G&G Trattoria Orientale a Napoli

G&G Trattoria Orientale a Napoli: vera cucina giapponese a prezzi da urlo

G&G Trattoria Orientale a Napoli è un ristorante di cucina giapponese unico: combina accoglienza e cucina tradizionale a prezzi popolari

Ristoranti

Mi avevano parlato di G&G Trattoria Orientale a Napoli come di un bar informale, di una trattoria all’antica. Di quei ristoranti che ogni tanto s’incrociano nel centro storico della città, con le sedie di plastica, due tovaglie in croce e poco più.

Un mio amico mi aveva consigliato caldamente di dargli una chance, soprattutto considerata la mia passione per la cucina nipponica e il ramen.

Trovo G&G Trattoria Orientale nascosto in piazzetta dell’Ascensione nel quartiere Chiaia a Napoli. L’entrata celata da un tendone di plastica rosso. E il nome è tutto un programma.

Il battesimo del sushi

G&G Trattoria Orientale a Napoli

Ad accoglierci, in quello che pare proprio essere una sorta di “Bar dello sport” anni ‘90, c’è Gennaro Turco. L’esplosivo proprietario e cicerone ci fa accomodare subito all’interno (tre tavoli di numero e sei coperti in tutto) e comincia a chiacchierare. È uno di quegli uomini tutto sorrisi e aneddoti che ascolteresti per ore, e infatti comincia col chiederci: sapete come funziona il menù? Cos’è per voi il sushi? Sapete cos’è la cucina tradizionale giapponese? Dandoci risposte molto esaurienti e fantasiose.

Ci prende anche un po’ in giro e ci racconta che lui e sua moglie Giulia (che in realtà si chiama Yoko e viene da Osaka) hanno ben sei figli, che sono a Napoli da circa un anno (prima erano ad Aversa) e ci consiglia un percorso da seguire.

Prima però ci prescrive “il battesimo del wasabi”. Non starò qui a dirvi cos’è e come lo si fa, perché vi priverei di un’esperienza unica al G&G Trattoria Orientale di Napoli facendovi un enorme spoiler. Basti sapere che il wasabi servito con il pesce viene realizzato a mano da loro e che ha un sapore piuttosto “intenso”.

Le scelte consigliate

In un posto come questo, il menù è inutile. Affidatevi a Gennaro. Dopo le premesse capiamo che è la cosa migliore da fare. Ci avvisa subito che le attese possono essere piuttosto lunghe perché in cucina Giulia fa tutto da sola. Per noi non c’è problema perché l’intrattenimento offerto da Gennaro non ha prezzo.

Intanto, mentre ci porta numerosi assaggini per ammazzare il tempo, ordiniamo un piatto misto di sushi e sashimi (20 €), dei gyoza di verdura e carne (3 €), una porzione di crispy tuna (10 €), dei dragon roll (25 €) e un nikuman (3 €).

Gennaro ci tiene a sottolineare che le quantità di Giulia sono abbondanti (per usare un eufemismo!) quindi se non siete dei mangioni, ordinate poche cose per volta. Come avrete sicuramente notato i prezzi sono popolari, soprattutto trattandosi di sushi. Inoltre, Gennaro e Giulia propongono alcuni piatti veramente tradizionali, che sono difficili da trovare altrove.

Gli assaggini free

G&G Trattoria Orientale a Napoli

Innanzitutto gli assaggini. Gennaro ci porta tanti piattini ricchi di piccoli antipasti, anche se dubito si possano definire così. Il primo presenta diverse preparazioni con tofu e verdure agrodolci, tra cui dei pezzetti di aglio strepitosi (fidatevi), del kimchi che definire piccante sarebbe un insulto (io vi consiglio di assaggiarlo comunque, ma sappiate che è davvero davvero piccante, come dovrebbe essere). E poi degli stuzzichini a base di cipolla, dei tarallini all’erba cipollina, (gli struffoli giapponesi, come dichiara Gennaro) delle perline salate al sapore di wasabi. E tre tipi di sakè, freddo, tiepido e caldo, che ci hanno accompagnati durante tutto il pranzo, durato ben due ore. Tutti questi assaggi che, ci tengo a dirlo sono offerti, fanno parte dell’esperienza.

I piatti principali di G&G Trattoria Orientale a Napoli

sushi e sashimi

Andiamo avanti con i piatti veri e propri. Il piatto misto di sushi e sashimi è molto invitante. È composto da due pezzi di sashimi, tonno e salmone, due nigiri, sempre tonno e salmone, e poi quattro hosomaki di salmone e quattro uramaki misti.

Gennaro ovviamente ci consiglia come partire e in che ordine assaggiare i pezzi di sushi. Dalle foto si può intuire l’abbondanza delle porzioni, specie dei tagli di sashimi. Il pesce è fresco, il sapore molto pulito, libero da salse, salsine e varie. I roll perfetti nella loro semplicità.

G&G Trattoria Orientale a Napoli gyoza

Proseguiamo con i gyoza, già dalla sottigliezza dell’impasto si capisce che siano fatti a mano con amore. Morbidissimi, croccanti, ripieno sapido, di carne e spinaci, leggermente bruciacchiati nella parte inferiore. Per farla breve, i migliori gyoza mai mangiati in un ristorante giapponese, senza nulla togliere a quelli più blasonati.

Le preparazioni tradizionali di G&G Trattoria Orientale a Napoli

G&G Trattoria Orientale a Napoli crispy tuna

Capiamo subito che Giulia è fortissima sulle preparazioni “classiche”, quelle casalinghe. Tra una chiacchiera e l’altra, e vi consiglio vivamente di parlare con entrambi, arrivano anche i due pezzi di crispy tuna. Ora, io vi avevo anticipato che Giulia ha un senso delle proporzioni tutto suo, ed è ancora più chiaro non appena ci arriva questo piatto. Il crispy tuna di G&G è una sorta di granata composta da una palla di riso piastrato sormontata, nel vero senso della parola, da una quantità spaventosa di tonno piccante. Lasciate parlare la foto: ha ragione. Ma non lasciatevi spaventare, è tutto buonissimo, anche se non crispy come lascerebbe intendere il nome.

dragon roll

Gli ultimi due piatti ad arrivare sono il dragon roll, effettivamente un dragone di pesce misto. Sostanzialmente un enorme uramaki ripieno di philadelphia e gambero in tempura, arricchito da salmone, tonno e pesce bianco, molto goloso.

nikuman G&G Trattoria Orientale a Napoli

E poi un nikuman, un paninetto di pan dolce, un impasto a metà tra pizza e pan briosche, dal cuore di carne e verdure, praticamente una polpetta inserita in un morbido nido, molto simile al baozi cinese.

Il nikuman conferma la mia intuizione: Giulia dà il meglio nelle preparazioni tradizionali. Difatti, di fronte al nostro tavolo, un’altra coppia alla seconda visita, ordina dei piatti caldi come il ramen che ha un aspetto assolutamente delizioso.

Altri assaggi extra

Gennaro ci tiene a dire che da lui si mangia sempre. Infatti, grazie anche alla complicità di sua moglie, nonostante non li avessimo ordinati, arrivano a tavola altri assaggi. Un pezzetto di korokke, crocché giapponese di patate, carne e cipolle, il cui impasto era in fase di preparazione e quindi Giulia ci teneva a farci provare, e due nigiri di carne.

Il korokke è la fine del mondo, ordinatelo assolutamente se è disponibile. I nigiri di carne non sono i miei preferiti, che tendo a sostituire sempre col pesce. Anche questi due piatti non ci vengono conteggiati nel conto finale.

Il conto e le piccole sorprese da G&G Trattoria Orientale a Napoli

In due, per tutti i piatti descritti, una birra, un’acqua, i tre sakè e gli antipasti, spendiamo 71 €. Pochissimo. Ricordiamo che si tratta di pesce fresco. Inoltre, prima di salutarci, Gennaro ci omaggia con delle bacchette e dei biscottini giapponesi.

Credo sia chiaro allora che ci troviamo di fronte a un luogo più unico che raro. La gentilezza, l’affetto, la generosità di due persone che trattano i clienti come amici, come se il locale fosse una casa aperta a tutti, lasciano passare in secondo piano l’eleganza, l’affettazione di cui nessuno lì dentro sente la mancanza.

Il G&G è perfetto così, proprio perché è diverso, è semplice, con le sue sedie di plastica, il suo locale piccolo, le cose ammassate. Si ha l’impressione, una volta usciti, di aver scoperto una di quelle gemme nascoste e rare, con la soddisfazione di poter finalmente far conoscere a tutti. Affidatevi a Gennaro e Giulia per la scelta dei piatti e prediligete, se potete, le preparazioni tradizionali.

G&G Trattoria Orientale. Piazzetta Ascensione, 6. Napoli. Tel. +393347305970

[Immagini: Francesco Sammarco]