasi previsione. E i dati non hanno “risentito” delle zeppole di San Giuseppe che non erano disponibili nel periodo di osservazione 3 marzo – 3 aprile.

Ne è uscita una classifica dei 10 prodotti più richiesti che vede anche qui richieste per la pizza, dal fiordilatte di Latteria Sorrentina – bandiera nel settore horeca con quel claim “Sulla pizza ci va solo il fiordilatte” che ha modificato la percezione di molti pizzaioli e clienti rispetto alla cugina mozzarella – alle basi per le pizze che hanno bisogno solo di un fine cottura negli asmatici forni domestici per far filare, appunto, il fiordilatte.

E già salgono gli ordini dei clienti (previdenti) che mettono in dispensa pastiere e casatielli visto che “domani” è Pasqua e si deve stare a casa.

Bando alle ciance che la pastiera mi sta aspettando.

Di seguito la classifica delle impennate dei singoli prodotti e la nota ufficiale che ci dice come siamo diventati dei big spender online.

3. Top Ten dei prodotti alimentari più richiesti online

pastiera Primo Taglio spesa online
  1. Fiordilatte per pizza (+ 75%)
  2. Latte (+ 69%)
  3. Pane (+53%)
  4. Pastiera (+ 48%)
  5. Casatiello (+44%)
  6. Pomodori pelati (+ 42%)
  7. Scamorza (+37%)
  8. Basi pizza (+34%)
  9. Ricotta (+ 33%)
  10. Zucchero (+27%)

4. La spesa online su Primo Taglio in vista di Pasqua

Primo Taglio sito per la spesa online

La spesa online è diventata pratica abituale per gli Italiani e Primo Taglio, piattaforma di prodotti enogastronomici fondata da Giovanni Amodio, ha registrato un aumento percentuale elevatissimo da quando è stato imposto il lockdown.

 “Dal 3 marzo al 3 aprile ha segnato il 400% in più di ordini con una crescita continua e costante”, spiega Amodio.

“Abbiamo rinforzato i server per il grande traffico che ha generato la ricerca di prodotti enogastronomici in cui Primo Taglio è specializzato. Abbiamo aumentato il personale sia sul lato back office per far fronte alle richieste di informazioni di persone avvicinatesi per la prima volta alla spesa online sulle semplicissime modalità di acquisto rispuntate come agli albori dei primi e-commerce – sia sul lato della logistica implementata per il confezionamento e la spedizione dei pacchi. Ovviamente tenendo ben presente tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza dei lavoratori. Uno sforzo gigantesco perché compiuto non in settimane ma in appena 48 ore”, continua Giovanni Amodio.

“Imballiamo tutti i nostri prodotti con una linea di controllo continua per garantire le migliori condizioni di trasporto. Alle usuali regole di controllo di qualità dei prodotti che spediamo si è aggiunta l’attenzione per operare in un ambiente sanificato”, continua Amodio.

5. Fiordilatte, pizza, pane, latte, pastiera e casatielli

pizza pronta per la cottura a casa Primo Taglio

La lista degli aumenti del carrello vede il fiordilatte per la pizza in pole position anche per la varietà delle opzioni. In un momento in cui moltissimi hanno iniziato a fare la spesa, Primo Taglio, che si rifornisce da Latteria Sorrentina, è tra i siti più visitati.

Pane e latte, i due alimenti base della spesa, hanno registrato aumenti da podio. E ora che si avvicina la Pasqua l’attenzione è stata catalizzata da due ingredienti tipici della tavola delle feste: pastiera e casatiello.

Un aumento degli ultimi 3 giorni che fa pensare che da qui ai giorni precedenti la Pasqua la richiesta sarà ancora più elevata.

“Ci siamo attrezzati per far fronte alle richieste e la nostra pasticceria e il nostro forno lavorano a pieno ritmo”, spiega Giovanni Amodio.

Gli ingredienti per la pizza regina, la Margherita, sono sugli scudi: pomodori pelati molto richiesti.

C’è anche chi pensa a una via di mezzo tra il preparare da zero la pizza a casa e chi si affida alle basi cotte nel forno a legna e abbattute ben più facili da cuocere nel forno di casa. E che ci sia voglia di pastiera è confermato anche dalla richiesta crescente di ricotta, l’ingrediente necessario per la farcitura del dolce napoletano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui