La Polonia conquista 2 prodotti IGP

Tempo di lettura: 1 minuto

miele-fagioli-poloniaTra i Paesi di recente ingresso nella Ue (2004), la Polonia si segnala per una maggiore attività nella certificazione dei prodotti tipici e delle specialità gastronomiche che arrivano ad un totale di 17 con gli ingressi odierni di due specialità. Sono stati inseriti nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea i prodotti polacchi “Fasola korczynska” e “Miód kurpiowski”. Si tratta di fagioli prodotti nella macroregione Niecka Nidzianska e nella pianura Nadwislanska e di un particolare tipo di miele originario dell’area di Kurpie. Il Fasola korczynska IGP è il seme essiccato del fagiolo millefiori delle Jas Karlowy, popolazioni rampicanti, della specie Phaseolus coccineus. Il colore è bianco e l’involucro sottile; i semi sono grandi o molto grandi, con lunghezza non inferiore a 18 mm e larghezza non inferiore a 10 mm. Il loro odore è naturale e caratteristico, non sono farinosi e tengono bene la cottura. Al palato risultano delicati, dolci e privi di gusto amarognolo. Il Miòd kurpiowski IGP è un miele di nettare con un’eventuale aggiunta di melata. Nel prodotto (millefiori) la quantità di polline delle singole piante non può superare il 30% mentre la quantità ammissibile di polline proveniente da piante coltivate non deve essere superiore al 10%. L’aspetto del Miòd kurpiowski IGP è liquido o cristallizzato, di consistenza densa e viscosa. Il colore va dal giallo al giallo paglierino; ma si può trovare anche il Miòd kurpiowski tendente al marrone con venature verdi. L’aroma è intenso ed il profumo è speziato; il gusto risulta delicato al palato. La situazione dei Paesi entrati nel 2004 vede la Repubblica Ceca guidare la classifica con 24 specialità seguita da Polonia (17), Ungheria (6), Slovacchia e Slovenia (4), Cipro e Lituania (1). Ancora a zero Estonia e Lettonia.

elenco-paesi-dop-igp-stg-al-13-07-2010

[Fonte: Qualivita]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui